07
febbraio


Tags
,

Six Nations – Gajan (Zebre): “La vittoria sulla Francia non casuale come nel 2011 By Giorgio Sbrocco

Il capo allenatore delle Zebre Christian Gajan ha così commentato il successo dell’Italia del Sei Nazioni sulla Francia di sabato all’Olimpico di Roma:  “La vittoria delle nazionale italiana sulla Francia non è casuale come poteva sembrare quella dell’edizione 2011 del Sei Nazioni; dimostra continuità del buon lavoro di Brunel rispetto ai test-matches di novembre sia a livello strategico che di risultati. L’Italia ha mostrato di essere non solo cuore e mischia: ha avuto la capacità di tenere il possesso, impedire alla Francia di giocare bloccando una squadra avversaria che sbarcava a Roma con aspettative e favori del pronostico, anche per la vittoria finale del torneo”.Allargando il raggio del commento: “La Fir ha fatto la scelta giusta affidando la conduzione tecnica della Nazionale a Jacques Brunel, unico allenatore in Francia ad avere un consenso unanime sia a livello tecnico che umano. I giocatori che giocano ora in Italia e partecipano al Pro12 e alla HC si stanno formando in campionati di alto livello su base settimanale: questo aspetto aiuta il movimento italiano ed i giocatori stessi che hanno dimostrato domenica di essere all’altezza e di saper chiudere le partite, non come in passato. A livello personale mi piace molto il lavoro a fianco di Brunel, una persona che parla poco: ogni volta che c’incontriamo ci dilettiamo nello scambiarci pareri. Ho sempre il piacere di ascoltare e capire la sua ricetta per far crescere sportivamente il movimento di cui è responsabile”.Giorgio Sbrocco

08
gennaio


Tags
,
,

HC – Gajan (Zebre): “Biarritz è un'ottima squadra con giocatori di qualità. Noi in camp ocon entusiasmo”. By Giorgio Sbrocco

Dopo la sfortunata trasferta gallese a Swansea (sconfitta 15-16) in casa degli Ospreys le Zebre preparano il loro ritorno in Heineken cup (girone 3) che li vedrà affrontare a  Moletolo Biarritz sabato alle 14.35 (arbitro l'irlandese Fitzgibbon). Coach Christian Gajan ritorna sulla sconfitta in Galles e sostiene che “sono stati degli episodi che ci hanno tolto la soddisfazione di battere i campioni in carica del torneo. Molti errori individuali nella gestione del possesso e nel gioco al piede ci sono costati cinque  punti che si potevano realizzare. Meglio la disciplina rispetto ai due derby col Treviso. Ci è mancata la fortuna”.In vista del match con Biarritz (38-17 all'andata): “I ragazzi continuano con grande entusiasmo, si sente che l’obiettivo è vicino, si allenano con qualità. Biarritz è una formazione difficile da affrontare soprattutto quando hanno un obiettivo concreto da raggiungere in Europa. Dopo di noi ospiteranno gli Harlequins facilmente già qualificati matematicamente primi del girone”.Quanto a motivazioni: “Anche se non ci siamo ancora riusciti, noi vogliamo sempre vincere e venderemo cara la pelle per gli 80 minuti cercando anche noi la vittoria”.Rispetto al match di andata con i francesi:”Biarritz viene da due vittorie con  Mont-de-Marsan ed Agen. Non è male considerando la difficoltà del campionato francese. Sono a cinque punti dalla zona play off. Sono  un’ottima squadra con giocatori d’alto livello. La base è assolutamente buona”.La classifica del girone 3 è guidata dagli Harlequins, seguiti da Biarritz (9) e Connacht (8): “Gli Harlequins otterranno facilmente il punto che manca loro per passare il turno in casa contro Connacht . Cercheranno vittoria e mete per conquistare il diritto a giocare il quarto di finale in casa. Biarritz penso possa continuare la propria stagione in Heineken Cup o Challenge Cup con due vittorie, dipenderà molto dai risultati degli altri”.Giovedì Gajan comunicherà la formazione. Giorgio Sbrocco 

03
gennaio


Tags
,
,

Pro 12 – Gajan (Zebre): “A Swansea non ci faranno sconti”. Il ritorno di Quartaroli. By Giorgio Sbrocco

Alla vigilia della trasferta in Galles dove venerdì (20 ore italiane) le Zebre affronteranno gli Ospreys (34-16 all’andata a Moletolo) per il turno numero 13 di Pro 12, il ct Chirstian Gajan parla della sua formazione e analizza le ultime uscite dei suoi, reduci dal doppio derby perso con Treviso.Sui punti deboli delle Zebre: “Abbiamo sistemato qualcosa nei fondamentali, ma purtroppo facciamo ancora troppi errori quando abbiamo l’ovale. Continuiamo su questa strada. Diventeremo più competitivi quando avremo più fiducia, e migliori risultati nel gioco ordinato”.Ospreys in striscia positiva da 8 giornate ma con la testa (forse) al match decisivo di HC con Leicester: “E’ sempre stimolante per i ragazzi giocare in impianti con tanto pubblico. Non avremo nessun vantaggio e penso che coach Humphreys non sottovaluterà l’impegno, cercando di dare continuità ai risultati positivi che hanno ottenuto battendo anche Tolosa in coppa.Sulla gara di andata persa al XX Aprile: “Loro sono cresciuti molto da quella sfida. Mischieremo un po’ le carte in questa partita: scelte dovute agli infortuni ed al rispetto del nostro obiettivo di far crescere e portare al più alto livello possibile tutta la rosa. Proveremo a fare del nostro meglio con l’entusiasmo di giocatori che hanno giocato meno come Fazzari, De Marchi, Ryan, Leibson, Belardo ed al ritorno dopo diversi mesi di Quartaroli.Oggi l’annuncio della formazione.Giorgio Sbrocco

30
dicembre


Tags
,
,

Pro12 – I commenti delle Zebre dopo la sconfitta di Treviso. By Giorgio Sbrocco

Serenità, consapevolezza di aver disputato un buon match ma anche qualche rimpianto nelle parole di Chirstian Gajan dopo il derby perso dalla Zebre a Monigo :”Con un calcio in più a segno potevamo prenderci il bonus: il nostro problema è che, non avendo ancora mai vinto, manchiamo di fiducia. Però stavolta ho visto miglioramenti in mischia e in touche, abbiamo avuto un maggior numero di palloni da gestire aprendone di più: abbiamo giocato con una stabilità maggiore in mischia, in particolare nella ripresa il pack ha giocato come volevo. ll campo ha agevolato questo nostro atteggiamento. Il punteggio dopo il primo tempo era un po' ingeneroso nei nostri confronti, comunque abbiamo reagito nella ripresa. All'inizio del secondo tempo le cose si erano messe non bene, il Benetton ci ha creato qualche problema che noi stessi abbiamo alimentato. Nell'ultima parte della partita siamo stati però bravi a reagire e a trovare i punti che ci hanno permesso di chiudere con una sconfitta onorevole”Per il capitano delle Zebre, Gonzalo Garcia: “Loro sono riusciti a fare la differenza coi calci nel primo tempo. I miei ragazzi hanno fatto una buona prestazione anche se c’è ancora tanto da migliorare soprattutto nel gioco offensivo. Aver perso mi pesa, inutile negarlo, ma mi rimane un buon ricordo di questa partita perché abbiamo dato tutto in campo cercando di fare il meglio. Sono molto fiducioso ed orgoglioso dei miei compagni”Secondo Alberto Chillon, mediano di mischia delle Zebre: ” Oggi gestire il pack e la regia è stato semplice perché avevamo le idee molto chiare. Ci siamo imposti obiettivi che in parte siamo riusciti a centrare- Troncon mi ha chiesto di giocare il più possibile, muovendo il più possibile il pallone per dare ritmo e dare palloni buoni ai nostri trequarti. Purtroppo ci è mancata la disciplina. In attacco concretizziamo poco : dobbiamo essere più lucidi e mantenere di più il possesso”.Giorgio Sbrocco

26
dicembre


Tags

Pronostici – Buongiovanni e Volpe perfetti, Gajan ne sbaglia due. Elena Barbini di più. By Giorgio Sbrocco

Tutti promossi gli amici e i colleghi di www.glengrant.it che hanno accettato di pronosticare il turno pre natalizio dei campionati europei di club e ai quali va la nostra sincera gratitudine e il nostro apprezzamento. Quella dei pronostici sportivi (anche se qualcuno sostiene il contrario) non è una scienza, tantomeno esatta. Quindi: grazie davvero. Anche perché gli esiti sono stati tutt’altro che disprezzabili. Nello specifico: i due primi della classe sono stati Andrea Buongiovanni (La Gazzetta dello sport) che ha fatto 6/6 con le partite del campionato inglese e Francesco Volpe (Corriere dello sport) che ha totalizzato 5/5 in Pro 12 (il programma di giornata era ridotto). Christian Gajan (dt Zebre) si è fermato a 5/7 nel Top 14, mancando la sconfitta di Tolosa a Grenoble e quella di Montpellier a Perpignano. E infine la simpatica Elena Barbini che con le partite del campionato di Eccellenza ha chiuso a quota 3/6. A tradire la fotografa ufficiale di www.glengrant.it  sono state le vittorie da lei non previste di Reggio su San Donà, di Viadana su Calvisano e di Prato sul “suo” Petrarca.  Giorgio Sbrocco

18
dicembre


Tags
,

Pro 12 – Gajan (Zebre) prima del derby con Treviso: “Loro forti e senza punti deboli. Noi proveremo a far bene”. By Giorgio Sbrocco

Vigilia di un incontro storico: quello di Pro 12 (11esima giornata) fra Benetton e Zebre in programma sabato al XXV aprile di Moletolo (ore 15, arbitra il francese Cardona). Il derby italiano di Celtic league numero 1, dal momento che l’ann oscorso le Zebre non esistevano. Il ritorno è in  calendario il 29 dicembre a Monigo. Pronostici tutti per la formazione veneta di Franco Smith. Ne parla il ct Christian Gajan: “Sarà una gara assolutamente diversa rispetto alle altre. Come d’abitudine ci focalizziamo sui punti di forza dell’avversario, continuando il lavoro specifico sulla disciplina, fattore che può essere determinante”.Avversario forte e tanta pressione contro. Osserva Gajan: “Noi proveremo come sempre a fare bene e a proporre il nostro gioco. Non c’è bisogno di motivazioni ulteriori quando si giocano partite di questo tipo”.Sulle caratteristiche di Treviso: “Giocano bene al piede, in avanzamento, al largo con velocità: hanno pochi punti deboli. Da tanti anni lavorano sulla continuità in una struttura che ora sfrutta il lavoro seminato. Si sono avvicinati molto alle grosse squadre e hanno il quadruplo dei nostri nazionali”.Giovedì l'annuncia della formazione che che scenderà in campo.Giorgio Sbrocco

28
novembre


Zebre - Geldenhuys, Giazzon e Bergamasco a Dublino contro il Leinster. By Giorgio Sbrocco

Il ct delle Zebre Chirstian Gajan sulla sfida che vedrà (sabato) le Zebre impegnate al Rds di Dublino contro il Leinster campione d’Europa sabato (ore 19 italiane, diretta su Sportitalia2).“Aabbiamo recuperato e reintegrato bene nei meccanismi di gioco diversi ragazzi che mancavano da qualche gara come Chillon, Festuccia, Sinoti e capitan Garcia. L’atteggiamento generale sbagliato ci è costato la possibilità della vittoria con la conseguente indisciplina e le tante palle perse che Cardiff ha sfruttato”.Quanto al match di sabato: ”Le ultime 3 gare erano state più piacevoli per il pubblico, domenica scorsa meno. Dobbiamo ritrovare l’aggressività difensiva, la disciplina e l’atteggiamento giusto mostrato nelle ultime due trasferte a Limerick contro Munster e in Llanelli con gli Scarlets. Non abbiamo nulla da perdere contro i campioni d’Europa, ma dobbiamo assolutamente dare una bella immagine di noi”.I 15mila biglietti già venduti per il match di Dublino “sono una grande motivazione per tutti per fare bene. Il pubblico numeroso aiuta le belle partite”.  Un giudizio sulle prestazioni delel cinque Zebre in Nazionale: “I nostri giocatori si sono comportati bene sia a livello collettivo sia individuale: ognuno ha contribuito alla buone prestazioni della Nazionale. Penso che Orquera abbia giocato due gare di buon livello contro All Blacks e Wallabies. Pensiamo di dare un turno di riposo a Luciano ed a Venditti, mentre saranno tra i convocati Geldenhuys, Giazzon e Bergamasco”.Giorgio Sbrocco  

05
novembre


Pro 12 – Gajan (Zebre) furioso: “Sconfitti da decisioni arbitrali sbagliate. È la terza partita che ci rubano!”. By Giorgio Sbrocco

Una vittoria rincorsa per 70' e poi svanita nel nulla nei ricordi delle Zebre reduci dalla battaglia di Llanelli giocata e persa contro gli Scarlets. E una direzione di gara (dell'irlandese Phillips), tutto fuorché lineare e credibile.Christian Gajan: “Abbiamo avuto un gioco collettivo coerente con molto equilibrio nel gioco d’attacco nonostante la pioggia. Abbiamo occupato in modo efficace il campo, difensivamente la squadra è stata efficace facendo salire la linea ed esprimendosi bene anche individualmente nei placcaggi. Posso dire che oggettivamente l’arbitro con alcune sue decisioni ha influito sul risultato. E’ frustrante e difficile da accettare, non capisco il trattamento che abbiamo ricevuto. I ragazzi che sono scesi in campo hanno giocato bene di fronte ad un avversario di valore e ad un clima non facile. Alcuni episodi sono stati condizionati da infortuni del direttore di gara. Possiamo e dobbiamo migliorare, sappiamo bene su quali elementi lavorare a livello mentale, fisico e tecnico: è difficile invece vedere una vittoria meritata sfumare così. E’ la terza volta da inizio stagione che veniamo puniti da scelte arbitrali discutibili: all’esordio casalingo con Connacht, a Glasgow ed anche a Llanelli sabato sera. La squadra dimostra di crescere in ogni partita ma queste buone prestazioni non sono ricompensate dai risultati, ciò che conta alla fine per il pubblico e per la critica. Questo sentimento di frustrazione generale si trasforma per noi in forza e convinzione che i nostri sforzi prima o poi verranno premiati. Noi dello staff ed i giocatori continueremo a lavorare per migliorare: nessuno molla, tutti lo devono sapere anche i direttori di gara italiani e stranieri”.Giorgio Sbrocco 

30
ottobre


Pro 12 – Gajan (Zebre): “Stiamo conquistando il rispetto degli avversari. Occorre continuare a lavorare”. Sabato in Galles. By Giorgio Sbrocco

Zebre ancora in trasferta. Sabato (19,30 italiane) la formazione di coach Gajan sarà impegnata in Galles, a Llanelli, contro gli Scarlets nell'ultimo week end di gare prima dello stop del 10 novembre (il prim odel campionato). Il tecnico francese commenta la prova dei suoi a Limerick contro Munster: “I miei ragazzi hanno ben difeso e occupato territorio nel primo tempo, concedendo la meta del bonus offensivo solo nel finale di gara”. Sulla trasferta in Galles: “L’obiettivo è mantenere la possibilità di competere con tutti ed avere la possibilità di stare vicino nel risultato nonché di vincere le gare”. Le Zebre hanno bisogno di migliorare l'aspetto tattico, quello fisico e quello mentale? Secondo Gajan: “Un mix di tutti, senza una buona condizione fisica non si ha lucentezza mentale. Non sono preoccupato, ogni partita facciamo un’esperienza in più soprattutto per i ragazzi esordienti a questo livello che vengono dal campionato d’Eccellenza italiano”. Quanto a un promo bilancio dell'esperienza della nuova franchigia: “Abbiamo momenti in cui siamo performanti e ci viene riconosciuto. L’approccio dei nostri  avversari alla partita non è assolutamente nella direzione di una gara semplice. Stiamo guadagnando credibilità ma non è abbastanza”. Sui tanti giovani esordienti: “”Hanno bisogno di continuare a crescere provando le giocate studiate; lavorare e giocare per fare esperienza. Durante la settimana devono continuare ad applicarsi con dedizione come stanno facendo”. Contro gli Scarlets non ci sarà Garcia (trauma al volto) e mancheranno i cinque azzurri chiamati da Brunel: “Puntiamo a recuperare per la trasferta Buso, Pace e Benettin”. La partita di sabato sarà trasmessa in diretta da Sportitalia 2. Arbitrerà l'irlandese  Dudley Phillips.Giorgio Sbrocco

23
ottobre


Pro 12 – Le Zebre in Irlanda senza cinque azzurri. Gajan: “Largo ai giovani!”. By Giorgio Sbrocco

Seconda trasferta consecutiva (dopo quella a Biarritz in HC) per le Zebtre di Chrisitan Gajan che venerdì (20.45) saranno di scena al Thomond Park di Limerick contro Munster per il settimo turno di Pro 12. Domani è previsto l’annuncia della formazione. Non ci sarò Carlo Festuccia: per lui uno stop di 2 settimane per problemi al polso. Sulla difficile trasferta irlandese :”Cerchiamo di pensare sempre in positivo: le sconfitte non vanno bene, soprattutto per non abituarsi a perdere. Sappiamo che a questo livello sarà sempre difficile per noi. Gli aspetti positivi ci sono: nel secondo tempo a Biarritz abbiamo provato a tornare in partita coi giovani entrati al posto dei nazionali: è stato un finale dove abbiamo segnato e tenuto l’ovale anche in inferiorità numerica; abbiamo fatto bene. Bisogna continuare così”. Sui singoli :”Sono soddisfatto degli ingressi di alcuni giovani come  Trevisan, Odiete e Redolfini. Aspetto  positivo il comportamento collettivo della squadra che in certi momenti della gara ha mostrato gioco coerente per poter avanzare con il possesso”. In vista di Munster :”Mi aspetto sempre le stesse cose: entusiasmo, attitudine positiva, voglia di giocare. Vincere la gara è un’altra cosa ma almeno dobbiamo andare in campo con uno spirito  coerente col piano di gioco. Visto il programma della lunga trasferta   abbiamo deciso di lasciare alla Nazionale i cinque giocatori convocati. E’ una nostra scelta per lasciare loro freschezza per i test di novembre: abbiamo giocatori giovani che sono in grado di  giocare; è il  momento giusto per farlo. La nostra franchigia è fatta per questa ragione e, nonostante cinque assenti siano effettivamente tanti, abbiamo altri giocatori che giocano meno ed è giunto il momento di renderli più partecipi. Sono fiducioso: tutti i giovani che abbiamo schierato mancano di esperienza ma hanno dimostrato di avere le capacità”. Giorgio Sbrocco    

Rugby Ball