17
novembre


Franca – Torna Picamoles per gli Springboks. By Giorgio Sbrocco

Due nomi nuovi nella lista dei 30 che il ct Philippe Saint-André ha diramato oggi in vista del Test contro il Sud Africa di sabato prossimo. Tornano in Nazionale Picamoles e Domingo, restano a casa Maestri e Ouedraogo. FRANCIAAvanti: Debaty, Domingo, Forestier, Kayser, Szarzewski, Mas, Slimani, Flanquart, Papé, Vahaamahina, Dusautoir, Lauret, Le Roux, Nyanga, Claassen, Chouly, Picamoles. Linea arretrata: Doussain, Parra, Pélissié, Michalak, Tales, Bastareaud, Fickou, Fofana, Fritz, Guitoune, Médard, Huget, Dulin. Giorgio Sbrocco

16
novembre


Francia – Finalmente una vittoria. A Le Havre battuta Tonga. By Giorgio Sbrocco

Finalmente! La Francia batte Tonga e torna ad assaporare il profumo della vittoria interrompendo una serie negativa che cominciava oggettivamente a pesare sugli equilibri di una delle Nazionali più dotate del variegato pianeta ovale. Allo stadio Océan di Le Havre vanno in meta Guitone, Chouly, Duline e Kayser e regolan ola pratica con gli isolani dall’alto di una conclamata superiorità. Da segnalare i due rossi (Maestri, Taumalolo) e il giallo (Moa) nel breve volgere di meno di 4’. Fra sette giorni la Francia affronterà il Sud Africa, in una sfida da non perdere! Francia – Tonga 38 - 18 Marcatori: 2' cp. Parra, 5' m. Guitoune, 17' cp. Parra, 28' cp. Parra, 31' cp. 'Apikotoa, 38' cp. 'Apikotoa, 40' m. Chouly tr. Parra, 50' m. Dulin tr. Parra, 56' m. Vainikolo, 63' cp. Parra, 73' m. Kayser tr. Michalak, 80' m. Vainikolo tr. Fosita Arbitro: Glen Jackson Cartellini gialli: 40' Moa Cartellini rossi: 41' Maestri, 42' Taumalolo  Giorgio Sbrocco

15
novembre


Tags
,

Francia – La prima volta all’Océan di Le Havre. By Giorgio Sbrocco

Ha il fondo in erba mista a fibra sintetica lo stadio Océane (costato 80 milioni) di Le Havre dove domani a Francia del rugby affronterà Tonga in occasione della sua seconda uscita novembrina dopo la sfida alla Nuova Zelanda di Parigi sabato scorso.. È la seconda volta dei Bleus in Normandia, la prima risale al 1992 (Francia – Romania 25-6) che si giocò allo stadio Jules-Deschaseaux. L’impianto, di proprietà delle municipalità che insistono nell’area metropolitana della città di Havre, è stato inaugurato nel luglio 2012 ed è in uso quasi esclusivo al calcio. La capienza è di poco superiore ai 25 mila posti che diventano 33 mila in occasione di spettacoli teatrali o concerti. Giorgio Sbrocco.

15
novembre


Tags
,

Top14 – Saint-André: Campionato francese o che si gioca in Francia?”. By Giorgio Sbrocco

Troppi giocatori stranieri nel campionato francese? C’è chi lo pensa. Fra costoro non c’è il ct della nazionale Philippe Saint-Andrè: “Gente come Wilkinson, Fernandez Lobbe, Botha e altri come Giteau costituiscono un importante valore aggiunto per i club e per il livello dell’eccellenza, tale da poter funzionare da traino nei confronti dei più giovani. Però è giusto dare ai nostri ragazzi,  prodotti dei vivai e dei centri di formazione, tempi di gioco adeguati e regolarità nell’impegno agonistico. Tutto dipende dalla filosofia che si intende privilegiare im Top14. Vogliamo che sia il campionato di Francia o…un campionato che si gioca in Francia?” ha dichiarato il ct a La Provence. Giorgio Sbrocco

13
novembre


Francia – Bastareaud e Ouedraogo nei 23 anti Tonga. By Giorgio Sbrocco

Yannick Nyanga, (Tolone), Antonie Claassen (Castres) e Alexandre Flanquart (Stade Francais) sono i giocatori che il ct Philippe Saint-André ha tagliato in vista del Test di sabato contro Tonga. Da segnalare il ritorno in Nazionale di Michalack , Bastareaud e Ouedraogo. Dopo la bella prova contro la Nuova Zelanda tutti, in Francia, si aspettano molti cambi nella formazione. FRANCIAAvanti: Forestier, Debaty, Mas, Slimani, Kayser, Szarzewski, Papé, Maestri, Vahaamahina, Dusautoir, Chouly, Ouedraogo, Le Roux. Linea arretrata: Parra, Pélissié, Michalak, Tales, Bastareaud, Fickou, Fofana, Médard, Guitoune, DulinGiorgio Sbrocco

11
novembre


Francia – Saint-André all’escluso Mermoz: “È la concorrenza a essere spietata”. By Giorgio Sbrocco

Escluso dai 23 contro la Nuova Zelanda e prima ancora di sapere che sarebbe stato tagliato dal gruppo dei 30 per la partita con Tonga il centro di Tolone Maxime Mermoz si era pubblicamente lamentato: “In questa squadra ho costantemente l’impressione di essere di troppo” aveva confessato alla stampa. Informato della cosa, così ha replicato Sain-Andrè: “Non si tratta di una decisione definitiva. I dadi non sono ancora stati definitiva gettati (pipés). In ogni caso, io non conosco allenatori che non ritengano di prendere decisioni per il bene della propria squadra. Nella  Francia la concorrenza è fortissima. Ci sono Wesley Fofana, Florian Fritz, Gaël Fickou et Mathieu Bastareaud. Ma a Tolone è la stessa cosa. Perché dovrebbe essere diverso in Nazionale ?Giorgio Sbrocco

11
novembre


Tags
,

Test match – Galles e Francia chiamano forze fresche in vista del secondo Test. By Giorgio Sbrocco

Partita di rara intensità quella del Millenium di Cardiff fra Galles e Sud Africa vinta sabato dagli Springboks. I Dragoni, sconfitti ma autori di una prova da applausi, hanno pagato  a caro prezzo il loro valore e il loro coraggio: Jonathan Davies (strappo ai pettorali) ha chiuso con i Test di novembre ma già si parla con una certa insistenza di un suo forfait in occasione del prossimo Sei Nazioni. Colpi duri da assorbire in tempi bravi anche per Adam Jones, Scott Andrews e Liam Williams, che la partita di sabato non l’hanno terminata. Liste riaperte e convocazioni in emergenza per Warren Gatland, che ha chiamato in Nazionale: Samson Lee e Rhodri Jones (piloni), Hallam Amos e Tom Prydie (linea arretrata). Anche la Francia (grande prestazione contro gli All Blacks)corre ai ripari. Il ct Philippe Saint-Andrè chiama Frederic Michalak e Fulgence Ouedraogo in vista della sfida con Tonga e rinuncia a Camille Lopez (in odore di squalifica) e Maxime Mermoz.Giorgio Sbrocco

10
novembre


Francia – Nuova Zelanda battuta in tutto tranne che nel punteggio finale. By Giorgio Sbrocco

Bellissima la sfida dello Stade de France vinta dalla Nuova Zelanda sulla Francia 26-19 ieri sera. Bella, combattuta e soprattutto istruttiva. Per quei pochi che ancora insistono a voler ritenere i parametri del possesso e dell’occupazione territoriale determinanti ai fini del risultato. I campioni del mondo, nell’ordine, hanno: avuto meno palloni, corso per meno metri con la palla in mano, commesso un maggior numero di falli, sbagliato più placcaggi e occupato meno la metà campo francese. Sotto: i numeri che lo provanoFrancia – Nuova ZelandaMetri percorsi con il pallone 321 – 253Possesso 61% - 39%Territorio 62% - 38%Placcaggi efficaci 92% - 82%CP concessi 7 – 12Corse palla in mano 117 – 67Della serie: l’operazione è perfettamente riuscita. Ma il paziente è deceduto. La morale è una: a fare la differenza quando si confrontano squadre fra loro comparabili (in altri termini: quando c’è partita vera) è la produttività dei possessi e delle occupazioni territoriali. Non il loro valore assoluto. Chiaro?Giorgio Sbrocco

10
novembre


Nuova Zelanda – Capitano, mio capitano! È Richie McCaw il miglior placcatore della sfida di Parigi. By Giorgio Sbrocco

Tutti hanno potuto vedere e, fatta la tara sul tifo e le preferenze verso un fronte o l’altro, ammirare il “realismo” All Blacks ieri sera allo Stade de France contro un’ottima squadra francese che, alla fine, ha dovuto sì incassare la quarta sconfitta negli scontri diretti di questo 2013, ma ha tenuto testa ai campioni del mondo dall’alto di una consistenza e di un livello di competenza individuale e collettiva, da applausi. Qualche numero per meglio fotografare lo spessore della sfida: Florian Fritz (centro) è stato il miglior placcatore dei suoi con 10 interventi riusciti sugli 11 effettuati. Dietro di lui: il suo compagno di linea Fofana, la seconda Papè e il flanker Lauret (9). Fra i Tutti neri: primo posto per un monumentale (as usually) Richie McCaw autore di 19 placcaggi efficaci (zero errori!). Alle sue spalle si è classificata la seconda linea  Retalick, che di placcaggi ne ha effettuati quanto il suo capitano ma…uno l’ha sbagliato. I numeri non diranno tutta e sempre la verità, però…Giorgio Sbrocco

09
novembre


Francia – Nuova Zelanda immensa. Partita da ricordare! By Giorgio Sbrocco

Gli imbattibili! Opposta a una Francia rigorosa, efficace, motivata e attrezzata come si deve in tuti  i reparti, la Nuova Zelanda di (un sontuoso) Richie McCaw espugna lo Stade de France e si avvia (Inghilterra permettendo, come 12 mesi fa) verso una trionfale stagione perfetta. Nella magnifica notte parigina, a decidere sono le mete di Piutau e Read nel secondo tempo. Francia da applausi che resta incollata ai campioni del mondo fino al 47’ e che trova l’orgoglio delle grandi squadre al 70’ con la meta di Doulin che riduce a 7 il distacco. Da cineteca la “guerra dei 5 metri” per il pareggio che va in scena al 76’ dopo un drive da rimessa laterale, con tutto lo stadio che canta La Marsigliese e il TMO che non assegna la meta a per “pallone tenuto alto” e induce l’arbitro a concedere la mischia ai francesi. La prima viene resettata (anticipo di spinta NZ), seconda pure, la terza è buona on calcio contro NZ e vantaggio giocato fuori con le mani. Niente! Si torna sul calcio. La Francia chiede un’altra mischia! Finisce che Peyper “vede” un mani in mischia che erano anni che… Francia – Nuova Zelanda 19 -26 (pt 9 – 9)Marcatori: 10’ cp Parra, 13’, 20’ cp Carter, 25’ cp Parra, 28’ cp Carter, 32’ cp Carter, 43’ cp Parra, 47’ m. Piutau tr. Carter, 65’m. Read tr. Cruden, 70’ m. Doulin tr. ParraGiorgio Sbrocco

Rugby Ball