24
agosto


Eccellenza – Alle FFOO di Presutti il primo derby romano della stagione. By Giorgio Sbrocco

Le Fiamme Oro hanno vinto il primo derby romano della stagione imponendosi a Ponte Galeria sulla Lazio con il punteggio di 24-7. La partita (3 tempi per un totale di 80’) è stata l’occasione per i due staff tecnici di operare una prima verifica sul lavoro svolto nella fare di preparazione. Di Marco Rosa (5’) servito da Forcucci i primi punti delle Fiamme. Risponde subito la Lazio che schiaccia oltre la linea bianca con Canale. La meta, -trasformata da Gerber, chiude il primo parziale sul 7-5 per gli ospiti della coppia Jmenez-De Angelis. Nel secondo tempo Fiamme ancora in meta col tallonatore VIcerè e punteggio finale che si fissa sul 12-7 grazie alla trasformazione di Benetti. Nie 20 conclusivi minuti di gioco la formazione della Polizia di Stato prende il largo grazie a una netta prevalenza in mischia che genera le marcature di Valcastelli e Forcucci per il 24-7 conclusivo. Soddisfatto ma consapevole che la strada da fare è ancora tanta il tecnico dei cremisi Pasquale Presutti: “Oggi ho ricevuto buone risposte da tutti i ragazzi, sia dai vecchi sia dai nuovi arrivi ma dobbiamo ancora lavorare molto e limare vari aspetti del nostro gioco”.Giorgio Sbrocco

23
agosto


Eccellenza : derby amichevole FFOO – Lazio domani a Roma. By Giorgio Sbrocco

Prima uscita delle “nuove” Fiamme Oro con Pasquale Presutti (ex Petarca) in panchina e un campionato di Eccellenza alle porte da preparare. Amichevole di lusso domani (ore 18) sul campo della caserma Gelsomini (Ponte Galeri, Roma XV) contro la formazione della Mantovani Lazio, sesta nella passata stagione del massimo campionato nazionale. Le fiamme debutteranno in campionato in trasferta contro i campioni d’Italia del Cammi Calvisano domenica 23 settembre Queste le formazioni annunciate da Pasquale Presutti per l’amichevole di domani: Fiamme Oro 1° tempo – Barion, Massaro, Forcucci, Andreucci, Rosa, Boarato, Benetti, Balsemin, Vedrani, Cerasoli, Sutto, Mammana, Di Stefano, Cerqua, CociveraFiamme Oro 2° tempo – Calandro, Mariani, Valcastelli, Andreucci, Rosa, Canna, Vassallo, Favaro, Santelli, Zitelli, Riedi, Cazzola, Pettinari, Vicerè, Gentili.Giorgio Sbrocco

04
luglio


Mauro Bergamasco: alle Fiamme Oro solo per giocare in Eccellenza. Questi erano i patti. By Giorgio Sbrocco

“Comprendo la delusione delle Fiamme Oro, una Società che ho avuto modo di conoscere da vicino apprezzandone l'entusiasmo della dirigenza e la validità del progetto di crescita, ma come giocatore professionista desidero al tempo stesso tutelare la mia immagine” . Questo il passaggio più significativo della risposta di Mauro Bergamasco (affidata a un comunicato stampa) alla dura presa di posizione del Gs Fiamme Oro all’indomani della rinuncia del forte terza linea della Nazionale a entrare  a far parte del XV cremisi e del corpo della Polizia di Stato. Dopo la mancata promozione sul campo nel campionato Eccellenza (sconfitta con San Donà nella finale di serie A), ha chiarito Bergamasco, gran parte delle ragioni del trasferimento sono venute a cadere. In effetti, la promozione (a tavolino, dopo  l’allargamento del massimo campionato a 12 squadre) adesso è sul punto di essere deliberata dalla Fir. Ma è pur vero che, quanto a tempistica, la decisione di Bergamasco risulta sensata e comprensibile. Se davvero gli accordi presi da lui (e da Festuccia) con la dirigenza Fiamme Oro erano legati al passaggio di categoria della squadra. Giorgio Sbrocco

03
luglio


Mauro Bergamasco e Carlo Festuccia vincono il concorso ma non si arruolano. Dura nota delle Fiamme Oro. Coach Presutti: “Peccato, l’idea era ottima”. By Giorgio Sbrocco

Mauro Bergmasco e Carlo Festuccia, i due azzurri che avevano manifestato l’intenzione di chiudere la carriera agonistica con la maglia del Gs Fiamme Oro (in Eccellenza) con lo status di membri effettivi della Polizia di Stato, hanno cambiato idea. Il flanker padovano ha firmato per le Zebre (Pro 12), il tallonatore aquilano probabilmente andrà a Parma. Una decisione, secondo la dirigenza del Gruppo sportivo romano, presa fuori tempo massimo  e apertamente in contrasto con le assicurazioni fornite e gli impegni assunti. Un comunicato dai toni che lasciano poco all’interpretazione è stato diffuso in mattinata e ripercorre i vari passaggi della (poco edificante) vicenda. Vi si legge che: “Durante il periodo del Sei Nazioni a Roma (feb-mar 2012, ndr), i due giocatori  hanno contattato alcuni dirigenti delle Fiamme Oro manifestando l'intenzione di partecipare al concorso riservato agli atleti, che sarebbe stato indetto di lì a poco. Vista la determinazione manifestata da Bergamasco e Festuccia, questa Società, la cui politica è sempre stata quella di arruolare giocatori giovani e di interesse nazionale, è andata oltre le perplessità legate al tesseramento di atleti ultratrentenni, vedendo in Festuccia e Bergamasco anche una buona opportunità legata alla promozione dell'immagine della Polizia di Stato”. La ricostruzione prosegue: “Prima della partenza per il tour estivo della Nazionale nelle Americhe, sia Mauro Bergamasco sia Carlo Festuccia si sono sottoposti, insieme agli altri candidati, alle visite mediche e ai test psicoattitudinali previsti per il concorso in questione, risultando, grazie anche ai titoli sportivi, primi nella graduatoria riservata al proprio ruolo”. Ma qualcosa, a questo punto, ha cominciato a incrinarsi:” Una volta convocato per il tour estivo della Nazionale italiana, Mauro Bergamasco, prima della partenza, ha iniziato ad avanzare dubbi sull'accettare o meno l'ingresso nelle Fiamme Oro. Al rientro in Italia anche Carlo Festuccia ha iniziato a esprimere perplessità circa l'arruolamento”. Fino all’amaro epilogo: “Questa Società ha appreso solamente dagli organi di stampa che entrambi gli atleti non avrebbero fatto parte della rosa delle Fiamme, nonché da comunicati ufficiali della Federazione Italiana Rugby che Mauro Bergamasco per la prossima stagione sarebbe stato un giocatore della Franchigia federale (Zebre, ndr)”. La nota ricorda inoltre che il comportamento dei due (che formalmente hanno rinunciato all’arruolamento dopo che la graduatoria del concorso era stata pubblicata) ha “ precluso l'ingresso ad altri giocatori partecipanti alla selezione che sarebbero potuti risultarne vincitori”. Non certo una bella storia, non c’è che dire. Sul merito della quale non intende entrare il tecnico Pasquale Presutti, un passato petrarchino (il club dove Mauro Bergamasco si è formato) e un futuro sulla panchina delle Fimme Oro: “Non sta a me giudicare il comportamento di Mauro e di Carlo – sono le parole di Presutti – ma personalmente ritengo che l’idea di chiudere la carriera agonistica in Polizia e di costruirsi un futuro professionale in un ambiente di altoprofilo come è il gruppo sportivo Fiamme Oro fosse un’ottima iniziativa. Ne avrebbero guadagnato i due ragazzi e, di riflesso, anche lo sport italiano e l’immagine del corpo. Purtroppo non è andata così e me ne dispiaccio”. In partenza per il ritiro pre stagione sulle Dolomiti, Presutti si è detto certo che “Le Fimme Oro disputeranno una stagione all’altezza delle molte e giustificate aspettative. Abbiamo giovani di grande interesse e onoreremo fino in fondo il nostro impegno”. Giorgio Sbrocco

06
giugno


Serie A: Pasquale Presutti dal Petrarca alla panchina delle Fiamme Oro. By Giorgio Sbrocco

Pasquale Presutti è il nuovo responsabile tecnico delle Fiamme Oro, la formazione della Polizia di Stato che solo sette giorni fa ha concluso la propria esaltante stagione in serie A1 mancando la promozione in Eccellenza causa la sconfitta (13-9) subita a opera del San Donà nella sfida di Prato. Il tecnico abruzzese (originario di Trasacco in provincia de L'Aquila) arriva a Roma dopo aver risolto il rapporto di lavoro che per sei stagioni (2 semifinali e uno scudetto) lo ha legato al Petrarca Padova, squadra con della quale, nel ruolo di pilone destro, è stato per anni bandiera e immagine vincente. “Lascio Padova consapevole di aver svolto fino in fondo il compito che mi era stato assegnato” ha dichiarato Presutti. “La mancata qualificazione ai play off dell'ultimo campionato non è stata determinante nella mia scelta di lasciare il club”. Nelle Fiamme Oro Presutti ricoprirà il ruolo di responsabile tecnico e allenerà la prima squadra. “Mi trasferirò a Roma – ha commentato – città che amo e nella quale torno volentieri. Il progetto delle Fiamme che mi è stato illustrato dalla dirigenza poggia su solide basi e ha obiettivi molto impegnativi. Per me si tratta di una importante sfida che mi è piaciuto raccogliere e che farò di tutto per onorare e vincere”. Presutti potrebbe trovare in rosa, fra gli altri, Mauro Bergamasco e il tallonatore Festuccia. “È un'opportunità di cui ho sentito parlare ma di cui, al momento, non sono in grado di dire nulla di preciso” le parole del neo allenatore. Giorgio Sbrocco

Rugby Ball