08
novembre


Italian League Eccellenza – Presutti aspetta il Petrarca. “Per noi non ci sono partite facili”. By Giorgio Sbrocco

 Sarà il livornese Liperini a dirigere Fiamme – Petrarca sul sintetico di Ponte Galeria domencia per la VI giornata del campionato di Eccellenza. “Per me – ha dichiarato il coach delle Fiamme Pasquale Presutti che a Padova con i bianconeri è stato giocatore a allenatore – quello contro il Petrarca è sempre un match particolare dal punto di vista dei sentimenti. Domenica sarà una partita difficile perché loro vengono da un ottimo inizio di stagione. Ma, e lo ripeto per l’ennesima volta, per noi quest’anno non esistono partite facili”. Confermato il XV vittorioso di Reggio Emilia domenica scvorsa. I dubbi sono legati alle condizioni fisiche del pilone Mirko Pettinari, dell’ala Andrea Bacchetti e del numero 15 Guido Barion.  Ancora fuori per infortunio il  capitano Giuseppe Cerqua e il flanker Lorenzo FavaroFiamme Oro: Naka, Vicerè, Pettinari (Di Stefano), Sutto, Mammana, Zitelli, Vedrani, Balsemin, Canna, Benetti, Sepe, Massaro, Sapuppo, Valcastelli, GaspariniGiorgio Sbrocco

28
ottobre


Fiamme Oro – Presutti: “Fondamentale vince a Reggio. Per lo scudetto: Calvisano e Rovigo”. By Giorgio Sbrocco

 “Era ora! Speriamo che non sia l’ultima…”. Solita trasparente e genuina franchezza nelle parole di Pasquale Presutti a commento della prima vittoria stagionale delle sue Fiamme Oro sabato nel derby con la Lazio. “I ragazzi se la sono meritata e Nicola Benetti (autore della fantastica rimonta al piede nel secondo tempo, ndr) si è confermato il punto di riferimento insostituibile della squadra. Certo commettiamo ancora troppi errori e quanto a disciplina…dobbiamo assolutamente migliorare”.*Domenica a Reggio: partita decisiva?- Importantissima sì. Anche perché andiamo in televisione (differita ore 20.30, ndr).Decisiva, non saprei. Certo che se torniamo a casa con una vittoria…* Poi toccherà al Petrarca- E lì potremo misurare compiutamente lo stato dell’arte e valutare a che punto siamo del percorso di crescita che ci siamo prefissati. Io sono tranquillo: intorno a me vedo gente motivata e con tanta voglia di faticare. Certo: sono giovani e qualche problemino quanto a concentrazione ce l’hanno. Ma è naturale che sia così. Tecnicamente siamo messi abbastanza bene. Possiamo solo migliorare.* Le Fiamme hanno incontrato Rovigo e Mogliano: impressioni?-Parliamo di squadre costruite per concorrere alla conquista dello scudetto e allenate da tecnici capaci ed esperti. Noi siamo andati al Battaglini alla prima giornata e abbiamo pagato dazio fino all’ultimo centesimo dovuto. Lo stesso con Mogliano. Ma non mi preoccupo. La stagione è lunga.*Chi corre per il titolo?- Impressione personale: Calvisano e Rovigo una spanna avanti a tutti. Poi: Mogliano, Viadana e anche Petrarca. Di Viadana mi stupiscono i problemi in mischia chiusa, il reparto che l’anno scorso ha fatto la differenza contro tutti.*Come sta Bacchetti?-Bene, si sta integrando nel gruppo e sono sicuro che il suo sarà un contributo fondamentale alla nostra stagione. Siamo parlando di un ragazzo talentuoso e motivato che alle Fiamme darà moltissimo. Giorgio Sbrocco  

27
settembre


Italian League Eccellenza – Il Mogliano tricolore nel vento di Ponte Galeria. By Giorgio Sbrocco

 “Se mi chiedessero quali siano i punti di forza del Mogliano, io risponderei tutti! Contro di loro dobbiamo evitare distrazioni, perché sanno capitalizzare al meglio gli errori avversari. E poi hanno un ottimo tecnico, che gode della mia stima anche come persona”. Parola di Pasquale Presutti, capo allenatore del XV della Polizia di Stato, reduce dalla pesante sconfitta di Rovigo, alla vigilia del match interno contro i campioni d’Italia del Mogliano di Francesco Mazzariol. Fiamme in campo con una prima linea rivoluzionata. Veneti con qualche acciaccato (Maso, Halvorsen e Benvenuti ) dopo la vittoria sull’Urc al debutto stagionale. Cosi coach Mazzariol: “Siamo consapevoli della voglia di riscatto che le Fiamme avranno in casa. Noi cerchiamo la continuità nelle prestazioni concentrandoci sul nostro gioco e facendo il possibile per insistere a creare alternative come abbiamo fatto contro la Capitolina. Siamo convinti però che a Roma, in alcuni momenti, sarà necessario un enorme sacrificio degli avanti e un gioco meno spettacolare e più verticale per portare a casa la partita. Fondamentale sarà anche la gestione del gioco tattico al piede che con il vento anomalo che soffia costante nel loro campo, la superficie sintetica e i conseguenti rimbalzi che provoca potrebbe fare in alcuni frangenti la differenza."Fiamme Oro: Sepe, Valcastelli, Massaro, Forcucci (cap.), Bacchetti, Canna, Benetti, Amenta, Zitelli, Balsemin, Perrone, Cazzola, Pettinari, Vicerè (v. cap.), Gentili. In panchina Naka, Lombardo, Duca (Di Stefano), Mammana, Rosa, Marinaro, Boarato, SapuppoMogliano: Galon, Onori,   Ceccato Enrico , Bacchin,  Benvenuti,   Padovani,  Endrizzi, Halvorsen, Candiago Edoardo (Cap.), Lazzaroni, Swanepoel, Maso, Ceglie, Gianesini, Costa Repetto. In panchina:  Cornwell, 23 Guarducci. Giorgio Sbrocco

20
settembre


Italian League Eccellenza – Al Battaglini Bacchetti debutta con le Fiamme contro il suo Rovigo. By Giorgio Sbrocco

Ci sarà il debutto in maglia cremisi dell’ala Andrea Bacchetti al Battaglini di Rovigo nel match di apertura della stagione di Eccellenza che vedrà il XV della Polizia di Stato rendere visita a una delle favorite per la vittoria finale. Alla vigilia dela sua prima volta “contro”, nella città dove è nato e sul campo dove si è formato, Bacchetti ha così descritto il suo molto particolare stato d’animo: “Sicuramente quando entrerò al Battaglini mi emozionerò, perché in questo stadio c’è un pezzo del mio cuore. Ma la mia maglia adesso è quella delle Fiamme e farò di tutto per onorarla al meglio. A fine partita  andrò a salutare quelli che fino allo scorso anno erano i miei tifosi e con loro, dopo il match, avrò occasione di scambiare un po’ di battute”. A completare una coppia di attaccanti che promette scintille ci sarà anche Michele Sepe. Per un accordo intervenuto fra i due club, nessun giocatore delle Fiamme Oro indosserà la maglia numero 10: in ricordo dello scomparso Stefano Casotti che militò sia nel Rovigo sia nelle Fiamme. Per Matteo Gasparini (giovanili Benetton): primo match di Eccellenza e prima volta con le FFOO. “Come ho già detto più volte – ha dichiarato il tecnico della squadra romana Pasquale Presutti – prima o poi le squadre forti bisogna affrontarle tutte. Certo, noi iniziamo con quella che è una delle candidate alla vittoria finale. Ci servirà anche come banco di prova per vedere quanto siamo cresciuti dallo scorso anno". Terna arbitrale triveneta con Claudio Blessano (Treviso) coadiuvato dai  giudici di linea Navarra (Udine) e Favero (Treviso). Quarto uomo: Sibillin (Treviso).Fiamme Oro: Gasparini, Sepe, Massaro, Forcucci, Bacchetti, Benetti Canna, Amenta, Zitelli, Vedrani, Cazzola, Perrone, Duca, Cerqua, Cocivera. In panchina. : Naka, Vicerè, Di Stefano, Mammana, Balsemin, Vassallo, Sapuppo, De Gaspari.CZ Rovigo: Basson, Ngawini, Bergamasco, Van Niekerk, Lubian L., Rodriguez, Frati, De Marchi, Lubian E., Ruffolo, Montauriol, Ferro, Roan, Mahoney (cap.), Quaglio. A disposizione: Borsi, Gatto, Pozzi, Maran, Folla, Calabrese, Fratini, Menon.Giorgio Sbrocco

31
agosto


Italian League Eccellenza – Le Fiamme di Presutti vincono il triangolare di Ponte Galeria. By Giorgio Sbrocco

Con un pareggio e un successo di misura le Fiamme Oro di Pasquale Presutti hanno vinto il triangolare disputato sul sintetico della caserma Gelsomini a  Ponte Galeria cui hanno preso parte, oltre al XV della Polizia di stato, anche Lazio e Cavalieri Prato. “Non siamo ancora al massimo dello stato di forma” il giudizio del tecnico dei cremisi. “Ma vedo che qualcosa ogni giorno qualcosa migliora e rispetto a sette giorni fa a L’Aquila ho visto fare ai ragazzi due o tre cosette che mi hanno davvero soddisfatto”. Le tre formazioni romane di Eccellenza si sfideranno sabato prossimo nel memoriale del pilone Brendan Linch sul campo della Capitolina.Risultati:Lazio – FFOO 7 – 7Cavalieri Po – Lazio 21 – 7FFOO – Cavalieri Po 17 – 12ClassificaFFOO  6, Cavalieri 5, Lazio 2Giorgio Sbrocco

26
agosto


Italian League Eccellenza – Alla Lazio il torneo Sebastiani. By Giorgio Sbrocco

La Lazio batte le Fiamme Oro in finale e subentra al XV della Polizia di Stato nell’albo d’oro del torneo intitolato alla memoria del pilone aquilano Lorenzo Sebastiani deceduto nel terremoto che colpì il capoluogo abruzzese il 6 aprile del 2009. L’edizione 2013 si è disputata presso l’impianto di Coppito (sede della scuola della Guardia di Finanza) e ha visto la partecipazione anche de L’Aquila di Nanni Raineri e del Gran Sasso. La (tiratissima) finale ha visto i biancoazzurri superare la squadra di Pasquale Presutti cin il punteggio di 5-0.RisultatiL’Aquila – FFOO 10 – 14Lazio – Gran Sasso 24 – 0Finali3° . 4° posto  L’Aquila – Gran Sasso 14-51° - 2° posto Lazio – FFOO 5 – 0Giorgio Sbrocco

31
luglio


Italia – Sanguin preparatore atletico azzurro al posto di Marco. By Giorgio Sbrocco

Sarà il padovano Giovanni Sanguin a succedere al francese Alex Marco al fianco di Jaqeus Brunel nel ruolo di preparatore atletico della Nazionale azzurra. Sanguin, martellista del Gs Fiamme Oro per cu ha gareggiato ieri per l’ultima volta all’Arena di Milano in occasione degli Assoluti di atletica leggera (classificandosi al quinto posto) è stato nella passata stagione preparatore atletico del Petrarca in Eccellenza e, in precedenza, ha collaborato con il settore tecnico dell’Accademia federale di Tirrenia.Giorgio Sbrocco

23
luglio


Rabo Pro 12 – Nicola Benetti (FF.OO) in Francia con le Zebre. By Giorgio Sbrocco

Prima amichevole pre stagione per le Zebre di Andrea Cavinato che sabato a Millau (ore 18) affronteranno Aurillac (quinto in ProD2 nella passata stagione). Fra i giocatori che giovedì lasceranno Parma alla volta della Francia ci sarà anche il mediano di mischia delle Fiamme Oro Nicola Benetti, eletto miglior giocatore dello scorso campionato di Eccellenza. Secondo il ds delle Zebre Roberto Manghi :”Benetti è un giocatore già pronto grazie alla sua esperienza. Merita questa opportunità per le qualità di maturità e correttezza mostrate sia durante la scorsa stagione sia durante queste settimane di lavoro a Parma. E’ il tipo di giocatore ideale per il nostro progetto di crescita tecnica dei giocatori italiani. Ringrazio per questo motivo il presidente Armando Forgione e tutto il Gs della Polizia di Stato. Il rapporto di collaborazione tra le nostre due realtà sono certo continuerà durante la stagione, soprattutto nelle finestre internazionali di novembre e del Sei Nazioni dove l’apporto di giocatori dal campionato Eccellenza risulterà utile per sopperire alle assenze azzurre”.Giorgio Sbrocco

15
luglio


Italian League Eccellenza – Sette nuovi arrivi per le Fiamme di Presutti. Obiettivo: solo salvezza? By Giorgio Sbrocco

Campagna “acquisti” (in realtà trattasi di arruolamenti nella Polizia di Stato attraverso concorso) di tutto rispetto per la formazione delle Fiamme Oro allenata da Pasquale Presutti che si appresta ad affrontare il suo secondo anno consecutivo di Eccellenza  con l’obiettivo dichiarato di centrare la salvezza ma con la consapevolezza (vista la rosa allestita) di puntare a…qualcosa di più. Sette le facce nuove, fra le quali spiccano il rodigino Andrea Bacchetti e l’ex di Benetton e Cavalieri Prato Michele Sepe.Questi i nuovi arruolati:Mirko Amenta, siciliano nato nel 1991 (192cm. X 98kg.) è un numero 8/seconda linea di valore assoluto, cresciuto nelle giovanili del Viadana, poi passato al San Gregorio e, nell'ultima stagione, in forza ai Crociati Parma. Forte ball carrier, conta presenze nella Nazionale Seven.Andrea Bacchetti, rodigino classe 1988 (185X91), trequarti/ala ha giocato fino allo scorso anno con la maglia rossoblu dei Bersaglieri. Dopo aver fatto tutta la trafila delle selezioni Nazionali giovanili e seven, ha esordito nella Nazionale maggiore di Nick Mallet durante il 6 Nazioni 2009 collezionando due caps.Marco Di Massimo, centro/estremo aquilano nato nel 1987 (182X85), nella stagione conclusasi lo scorso maggio è stato il capitano della squadra abruzzese, con la quale ha conquistato il titolo di MVP dell'Eccellenza 2011-2012.Vittorio Marazzi, nato a Roma nel 1993 (188X100), va a rinforzare la truppa delle terze linee delle Fiamme (tra le più giovani del campionato), ha giocato l'ultimo torneo di Eccellenza tra le fila dei Crociati Parma. È tra i pochi giocatori a poter vantare presenze in due mondiali Under 20 e in altrettanti 6 Nazioni di categoria.Laert Naka, di origini albanesi ma di nazionalità italiana, è un pilone sinistro. Nato nel 1989 (182X110) è cresciuto nelle giovanili della Benetton Treviso, ha vinto uno scudetto con il Petrarca Padova ed è campione d'Italia in carica con il Mogliano.Ivan Perrone, seconda linea bresciana classe 1990 (195X113), proviene dal Rugby Reggio, vanta numerose convocazioni nella nazionale Under 20 (vittoria europeo B) e nella "Emergenti".Michele Sepe, nasce a Roma nel 1986 dove inizia la carriera rugbystica passando dalla Lazio alla Capitolina, per poi approdare al Viadana e alla Benetton Treviso. Ala/estremo (184X92), vanta anche 3 caps con la Nazionale maggiore e torna nella sua città, dopo l'ultima esperienza ai Cavalieri Prato, per rilanciarsi ed andarsi ad unire alla linea dei trequarti delle Fiamme che, anche grazie a lui, acquisisce maggior consistenza. Giorgio Sbrocco

13
luglio


Italian League Eccellenza – La Nuova Rugby Roma si allea con le Fiamme Oro. By Giorgio Sbrocco

La Nuova Rugby Roma di Roberto Barilari ha firmato un protocollo d’intesa con le Fiamme Oro e collaborerà con la struttura tecnica e logistica del gruppo sportivo della polizia di Stato nella cura del settore giovanile. La squadra under 18 nata della nuova realtà romana giocherà a Ponte Galeria e vestirà una divisa di gioco che richiamerà i colori social idei due soggetti coinvolti nell’operazione: il cremisi dei poliziotti e il bianco-nero della Rugby Roma. Intanto la storia (infinita) della gestione dell’impianto delle Tre Fontane ha scritto un nuovo capitolo: il Tar del Lazio ha annullato il bando di concorso sulla base del quale il complesso sportivo era stato assegnato in gestione alla Rugby Roma club. Chi vivrà (forse) vedrà.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball