06
marzo


Italian League Eccellenza – Pena scontata per Luigi Ferraro (Calvisano). In campo il 24 contro Prato? By Giorgio Sbrocco

Luigi Ferraro, il tallonatore fiorentino del Cammi Calvisano, squalificato per 7 mesi in quanto ritenuto colpevole (prova televisiva su ricorso del Viadana) di aver sferrato un pugno in azione di gioco al centro di Viadana Riccardo Pavan (fatti risalenti al 23 dicembre), potrà tornare in campo dal 24 marzo ed è probabile che disputi la partita interna dei bresciani contro i Cavalieri Prato allo stadio San Michele. La pena originaria era stata già ridotta (a sei mesi) dal Giudice sportivo Fir in accoglimento del ricorso della società giallonera. Oggi la Commissione d’Appello Federale ha ritenuto sufficienti i due mesi di squalifica già scontati. Il commento del giocatore: “Sono contentissimo della riduzione a due mesi; da quando gioco a rugby non avevo mai preso un cartellino rosso e la pesante sentenza mi aveva un po’ demoralizzato; devo ringraziare la squadra, lo staff e la società, per avermi sostenuto in questi due mesi in cui non ho giocato, due mesi che mi sono certamente serviti per riflettere sull’accaduto; per aver creduto nella mia volontà di non voler far male a Riccardo Pavan nella partita a Viadana, e per essersi prodigati in ambito legale per la riduzione della pena. Ora tornerò a giocare mettendoci la faccia e tutto me stesso, per dare una mano ai miei compagni e dimostrare, che ho imparato la lezione”.Giorgio Sbrocco

Eccellenza – Cavinato (Calvisano) sulla squalifica di Ferraro: “Pena molto pesante. Senza precedenti al mondo”. By Giorgio Sbrocco

“Sono sereno. Mi spiace umanamente per il ragazzo, ma il mio lavoro è allenare il Calvisano, non commentare l’operato dei giudici”. Così l’allenatore del Calvisano Andrea Cavinato sulla squalifica di sette mesi comminata al suo tallonatore Luigi Ferraro per il pugno a Riccardo Pavan nel corso di Vadana-Calvisano del 23 dicembre. *Converrà che si tratta di una pena molto pesante…- C’è poco da convenire. Sette mesi sono sette mesi, mettiamoci anche la pausa estiva…E per un pugno. Penso a quello di Hore (tallonatore All Blacks) contro il Galles o a quello di Tuilagi. Il primo salterà un paio di amichevoli, l’altro mi pare abbia preso 15 giorni. Niente da dire sulla colpevolezza del mio giocatore. Ma la pena dovrebbe essere adeguata al delitto…Credo non esistano precedenti al mondo di una penalizzazione tanto pesante per un fatto del genere *C’è il precedente di Montauriol (del Cz Rovigo, aprile 2012) che colpì al volto con un calcio un giocatore di Prato a terra…- Cinque mesi poi ridotti a tre *Quella di Ferraro sarà un’assenza che peserà sulla squadra?- Nel ruolo abbiamo ottimi giocatori. Gente come Violi e Morelli. A Calvisano è forte il gruppo, i singoli servono ad alzare il rendimento del collettivo. Ricordo ancora quando se ne andò Pascu (ora a Viadana), era Natale, pareva la fine del mondo. Poi vincemmo Coppa Italia e Scudetto! Ripeto: sono addolorato e dispiaciuto per Ferraro. Ma lo sono sul piano umano. So cosa vuol dire stare fuori un campionato intero… *Calvisano presenterà ricorso?-Non dipende da me. È una decisione che spetta alla dirigenza del club.  *Ma se dipendesse da lei lo presenterebbe?- Sa cosa mi pesa in maniera particolare? Quei due mesi aggiunti come aggravante. Mi sembrano, non solo eccessivi, ma per come si sono svolti i fatti direi: gratuiti, fuori luogo. Calvisano sarà in campo sabato al San Michele per il quinto turno di Amlin cup contro Bucarest.Giorgio Sbrocco  

Rugby Ball