25
maggio


Italia League Eccellenza – Casellato raggiante. Frati deluso. By Giorgio Sbrocco

Umberto Casellato, dopo la finale scudetto vinta al Chersoni sui Cavalieri Prato. “Non potevo sognare epilogo migliore per questa avventura, siamo felici, abbiamo ottenuto una grande vittoria contro un grande avversario. Prato era l’avversario più ostico che avremmo potuto trovare lungo la strada, siamo riusciti a superarlo con merito. Avevo chiesto alla squadra un gioco diverso, molto più gioco al piede viste le condizioni meteo. Hanno scelto di fare di testa loro, e va benissimo così” . Poi riconosce: “ Aver perso Majstorovic ha penalizzato molto le loro soluzioni offensive, ma siamo stati bravi a tenere in ogni situazione di gioco, a non perdere la testa nel finale quando eravamo sotto pressione e in inferiorità numerica. E’ una gioia immensa”.Secondo Filippo Frati, allenatore della formazione sconfitta: “La perdita di Majstorovic nei primi minuti di gioco è stata decisiva, abbiamo perso molte opzioni e McCann da solo ha fatto quel che ha potuto in mezzo al campo. Pieno merito al Mogliano, ha portato a casa questa finale e questo scudetto giocando al meglio. E’ una vittoria meritata, non voglio dire altro se non che per me ed Andrea De Rossi è una grande delusione lasciare questa squadra e questo gruppo con una sconfitta in finale. La squadra è rimasta unita sino alla fine, ha superato molte difficoltà, avremmo voluto lasciare un discorso diverso. Grazie alla squadra e ai tifosi che ci sono sempre stati vicini ed oggi hanno sostenuto” . Nessun accenno alla decisione del TMO Damasco che non ha concesso a Prato la meta all’80’ che avrebbe potuto ribaltare l’esito della sfida tricolore.Giorgio Sbrocco

25
maggio


Italian League Eccellenza – Petillo, Frati e il tempo di tacere. By Giorgio Sbrocco

Così Luca Petillo, terza linea dei Cavalieri Prato oggi in finale al Chersoni per lo scudetto n. 83 del rugby italiano all’indomani della notizia della sua esclusione dalla formazione che scenderà in campo contro Mogliano, su Filippo Frati e Andrea De Rossi suoi allenatori: “…due persone che valgono zero! Due persone piccole cosi! Irrispettose, che meritano lo schifo che tutti gli dicono alle spalle! Due  persone senza il coraggio di guardarmi negli occhi mentre mi dicono ciò (l’esclusione, ndr)! Vergogna! C’è solo rabbia nel mio cuore".Così le ultime righe della replica di Filippo Frati: “…con quelli come te, che cercano la compassione degli altri su Facebook anziché comportarsi da uomini, ci si deve comportare di conseguenza. Rileggi quello che hai scritto e vergognati!". Ecclesiaste 3.7: …tempus scidendi et tempus consuendi, tempus tacendi et tempus loquendi. Tacendi, tacendi. Tacendi tutta la vita! Giorgio Sbrocco

23
maggio


Italian league Eccellenza – Prato vuole lo scudetto. Frati: “Noi favoriti? Un mese fa Mogliano ci ha battuti”. By Giorgio Sbrocco

Così Filippo Frati in vista della finale scudetto di sabato al Chersoni contro Mogliano: “Affrontiamo una squadra fortissima che nel girone di ritorno ha praticamente perso solo la prima partita a Viadana, l'ultima a Padova non fa testo, e conquistato 40 dei 71 punti finali. Un mese fa ci ha anche battuto”. Ancora sugli avversari trevigiani: “Mogliano ha fatto una campagna acquisti sontuosa. Repetto, Galon, Pavanello, Steyn, Barbini, Rodriguez, Nathan che si sono aggiunti ai confermati, Ravalle, Candiago, Lucchese, Ceccato e Fadalti, ne fanno una squadra di grande spessore, rinforzata rispetto all'anno scorso quando si fermò in semifinale. Sarà quindi una partita aperta ad ogni risultato che ovviamente giocheremo per vincere e rimanere imbattuti a casa nostra”. Nella formazione annunciata oggi: rientrano Bernini al centro della terza linea e Borsi in primaCAVALIERI PRATONgawini, Siale, Majstorovic, McCann, Ragusi, Vezzosi, Patelli (cap.), Bernini, Saccardo, Ruffolo, Nifo, Cavalieri, Roan, Giovanchelli, Borsi. In panchina: Balboni, Lupetti, Boggiani, Del Nevo, Frati, Matzeu, Tempestini, GarfagnoliGiorgio Sbrocco

Rugby Ball