19
ottobre


Erc – Il 30 ottobre la decisione sul futuro delle Coppe. Biscotti celtici all’orizzonte? By Giorgio Sbrocco

Occhio al biscotto ovale! Celtico, per l'esattezza. Sono due le partite del secondo turno di HC sotto la lente d’ingrandimento dei (soliti) beniformati alla perenne ricerca di verità nascoste. In due parole la trama dell’ennesimo episodio di questa “siessai alla vaccinara in salsa celtica” Per la gioia di chi fa fatica ad accettare i verdetti del campo e ha sempre qualcosa da dire e da aggiungere. Il prossimo 30 ottobre si riunirà a Dublino la commissione dell’Erc incaricata di studiare le possibili future evoluzioni del format delle due competizioni continentali. Più semplicemente: di cambiare le quote (garantite) di partecipazione a HC e Amlin attualmente in essere. Ancor più terra terra: far fuori un’italiana dalla Hc e almeno due dalla Amlin. Con il corollario di un trattamento, simile se non identico, da riservarsi alle squadre scozzesi (Edimburgo e Glagow). Essendo ritenute Italia e Scozia (nonostante la semifinale colta da Edimburgo l’anno passato) gli anelli deboli della doppia competizione. Tagliando una scozzese e un’italiana, e poi magari riducendo il numero delle partecipanti da 24 a 20 (Brunel sostiene che si tratta di una sciocchezza), si potrebbe andar verso il format modello “6+6+6+ le due detentrici” che tanto piace a inglesi (e francesi?) che metterebbe sullo stesso piano Top14, Premiersip e Pro 12. Con evidente e pesante penalizzazione di quest’ultimo campionato che passerebbe dagli attuali 10 (11nelle’edizione in corso per via della vittoria di Leinster) posti sicuri a 6. Con italiane e scozzesi a pagare il prezzo più alto. Dove starebbe il pericolo di biscotto? Nelle due partite delle scozzesi, appunto, che dopo un primo turno nel segno della doppia sconfitta (pesantissima quella interna di Edimburgo con i Saracens) saranno di scena: in casa con l’Ulster Glasgow e al Thomond Park di Limerick Edimburgo contro Munster. Arrivare al tavolo delle trattative con una o due vittorie di così elevato peso specifico sarebbe senza dubbio un buon inizio di contrattazione. Oltretutto nell’interesse (anche) della federazione  irlandese in quanto rappresentante in quota parte il gruppo delle celtiche da tagliare. Da qui l’idea (balzana?) del biscotto. Enrico Borra, nel suo editoriale sull’argomento pubblicato da Insiderugby esclude ogni possibilità di torbidi accordi e sostiene che “vincerà il migliore”. Di solito ci prende. Vedremo se anche stavolta…(nella foto di Elena Barbini il possente n.8 di Leinster e della Nazionale irlandese Healsip)Giorgio Sbrocco

05
ottobre


Pro 12 – Grande Benetton! Espugna Murrayfield e torna dalla Scozia con uno storico successo. Barbieri Super merita la Nazionale! By Giorgio Sbrocco

Edimburgo – Benetton  22  -27 (pt 10-17) Marcatori: 4’ cp Laidlaw, 19’ mT Benetton tr. Di Bernardo, 34’ m. Vissser tr. Laidlaw, 38’ cp Di Bernardo, 40’ m. Barbieri tr. Di Bernardo, 48’ cp Di Bernardo, 55’ m. Barbieri tr, Di Bernardo, 57’ mnt Le Jones, 78’ m. Fife tr. Laidlaw Arbitro: Liperini (I) Fantastico Benetton! Espugna Murrayfiel (dove non aveva mai vinto), impartisce a Edimburgo una lezione di lucidità tattica e di concretezza, esibisce un Barbieri (e anche Di Bernardo: niente maòle davvero) che, a questo punto, sarebbe delittuoso non mettere titolare in Nazionale e torna dalla Scozia con la consapevolezza di poter ancora e ulteriormente progredire.  Il successo dei Leoni di Franco Smith ha preso corpo al 19’ (meta tecnica trasformata da Di Bernardo) e dopo la marcatura di Visser (ancora lui!) si è sostanziata con i tre punti dell’apertura e la meta dell’italo canadese numero 8 che hanno scritto 17-10 per Treviso alla fine del primo tempo. Altri 10 punti nella ripresa (ancora Barbieri in meta) e 10’ in 14 dopo il giallo a De Marchi (64’) senza che gli scozzesi riescano a capitalizzare la superiorità numerica rendono la vittoria di Pavanello e compagni doppiamente significativa e oggettivamente importante. Da incorniciare gli ultimi due minuti di gara, dopo la meta del panchinaro Fife che aveva fruttato ai padroni di casa il punto di bonus e riacceso le speranza di sorpasso. Sugli altri campiUlster – Connacht 25 – 0Scarlets – Newport 24 – 13 Giorgio Sbrocco  

04
ottobre


Pro 12 – Edimburgo con Tim Visser e Greig Laidlaw per battere Treviso. By Giorgio Sbrocco

 Due sconfitte consecutive fuori casa per Edimburgo (Newport e Leinster) di coach Bradley, prima del match di domani sera contro Treviso in Pro 12 a Murrayfield (20.30 italiane,campo inviolato dalle formazioni italiane). Il bilancio dei 4 precedenti fra le due squadre dice 3-1 per gli scozzesi. Occhi puntati sull'olandese naturalizzato Tim Visser (autore di 7 mete) e sull'esperto capitano  Greig Laidlaw (41 punti e 75% dalla piazzola). E occhio a Ben Atiga schierato primo centro.EDIMBURGO15 Greig Tonks14 Lee Jones13 Matt Scott12 Ben Atiga11 Tim Visser10 Greig Laidlaw (capitano)9 Chris Leck8 Dimitri Basilaia7 Roddy Grant6 David Denton5 Sean Cox4 Grant Gilchrist3 Willem Nel2 Ross Ford1 Allan Jacobsen A disposizione:16 Andy Titterrell17 John Yapp18 Lewis Niven19 Netani Talei20 Ross Rennie21 Richie Rees22 John Houston23 Dougie FifeGiorgio Sbrocco 

27
settembre


Pro 12 – Scozzesi sul velluto? Il big match è all'Arms Park di Cardiff. By Giorgio Sbrocco

Turno che pare disegnato apposta per favorire le due squadre scozzesi il quinto di Pro 12. Glasgow, annunciato con Strauss al centro della terza linea e con tutti gli effettivi disponibili, ospiterà infatti le Zebre che, prima della pausa forzata per il lutto del nordirlandese Nevin Spence, a Edimburgo ne avevano presi 40 e passa. Il XV della capitale sarà in trasferta in Galles, sul terreno della meno forte delle quattro squadre “regionali”, i Dragoni di Newport. Decisamente meno prevedibile il resto del cartellone, a cominciare dal match di sabato a Monigo fra Benetton e Scarlets. Per  i tifosi trevigiani la formazione di Llanelli è legata al felice ricordo del debutto assoluto e vincente dei Leoni in Magners league (due anni fa) proprio contro gli Scarlets (in meta con l'allora semi sconosciuto...George North). Tutta da seguire anche Cardiff-Ulster all'Arms Park (arbitro l'italiano Mitrea), una partita che potrebbe (cominciare a) dire qualcosa di importante e attendibile in chiave play off. Incerto anche il match di Swansea fra i ritrovati Ospreys (corsari a Llanelli dopo tre stop consecutivi in avvi odi stagione) e Munster. Pronostico scritto, invece, a Galway, dove i dublinesi di Leinster non dovrebbero faticare troppo per imporsi (largamente) su Connacht.Pro 12 – V giornata venerdì 28Newport Dragons - Edimburgo Cardiff Blues - Ulster Glasgow Warriors - Zebre Connacht - Leinster sabato 29Ospreys - Munster Benetton Treviso – ScarletsGiorgio Sbrocco

14
settembre


Pro 12 – Niente da fare per le Zebre in Scozia. Ospreys sconfitti in casa da Glasgow. Ulster di un punto nel derby irlandese. By Giorgio Sbrocco

Edimburgo – Zebre 41 – 10 (pt 20-3)Marcatori: 7’ cp Laidlaw, 22’ m. Cox tr. Laidlaw, 27’ cp Halangahu, 30’ cp Laidlaw, 38’ m. Visser tr. Laidlaw, 43’ m. Ford tr. Ladlaw, 59’ m tecnica Edimburgo tr. Laidlaw, 70' m. Sinoti tr. Halangahu, 80' m. Visser tr. Laidlaw Sconfitta come da pronostico per le Zebre a Murrayfield contro Edimburgo. Due le mete dei padroni di casa nel primo tempo (Cox e Visser) cui si sono aggiunti 10 punti dal piede del cecchino Craig Laidlaw. Per le Zebre, che hanno tenuto testa agli avversari per tutto il primo quarto chiuso sullo 0-3, un calcio poco prima della mezzora del debuttante australiano Halangahu. Chiuso il primo tempo sul 20-3, Edimburgo allunga in apertura di secondo tempo con la meta (trasformata) di Ford che vale il 27-3 e avvicina gli scozzesi al prezioso punto di bonus offensivo. Al 54’ le Zebre perdono Geldenhuys per giallo (al suo posto entrerà Cazzola), accusano il colpo e al 59’ subiscono la meta tecnica che porta ai padroni di casa il quinto punto della serata. Gajan manda in campo tutta la panchina, ma la mpossa serve più  far fare esperienza ai tanti giovani che il tecnico francese ha portato in Scozia, piuttosto che incidere sul risultato finale. Prima del triplice fischio l'estremo Sinoti trova il giusto intervallo da attaccare e, grazie alla cuccessiva trasfromazione di Halangahu porta a 10 lo score della formazione italiana. Poi all'80' è Visser che mette il marchio sulla serata icente dei suoi. La termine di nua partita comunque piacevole che ha premiato la squadra oggettivamente più consistente, rigorosa ed efficace.   Pro 12 – Risultati III giornataOspreys – Glasgow 10-28Ulster – Munster 20-19Edimburgo - Zebre 41-10 Giorgio Sbrocco

18
agosto


Pro 12 – Neil Back: “Edimburgo ha mezzi e uomini per eccellere. La classifica è da migliorare”. By Giorgio Sbrocco

Neil Back si dice soddisfatto del primo periodo di lavoro con gli avanti di Edimburgo, club che ha raggiunto nel corso dell’estate, dopo importanti esperienze negli staff tecnici di Inghilterra, Leicester e Lions. “Sono stato favorevolmente impressionato dal comportamento di giocatori che conoscevo solo di fama” ha dichiarato il 43enne Back. “Dopo averli visti all’opera mi sono convinto che in questa squadra c’è un buon numero di giocatori di alto livello. Ragazzi che devono passare da “buoni” a “grandi” giocatori. Se sarò in grado di contribuire, con il mio lavoro, al loro miglioramento, questo sarà per me motivo di grande soddisfazione, oltre che una importante conquista”. Sulla stagione celtica che va a cominciare: “Dobbiamo migliorare la nostra ultima prestazione in Pro12 e ottenere una classifica che sia all’altezza dei nostri mezzi. Penso che ci riusciremo aumentando la concorrenza interna. La lotta per conquistare un posto in squadra non potrà farci che del bene. La classifica finale della scorsa stagione (penultimo posto, 32 punti, 6 vittorie, 15 sconfitte, ndr) non può essere considerata soddisfacente per questa squadra”. Il riferimento è all’impresa compiuta da Edimburgo in HC, quando raggiunse (prima formazione scozzese della storia) le semifinali. “Ho visto quella partita (persa di misura contro Ulster, ndr) – ha spiegato l’ex campione del Mondo 2003 – senza sapere che sarei venuto a Edimburgo ad allenare. Ricordo che rimasi molto favorevolmente impressionato dallo stile mdi gioco, dalla fluidità della manovra e dal valore dei giocatori”.Giorgio Sbrocco

Heineken cup: Tre francesi, due inglesi, due irlandesi e una gallese ai quarti. Sostiene Sean Holley. By Giorgio Sbrocco

 L’ex tecnico degli Ospreys Sean Holley ha messo nero su bianco (The Rugby paper) la sua analisi e, soprattutto, il suo pronostico  sulla prossima edizione della Heineken cup, la Champions league della palla ovale. Una competizione che, grazie all’eccellenza della cifra tecnica espressa e all’estremo equilibrio che da anni la contraddistingue ha conquistato un posto fra le grandi disfide ovali del pianeta. Una competizione, fanno notare i “non amici” di Sean Holley, che gli è costata il posto sulla panchina della squadra gallese dopo nove stagioni e tre Celtic vinte (oltre a una Anglo-Welsh) all’indomani del 36-5 subìto a Biarritiz nel match che avrebbe potuto qualificare gli Ospreys ai quarti di finale. Quanto all’edizione 2012/2013, la previsione più fuori dal coro riguarda i vice campioni d’Inghilterra dei Leicester Tigers che, secondo Holley, non passeranno la fase a gironi. Quella più in linea con il parere degli "esperti" riguarda Edimburgo che, secondo il coach galelse, non ripeterà l'exploiti delal passata stagione che lo portò in semifinale dopo aver eliminato Tolosa nei quarti. Procedendo con ordine.Pool 1 -  Saracens al primo posto, seguito da Munster che però non si passerà il turno come miglior secondo. Due i giocatori da tenere sotto attenta osservazione: Schalk Britz (Saracens) e Petere O’Mahonney (Munster) Pool 2 (il girone della Benetton Treviso) – Vincerà Tolosa ma gli Ospreys, secondi, passeranno ai quarti. Occhi puntati su:Ryna Jones (Ospreys) e Luke McAllister (Tolosa) Pool 3 – (il girone delle Zebre) - Harlequins primi davanti a Biarritiz che volerà ai quarti. Osservati speciali: Chris Robshaw (Harlequins) e Dimitry Yachvili (Biarritz) Pool 4 – Vincerà Ulster davanti a Northampton che però non passerà oltre. Migliori del girone: Ryan Lamb (Northampton) e Tommy Bowe neo acquisto dell’Ulster. Pool 5 – Vincerà Leinster che metterà dietro Clermont. Francesi fuori dai giochi dopo la prima fase. Individualità di spicco: Jonathan Davies (Scarlets) e Jamie Healship (Leinster) Pool 6 – Senza dubbio Tolone, che sovrasta (e schiaccia) la concorrenza anche sul piano del budget. Secondo: Montpellier ma niente quarti di finale. Da ammirare: Fernandez Lobbe (Tolone) e Jamie Roberts (Cardiff) pronto a spiccare il volo con i Lions in tour. Giorgio Sbrocco  

22
maggio


Tags

Pro 12 – Edimburgo si rafforza fra conferme e nuovi acquisti. In seconda linea arriva il sudafricano Izak van der Westhuizen. By Giorgio Sbrocco

Continua senza sosta la campagna di potenziamento di Edimburgo in vista della prossima stagione di Pro 12 e di HC. Il seconda linea sudafricana Izak van der Westhuizen (Cheetahs), 26anni, nativo di Kimberley, che ieri  ha firmato un contratto biennale con la formazione scozzese. Dopo un 2010 molto tribolato (problemi all’inguine) van der Westhuizen si è segnalato nella stagione corrente di Super 15 per le 12 presenze totalizzate in maglia Cheetahs (100%), arriverà in Europa a ottobre, dopo la Currie Cup. “Ho voglia di mettermi alla prova contro i migliori giocatori europei “ ha dichiarato. Il rugby che gioca Edimburgo è basato sulla velocità e sulla continua circolazione della palla. Assomiglia molto a quello che si gioca in Super 15”. Con il suo arrivo Edimburgo completa una batteria di seconde linee davvero di alto profilo, composta da: Sean Cox, Grant Gilchrist, Steven Turnbull, Robert McAlpine  e Perry-John Parker. Secondo l’head coach degli scozzesi Michael Bradley: “Dopo la conquista della semifinale di HC abbiamo puntato a potenziare ulteriormente il pacchetto e la squadra in generale. Abbiamo confermato 19 dei nostri giocatori della passata stagione e puntiamo a una stagione ei grande competitività su tutti i fronti”. Giorgio Sbrocco

Rugby Ball