22
luglio


Italian League Eccellenza – Carlo Pratichetti sulla panchina dei Cavalieri. By Giorgio Sbrocco

Sarà il romano Carlo Pratichetti (49 anni, nella passata stagione sulla panchina dell’Avezzano) a guidare dalla panchina  i Cavalieri Prato nel prossimo campionato di Eccellenza. Pratichetti (tallonatore, 2 caps in azzurro nell’Italia della Coppa Fira), subentra alla coppia Frati-De Rossi che ha traslocato (in compagnia di un buon numero di titolari) a Rovigo.Giorgio Sbrocco

21
luglio


Italia – Aaron Persico in Sardegna. Giocherà con l’Amatori Capoterra. By Giorgio Sbrocco

Aaron Persico: da Rovigo in Eccellenza all’Amatori Capoterra (Cagliari) del presidente Carlo Baire e di coach Manuel Queirolo in serie A. A 35 anni la terza linea di origini neozelandesi (provincia di Wellington) in Italia dal 1998, 56 volta azzurro al Mondiale e al Sei Nazioni (ex Viadana, Calvisano, Agen, Leeds) sceglie il sole della Sardegna e si disegna un fine carriera che potrebbe vederlo passare dal campo alla panchina nel ruolo di tecnico. Per il club sardo un’importante iniezione di esperienza e di talento che potrebbe risultare decisiva in un campionato che si annuncia particolarmente equilibrato. Giorgio Sbrocco

21
luglio


Italian League Eccellenza – Domani Mogliano e Petrarca al lavoro. By Giorgio Sbrocco

Lunedì di raduni pre campionato per i campioni d’Italia di  Mogliano che si ritroveranno allo stadio Quaggia (ore 18) agli ordini del nuovo capo allenatore Francesco Mazzariol e del preparatore atletico Da Lozzo. Con loro il riconfermato Franco Properzi. Nell'agenda della squadra trevigiana un’amichevole contro le Zebre dell’ex Umberto Casellato in programma a Mogliano il 23 agosto. Alla stessa ora, a qualche chilometro di distanza, prenderà il via ufficialmente anche la stagione 2013/2014 del Petrarca Padova di Andrea Moretti e Rocco Salvan. Bianconeri che confermano la strada intrapresa della valorizzazione del vivaio con ulteriori innesti di giovani emergenti accanto a due stranieri di qualità e esperienza: l’estremo sudafricano Jordaan (Natal Sharks) e una seconda linea il cui nome verrà comunicato  a giorni. Amichevole celtica anche per i bianconeri : il 30 agosto a Monigo contro la Benetton.Giorgio Sbrocco

20
luglio


Italian League Eccellenza - Decisione presa: campionato a 11 squadre. By Girogio Sbrocco

Quello della stagione 2013/2014 sarà un campionato di Eccellenza a 11 squadre. Così ha deciso il Consiglio della Fir riunito a Napoli. Il posto lasciato libero dai Crociati (che non hanno presentato domanda di iscrizione) non è stato assegnato al Pro Recco che aveva fatto domanda di ripescaggio. Invariata la formula, le retrocessioni passano da tre a due. In vista di una stagione 2014/2015 a dieci squadre.Eccellenza 2013/2014Marchiol Mogliano (Campione d’Italia 2012/2013)Estra I Cavalieri PratoRugby ViadanaCammi CalvisanoVea Femi-CZ RovigoPetrarca PadovaMantovani LazioFiamme Oro RomaOrved San DonàRugby ReggioUnione Rugby Capitolina (Campione d’Italia Serie A 2012/2013)Giorgio Sbrocco

18
luglio


Italia – A Napoli il CF decide di campionati, televisioni e sedi dei Test match. By Giorgio Sbrocco

Composizione del campionato di Eccellenza (Parma-non Parma, 11 squadre, dentro la Pro Recco…) e di quelli inferiori con un buon numero di rinunce e ripescaggi da ufficializzare, notizie dei diritti televisivi (c’è qualcuno che vuole il Pro 12? Sky lascia o raddoppia?) e sedi dei Test autunnali (se l’Argentina va a Roma per l’operazione “Francesco in tribuna”, l’Australia gioca a Napoli?). Questo l’odg della riunione del Consiglio federale di domani e sabato a Napoli sotto la presidenza di Alfredo Gavazzi. Temi senz’altro caldi che attendono risposte il più possibile definitive alla vigilia di una stagione che potrebbe ridisegnare gran parte del panorama del rugby internazionale di club e rivedere (per noi: al ribasso) le quote di partecipazione italiana alle Coppe e alla Lega celtica.Giorgio Sbrocco

17
luglio


Italian League Eccellenza – I due nuovi stranieri di Viadana. By Giorgio Sbrocco

Un centro/ala figiano formatosi in Australia e una seconda linea dal Sud Africa. Resi noti oggi i nomi dei due nuovi stranieri del Viadana. Non si tratta di nomi noti nel giro del rugby professionale. Una ragione in più per ritenere che siano i giocatori di cui la formazione mantovana aveva bisogno. DANIEL YAKOPO: nato a Suva (Fiji) il 27 giugno 1988, è alto 180 cm e pesa 88 kg. Ha esordito nei Camberra Vikings crescendo con i Brumby Runners fino al 2009. Le prestazioni di “Bula” Yakopo durante gli importanti tornei Seven di Darwin, Kiama, Crescent Heads e Queanbeyan, hanno stimolato la curiosità degli osservatori della selezione “Wallabies 7’s”, una maglia prestigiosa che Daniel ha vestito dal 2009 al 2012. Nelle ultime due stagioni sportive ha giocato con i Parramatta Two Blues partecipanti alla Shute Shield, ovvero il campionato semi-pro dell’area di Sydney in cui si concentrano, in gran parte, i rugbysti alla base del movimento ovale australiano.   JOUBERT PRINSLOO HORN: nato a Welkom (Sud ASfricsa) l’8 ottobre 1988, è alto 197 cm e pesa 110 kg. È  un seconda linea che può essere schierato anche in terza. L’esordio seniores è con gli Shimblas in Varsity Cup (2009-12) salvo poi passare nei Griqualand West dove gioca per un anno nell’Under 21. Nel suo percorso c’è un biennio ai Griffons con i quali prende parte sia alla Currie Cup che alla Vodacom Cup. Nel 2013 ritorna ai “Griquas” con i quali ha preso parte al campionato sudafricano delle Provincie.  Dal punto di vista tecnico, Horn è un classico numero 5 mobile da cui il Viadana si aspetta grande sostanza in mischia e rimessa laterale oltre al dinamismo in giro per il campo.Giorgio Sbrocco

17
luglio


Tags

Italian League Eccellenza – Tre retrocessioni sono tante. Troppe? By Giorgio Sbrocco

In attesa che il consiglio federale  di venerdì a Napoli deliberi sulla composizione del prossimo lotto delle squadre partecipanti al campionato di Eccellenza (e che faccia chiarezza circa l’ammissibilità o meno di una formazione parmense, non necessariamente denominata Crociati), c’è un aspetto della questione che nessuno, al momento, sembra considerare rilevante. Si tratta della disposizione per cui la prossima stagione del massimo campionato, dovendo essere l’ultima prima del ritorno al format a dieci, prevede tre retrocessioni. Si tratta, a ben vedere, di un unicum a livello planetario. Un torneo a 12 squadre con formula all’italiana (round Robin) con partite di andata e ritorno che si concluda con tre retrocessioni è una competizione che rischia di essere falsata dall’enormità del rapporto concorrenti/retrocessi. Tale rapporto definisce le probabilità percentuali che una squadra partecipante a un campionato ha di poter retrocedere al termine della stagione. Pur trattandosi di una “una tantum” prevista in via straordinaria e solo per l’annata 2013/2014. La sproporzione di fondo rimane. E non si tratta di poca cosa.  Confrontando i dati sotto riportati si noterà come, ad esempio, una squadra iscritta ala campionato di Eccellenza ovale ha (esattamente) quattro volte le probabilità di retrocedere rispetto a una del massimo campionato di basket, il doppio rispetto ai colleghi del volley e consistenti distacchi nei confronti delle altre discipline. Rugby Eccellenza – 25 (4/12)Calcio serie A – 15 (3/20)Calcio serie B – 18 (4/22)Calcio 1° div. – 16.7 (3/18)Calcio 2° div. – 16.7 (3/18)Basket serie A – 6.25 (1/16)Pallavolo serie A  - 14.3 (2/14) Per paradossale che possa sembrare, l’ipotesi di un’Eccellenza a 11 squadre (senza Parma e senza Pro Recco che si è detta disponibile al ripescaggio e due sole retrocessioni) ristabilirebbe gli equilibri perché l’indice, ricalcolato sulla mutata consistenza delle partecipanti, si fermerebbe poco sopra quota 18. La serie B del calcio, tanto per intendersi.Giorgio Sbrocco

15
luglio


Italian League Eccellenza – Sette nuovi arrivi per le Fiamme di Presutti. Obiettivo: solo salvezza? By Giorgio Sbrocco

Campagna “acquisti” (in realtà trattasi di arruolamenti nella Polizia di Stato attraverso concorso) di tutto rispetto per la formazione delle Fiamme Oro allenata da Pasquale Presutti che si appresta ad affrontare il suo secondo anno consecutivo di Eccellenza  con l’obiettivo dichiarato di centrare la salvezza ma con la consapevolezza (vista la rosa allestita) di puntare a…qualcosa di più. Sette le facce nuove, fra le quali spiccano il rodigino Andrea Bacchetti e l’ex di Benetton e Cavalieri Prato Michele Sepe.Questi i nuovi arruolati:Mirko Amenta, siciliano nato nel 1991 (192cm. X 98kg.) è un numero 8/seconda linea di valore assoluto, cresciuto nelle giovanili del Viadana, poi passato al San Gregorio e, nell'ultima stagione, in forza ai Crociati Parma. Forte ball carrier, conta presenze nella Nazionale Seven.Andrea Bacchetti, rodigino classe 1988 (185X91), trequarti/ala ha giocato fino allo scorso anno con la maglia rossoblu dei Bersaglieri. Dopo aver fatto tutta la trafila delle selezioni Nazionali giovanili e seven, ha esordito nella Nazionale maggiore di Nick Mallet durante il 6 Nazioni 2009 collezionando due caps.Marco Di Massimo, centro/estremo aquilano nato nel 1987 (182X85), nella stagione conclusasi lo scorso maggio è stato il capitano della squadra abruzzese, con la quale ha conquistato il titolo di MVP dell'Eccellenza 2011-2012.Vittorio Marazzi, nato a Roma nel 1993 (188X100), va a rinforzare la truppa delle terze linee delle Fiamme (tra le più giovani del campionato), ha giocato l'ultimo torneo di Eccellenza tra le fila dei Crociati Parma. È tra i pochi giocatori a poter vantare presenze in due mondiali Under 20 e in altrettanti 6 Nazioni di categoria.Laert Naka, di origini albanesi ma di nazionalità italiana, è un pilone sinistro. Nato nel 1989 (182X110) è cresciuto nelle giovanili della Benetton Treviso, ha vinto uno scudetto con il Petrarca Padova ed è campione d'Italia in carica con il Mogliano.Ivan Perrone, seconda linea bresciana classe 1990 (195X113), proviene dal Rugby Reggio, vanta numerose convocazioni nella nazionale Under 20 (vittoria europeo B) e nella "Emergenti".Michele Sepe, nasce a Roma nel 1986 dove inizia la carriera rugbystica passando dalla Lazio alla Capitolina, per poi approdare al Viadana e alla Benetton Treviso. Ala/estremo (184X92), vanta anche 3 caps con la Nazionale maggiore e torna nella sua città, dopo l'ultima esperienza ai Cavalieri Prato, per rilanciarsi ed andarsi ad unire alla linea dei trequarti delle Fiamme che, anche grazie a lui, acquisisce maggior consistenza. Giorgio Sbrocco

13
luglio


Italian League Eccellenza – Il futuro dei Crociati legato ai lodi? By Giorgio Sbrocco

Ancora lodi. Non nel senso di complimenti ma di quella particolare forma di negozio giuridico che conclude con una sentenza vincolante un arbitrato. Dopo quelli (rientrati) dei dipendenti dei Cavalieri Prato e quelli (Romano-Rubini) che costarono ai Crociati 15 punti di penalizzazione (5 in appello), è ancora la società del presidente Massimo Giovanelli a dover fare i conti con questo metodo alternativo (al tribunale) di risoluzione delle controversie (civili e commerciali) che pare essere diventato il segno distintivo del rugby professionistico nel nostro paese. Gli ultimi lodi ovali in corso, di cui dà conto oggi Paolo Mulazzi su La Gazzetta di Parma, riguardano ancora la società del presidente Massimo Giovanelli. Che non risulta aver presentato domanda di iscrizione al campionato di Eccellenza 2013/2014 (cui avrebbe diritto essendosi salvato sul campo nello spareggio con L’Aquila)  e la cui eventuale inclusione nel massimo campionato potrebbe avvenire sotto le insegne di una nuova ragione sociale (Giallo Parma?) che raccoglierebbe l’eredità (pesante) dei Crociati Fc e riuscirebbe nell’impresa di mantenere Parma nella massima divisione nazionale. A sbarrare la strada a una tale soluzione ci sono però (anche) gli arbitrati, che dovrebbero andare a sentenza (i lodi, appunto) il 18 luglio. Il giorno prima della riunione del Consiglio federale che si riunirà a Napoli e che ufficializzerà la composizione dei campionati. Ce n’è anche uno che riguarda l’ex tecnico Francesco Mazzariol (esonerato e sostituito in corsa da Stefano Bordon) che vanta crediti per mensilità non corrisposte. Contro di lui la società ha presentato una richiesta di risarcimento danni. Campionato in mano agli arbitri, tanto per cambiare.Giorgio Sbrocco

13
luglio


Italian League Eccellenza – La Nuova Rugby Roma si allea con le Fiamme Oro. By Giorgio Sbrocco

La Nuova Rugby Roma di Roberto Barilari ha firmato un protocollo d’intesa con le Fiamme Oro e collaborerà con la struttura tecnica e logistica del gruppo sportivo della polizia di Stato nella cura del settore giovanile. La squadra under 18 nata della nuova realtà romana giocherà a Ponte Galeria e vestirà una divisa di gioco che richiamerà i colori social idei due soggetti coinvolti nell’operazione: il cremisi dei poliziotti e il bianco-nero della Rugby Roma. Intanto la storia (infinita) della gestione dell’impianto delle Tre Fontane ha scritto un nuovo capitolo: il Tar del Lazio ha annullato il bando di concorso sulla base del quale il complesso sportivo era stato assegnato in gestione alla Rugby Roma club. Chi vivrà (forse) vedrà.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball