04
febbraio


Six Nations – L’ex capitano Dusautoir : “Pensare al Galles e dimenticare Roma”. By Giorgio Sbrocco

E di Thierry Dusautoir, la terza linea che con l’Italia del Sei Nazioni ha perso una volta da capitano (2011) e un’altra da semplice giocatore (ieri) agli ordini di un nuovo skipper (Papé), una delle analisi più attendibili della sconfitta francese dell’Olimpico e del conseguente abbandono dei sogni di gloria targati Grande Slam. Intervistato da Rugbyrama la terza linea di Tolosa dice (quasi tutto) ciò che pensa sulla “disgraziata” trasferta romana.Cosa è accaduto domenica all’Olimpico?Tutti l’hanno hanno potuto vedere. In sintesi: dopo la seconda meta degli Azzurri, con un quarto d’ora di partita ancora da giocare, non siam ostati capaci di segnare. Negli ultimissimi minuti abbiamo avuto possessi importanti a pochi metri dalla linea. Tutti si sono battuti al massimo…ma non ci siamo riusciti A un certo punto avete visto il fantasma del Flaminio del 2011? (Ita-Fra 22-21 nda) Non credo, di giocatori che avevano vissuto quella partita ce n’erano pochi. È vero che certe sconfitte restano nell’anima di una squadra ma abbiamo fatto tutto quanto in nostro potere per evitare che una tale circostanza si ripetesse. Ma a parte queste considerazioni: resta il fatto che l’Italia ha sensibilmente alzato il proprio livello di qualità e che oggi merita il rispetto che si porta alle grandi squadre Questa sconfitta è una frenata improvvisa per la Francia ?E una sconfitta grave. Era la prima partita del Torneo. Ora ci sono davanti a noi due soluzioni: o abbatterci sulle disgrazie romane e lasciarci andare, o recuperare, analizzare le ragioni di una sconfitta e preparare al meglio i prossimi impegni. Per la classifica si tratta sicuramente di un passaggio a vuoto, ma questa Francia può ancora disputare un buon Torneo. Dobbiamo reagireQuale sarà il suo ruolo nei prossimi gironi ?Quello di uno che, attraverso gli incubi italiani, ci è già passato. Ma ritengo che i mezzi per reagire non ci manchino. Adesso dobbiamo solo pensare a come battere il Galles. E lasciare da parte quanto accaduto a Roma.Giorgio Sbrocco

17
dicembre


HC – Dusautoir (Tolosa): “Sconfitti da un avversario più rapido. E certe decisioni dell'arbitro...”. By Giorgio Sbrocco

Ritorno in campo amaro per  Thierry Dusautoir (50' sul terreno e primo pallone della partita in avanti!) che con il suo Tolosa ha perso a Swansea in casa degli Ospreys (17-6) rendendo molto meno agevole di quanto preventivato l'accesso ai quarti di finale di Hc. “Era fondamentale non lasciarli giocare in tranquillità” è l'analisi del forte terza linea a Rugbyrama il giorno dopo il “fattaccio”. “Ma purtroppo non ci siamo riusciti. In difesa abbiamo tenuto discretamente ma, nel complesso, loro sono stati molto più rapidi e reattivi nelle fasi di transizione e di ripiazzamento. Inoltre: la loro aggressività ci ha mesos in difficoltà e ci ha fatto perdere alcuni palloni cruciali per l'esito dell'incontro”. Una partita cominciata male e finita peggio: “Mi sono subito reso conto che qualcosa non funzionava. Noi ci ripiazzavamo lentamente, loro erano fulminei. Per quanto motivo non siamo mai riusciti a entrare efficacemente nel loro campo e, soprattutto, ad avere palloni giocabili in attacco”. Poche le cose che hanno funzionato. Ammette Dusautoir: “In mischia abbiamo avuto problemi. L'unica fase che abbiamo svolto bene è stato il gioco raggruppato penetrante. Sol oche non siamo riusciti a produrre azioni pericolose. Anche per una serie di interventi fallosi dei gallesi non rilevati dall'arbitro. Il giallo ad Albacete (avversario calpestato, nda) , sinceramente non l'ho capito...”. I rilevamenti statistici diranno che Tolosa ha commesso la metà dei falli commessi dagli avversari ma ha avuto due gialli contro...”Non è giusto cercare le ragioni di una sconfitta negli errori dell'arbitro. Però certe sue decisioni hanno sicuramente pesato”.Giorgio Sbrocco

22
ottobre


HC – Dusautoir (Tolosa) infortunato a Treviso, fermo 6 settimane. Niente Nazionale? By Giorgio Sbrocco

Treviso amara per i colori francesi. Distorsione articolare con interessamento del legamento collaterale del ginocchio per il capitano di Tolosa e della nazionale francese Dusautoir, che moilto probabilmente salterà i test di novembre con   Australia, Argentina e Samoa.  “Si tratta di un infortunio che bloccherà il giocatore (30 anni, 54 caps) da quattro a sei settimane” ha dichiarato Guy Noves dopo l'esito degli esami diagnostici. “Si tratta di un grave danno per lui e per il nostro club. Anche se in questi casi è bene pensare positivo. Fosse stato il legamento crociato a rompersi il danno sarebbe stato molto maggiore”.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball