Super Rugby – Taylor (Crusaders): “Quade Cooper? Fortissimo, se lo lasci…giocare”. By Giorgio Sbrocco

“Quade Cooper? È uno che con la palla in mano ci sa fare. E che quando gli viene concesso tempo e spazio diventa veramente pericoloso. Il compito mio e dei miei compagni di linea sarà: non concedergli spazio né tempo per pensare". Così Tom Taylor, centro dei Crusaders, confermato nel XV titolare per il barrage contro i Reds nonostante la botta rimediata nell’ultima giornata di stagione regolare contro gli Hurricanes mentre stava per segnare. “Non so esattamente a cosa stessi pensando – ha dichiarato ricostruendo l’azione – so solo che a un certo punto non ho più visto né il campo né i miei compagni. Non so contro cosa abbia sbattuto, forse il gomito o la spalla di chi è venuto a placcarmi (l’estremo degli Hurricanes James Marshall, autore di un placcaggio da manuale, ndr). Certo è che ho cominciato a sentire suonare un’orchestra di campanelli”. E oltretutto: “Rivedendo l’azione ho capito che ho commesso un grave errore tecnico. Quel pallone dovevo passarlo a Ryan (Crotty, ndr) che era libero al mio fianco”. Il completo recupero di Taylor consentirà ai Crusaders di scendere in campo con Dan Carter schierato nell’abituale ruolo di apertura.Giorgio Sbrocco

20
giugno


New Zealand – Carter e Ranger in campo contro la Francia. By Giorgio Sbrocco

Dopo due test trascorsi a bordo campo nel ruolo di portatore di acqua, rientra Sua Maestà Daniel Carter negli AB che a New Plymouth chiuderanno sabato la serie di Test contro la Francia (2-0 la situazione prima del match conclusivo). Oltre al grande Dan, in campo anche Rene Ranger con la maglia che fu di Jonha Lomu. Per lui: ultima apparizione stagionale con la maglia dei Tuttineri. Dopo, ha giurato, sarà solo Montpellier e Top 14.Nuova Zelanda 15 Israel Dagg, 14 Ben Smith, 13 Conrad Smith, 12 Ma'a Nonu, 11 Rene Ranger, 10 Dan Carter, 9 Piri Weepu, 8 Kieran Read (capt), 7 Sam Cane, 6 Victor Vito, 5 Samuel Whitelock, 4 Luke Romano, 3 Owen Franks, 2 Andrew Hore, 1 Wyatt Crockett In panchina: 16 Keven Mealamu, 17 Tony Woodcock, 18 Ben Franks, 19 Steven Luatua, 20 Matt Todd, 21 Tawera Kerr-Barlow, 22 Beauden Barrett, 23 Charles Piutau4Giorgio Sbrocco

20
febbraio


Super Rugby – Dan Carter non è più vice capitano dei Crusaders. Deve pensare solo a giocare. By Giorgio Sbrocco

Quando si dice: la cura dei particolari! Todd Blackadder, manager dei Crusaders (Super Rugby) ha tolto a Dan Carter i “gradi” di vice capitano della franchigia neozelandese di Christchurch in quanto: “Essendo Dan già uno dei vice capitani della nazionale All Blacks”, il tecnico dei Crusaders “preferisce che il giocatore, quando è in campo, si dedichi unicamente alla qualità della sua prestazione”. No comment.Giorgio Sbrocco

03
dicembre


Tags

Irb – Dan Carter è il giocatore dell'anno 2012. By Giorgio Sbrocco

Il trentenne mediano d'apertura neozelandese Daniel “Dan” Carter (nativo di Southbridge, Isola del sud) è stato eletto Player of the Year 2012. In classifica ha preceduto il capitano suo e degli All Blacks Richie McCaw, il giovane e talentuoso inglese Owen Farrell e l'eclettico (può giocare apertura e mediano di mischia) Frederic Michalak attualmente a Tolone.  Si tratta senza dubbio di una stella del rugby mondiale. Non titolare di una grande stagione, però...Giorgio Sbrocco

10
ottobre


Top 14 – Lorenzetti (Racing) sulle orme del collega Boudjellal (Tolone). Anche Carter a Parigi? By Giorgio Sbrocco

Quando si dice: dare il buon esempio! Se Mourad Boudjellal non bada a spese per portare a Tolone il meglio del rugby mondiale disponibile sul mercato, da Parigi (Ile de France, casa del Racing Metro), gli risponde Jacky Lorenzetti che, dopo aver messo a segno (pare certo) il colpo che porterà nella capitale i due attuali tecnici del Castres, si appresta a mettere sotto contratto (leggasi: a pagare profumatamente): i gallesi Lydiate e Jamie Roberts, l’azzurro Castrogiovanni e, se riuscirà a vincere l’asta con Clermont, persino Sua maestà Dan Carter che, con il permesso della sua federazione (acciacchi permettendo) potrebbe scegliere la Francia per rastrellare la giusta paccata di quattrini in attesa del rientro in patria per preparare la WC 2015. L'indiscrezione è della redazione sportiva di Le Parisien. Il divino Carter in Francia c’è già stato nel 2008/2009 a Perpignano, ma la permanenza durò poco. Si fece male subito. Giorgio Sbrocco

25
settembre


Four Nations – Torna Dan Carter per Pumas e Springboks. Ma il futuro è di Beauden Barrett. By Giorgio Sbrocco

Ci sarà Dan Carter in campo (col numero 10?) negli ultimi due (decisivi) appuntamenti del Championship – Four Nations? Dai rumors che circolano in rete pare proprio di sì. Manca solo l’ufficialità. Nella doppia trasferta-ponte (Argentina-Sud Africa), oltre a Super Dan e al suo alter ego Aaron Cruden, dovrebbe viaggiare col gruppo dei Tuttineri anche Beauden Barrett, il talento emergente classe 1991, che gioca apertura ma anche estremo. E che un’età in cui generalmente si viene catalogati come “giovani” (in Italia “giovanissimi”), ha già collezionato 23 caps con Taranaki (ITM cup, 182 punti e una Ranfurly Shield), 20 in Super XV con la maglia degli Hurricanes (199) e 2 con gli All Blacks. Il ragazzo è alto 17 e pesa 92 chili, è nativo di New Plymouth e ha completato gli studi alla Massey Wellington University di Palmerston North. Quando il sommo Carter uscirà dal giro (diciamo un paio d’anni?) o si stabilirà in Europa per monetizzare il giusto, di questo talento sentiremo molto parlare.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball