20
marzo


Top 14 – Felipe Contepomi farà il medico. Addio al rugby giocato a fine stagione. By Giorgio Sbrocco

 Abbandonerà l'attività agonistica a fine stagione il dottor (è medico) Felipe Contepomi (35  anni, 79 caps con i Pumas), attualmente a Parigi con lo Stade di Sergio Parisse. "Ho avuto una grande carriera e me la sono goduta. Mi sono sempre divertito, ma ho avuto diversi infortuni ultimamente e questo ha reso gli allenamenti più duri, soprattutto quelli di inizio settimana. E' una decisione difficile da prendere, ma tornerò in Argentina e inizierò la mia carriera di medico". Contepomi in Europpa ha giocato a Bristol, a Leicester e Tolone prima di approdare nella capitale francese. Ha ricoperto i ruoli di mediano di apertura, centro e all'occorrenza di estremo.Giorgio Sbrocco

13
novembre


Top14 – Contepomi fuori quattro mesi, Plisson infortunato. Stade Francais sul mercato per un’apertura a tempo? By Giorgio Sbrocco

Brutta tegola sulla testa della Nazionale argentina l’infortunio al ginocchio di Felipe Contepomi (35 anni) rimediato nel corso del test match vinto a Cardiff contro il Galles. Ma a pagare le conseguenze dei quattro mesi di assenza dai campi di gioco (crociato posteriore del ginocchio lesionato e bisognoso di ricostruzione chirurgica) del Doctor sarà anche e soprattutto lo Stade Francais in Top14. “Non sto pensando all’Argentina uin questi momenti – ha dichiarato Contepomi – ma sui tempi di recupero da questo infortunio. Che mi auguro i più ridotti possibile. Puto a essere operativo e a disposizione della squadra già a febbraio. Conto di riuscire a giocare l’ultima parte del campionato. Il club parigino pare intenzionato ad affidare la maglia numero 10 al giovane Plisson (21 anni), che però ha riportato una ferita al ginocchio contro Agen nel match di sabato e sui tempi di recupero del quale non c’è, al momento, chiarezza. All’orizzonte un joker medical?Giorgio Sbrocco

13
novembre


Test match – Phelan perde Contepomi e Juan Gomez ma prepara l’impresa contro la Francia. By Giorgio Sbrocco

Il ct dei Pumas Santiago Phelan perde due pedine importanti alla vigilia del test con la Francia a  Lille. Indisponibili Contepomi e Juan Gomez, sono stati aggregati al gruppo: Marcelo Bosch, Lucas Gonzalez Amorosino, Francisco Gomez Kodela e Nahuel Lobo. Dopo la vittoria sul Galles a Cardiff battere la Francia in Europa sarebbe davvero il marchio del trionfo sul tour 2012.  Un segnale forte per il rugby italiano: siamo scappati (grazie Champinship!) e non ci prenderete mai più! Questa la formazione annunciata.Argentina 1 Marcos Ayerza, 2 Eusebio Guiñazú, 3 Juan Figallo, 4 Manuel Carizza, 5 Julio Farías Cabello, 6 Juan Martín Fernández Lobbe, 7 Juan Manuel Leguizamón, 8 Leonardo Senatore, 9 Martín Landajo, 10 Nicolás Sánchez, 11 Juan Imhoff, 12 Marcelo Bosch, 13 Gonzalo Tiesi, 14 Horacio Agulla, 15 Lucas González Amorosino In panchina: 16 Agustín Creevy, 17 Nahuel Lobo, 18 Francisco Gómez Kodela, 19 Tomás Vallejos, 20 Tomás De la Vega, 21 Tomás Cubelli, 22 Gonzalo Camacho, 23 Joaquín TuculetGiorgio Sbrocco

07
novembre


Test match – Il Puma Contepomi centro titolare contro il Galles. By Giorgio Sbrocco

Per la serie: la classe non è acqua. O il tempo è galantuono, fate voi. Felipe Contepomi  partirà titolare (primo centro) nella formazione dell’Argentina che sabato incontrerà il Galles al Millenium stadium di Cardiff. Fuori dal recente Championship (per propria scelta o per vincoli contrattuali?) il dottore riprende con pieno merito lo spazio che gli compete in un’Argentina che schiera Hernandez estremo e la coppia Sanchez-Landajo in medianaArgentina 15 Hernadez, 14 Camacho, 13 Tiesi, 12 Contepomi, 11 Imhoff, 10 Sanchez, 9 Landajo, 8 Leguizamon, 7 Fernandez Lobbe, 6 Senatore, 5 Cabello, 4 Carizza, 3Figallo, 2 Guinazu, 1 AyerzaIn panchina: 16 Creevy, 17 Postiglioni, 18 Gomez, 19 Vallejos, 20 Leonardi, 21 Vergallo, 22 Agulla, 23 TuculetGiorgio Sbrocco

31
agosto


Top 14 – Contepomi (Stade Francais) titolare a Grenoble ma con un occhio al Four Nations. “Se l'Argentina chiama io vado!”. By Giorgio Sbrocco

 Felipe Contepomi, “el doctor” di Buenos Aires in forza allo Stade Francias, stasera partirà titolare nell'anticipo contro Grenoble, dopo aver trascorso le prime due giornate di campionato in tribuna. “A noi interessa poco dimostrare che sappiamo fare punti anche in trasferta” osserva l'apertura a chi gli cheide conto della nota difficoltà dello Stade a imporsi lontano da Parigi . “Se vogliamo tornare fra le grandi del Top 14 dobbiamo semplicemente.,.vincere con regolarità. Il viaggio a Grenoble non sarà dei più semplici. Loro sono neopromossi e giocano per la prima volta sul loro terreno. Hanno vinto a Bordeaux, il morale è alto, hanno una buona squadra. Logico che ci abbiano preparato un'accoglienza all'altezza delle aspettative”. Nessuna polemica sull'esclusione nei due turni precedenti: “Se i tecnici mi mandano in tribuna vuol dire che devo impegnarmi di più per meritarmi un posto in campo. Nello sport di squadra funziona così! Altrimenti uno sceglie il golf o il tennis, dove si deve rendere conto solo a se stessi”. Sul pareggio dei “suoi” Pumas nel Four Nations con il Sud Africa. “Risultato incredibile, soprattutto dopo la sconfitta di Città del Capo. L'Argentina è entrata nel modo migliore nella competizione. Mi auguro che continuino così e che non ci siano troppi infortuni”. Appunto! Dopo l'incidente a Hernadez...”Sto bene fisicamente, mi sono preparato bene con il mio club. Se i Pumas hanno bisogno di me e mi chiamano, io li raggiungo subito! Ma per il momento la priorità e Grenoble”. Giorgio Sbrocco

22
giugno


Argentina – Contepomi saluta e Pumas e va in vacanza. Per lui niente Champinship. By Giorgio Sbrocco

Niente Four Nations, pardon: Championship (partenza il 18 agosto), per Felipe Contepomi che domani a Tucuman guiderà da capitano (schierato da Pelhan primo centro) la sua Argentina nel secondo test match contro la Francia. Per “el dotor” si tratta di un no definitivo. Nella sua agenda: qualche settimana di vacanza con la famiglia e poi ritorno in Francia per la ripresa dell’attività del suo Stade Francais in vista della ripresa del Top 14. Giorgio Sbrocco

Rugby Ball