28
settembre


Pro 12 – Clamoroso! Connacht asfalta Leinster nel derby d’Irlanda. By Giorgio Sbrocco

Clamoroso allo Sportsground di Galway! Connacht ha battuto Leinster 34-6 nel terzo e ultimo match del venerdì di Pro 12. L’unico che alla vigilia risultava nei pronostici unanimemente assegnato ai dublinesi campioni d’Europa. È raro che Davide batta Golia. Rarissimo che accada in un gioco semplice e lineare come il rugby. Ma stavolta è successo. E le quattro mete di Connacht (bonus!) stanno a dimostrare che non si è trattato di un successo figlio del caso o di un rimbalzo assassino. Complimenti alla cenerentola delle squadre “regionali” d’Irlanda. Per Leinster (sol odue calci di Maddigan nel primo tempo a referto) quantità industriali di ceneri con cui cospargersi abbondantemente il capo Pro 12 – V giornataConancht  -Leinster 34 – 6 (pt 22-6) Giorgio Sbrocco      

14
settembre


PRO 12 - Connacht riceve i lanciatissimi Scarlets. Coach Elwood: “Non ci fanno paura!”. By Giorgio Sbrocco

 Parole di speranza quelle di coach Eric Elwood alla vigilia del match di domani fra il suo Connacht e la capolista Scarlets a Galway. “Contro le Zebre nell'ultimo turno abbiamo giocato bene e segnato tre mete in trasferta. I ragazzi hanno mostrato carattere e capacità di reazione specialmente quando, nel secondo tempo,  siamo stati costretti a rivoluzionare la squadra per gli infortuni. Quella contro gli Sacrlets sarà un'altra sfida di fuoco. Loro sono un complesso molto forte in tutti ireparti, sono primi in classifica e verranno da noi per vincere. Li aspettiamo senza alcuna riserva mentale o timore”. Sei i cambi rispetto alla trasferta vincente a Parma si sette giorni fa.   CONNACHT15. Gavin Duffy (cap)14. Tiernan O'Halloran13. Eoin Griffin12. Dave McSharry11. Fetu'u Vainikolo10. Miah Nikora9. Kieran Marmion1. Brett Wilkinson2. Ethienne Reynecke3. Nathan White4. Michael Swift5. Mike McCarthy6. Andrew Browne7. Willie Faloon8. Eoin McKeonIn panchina16. Adrian Flavin17. Dennis Buckley18. Rodney Ah You19. David Gannon20. Johnny O'Connor21. Dave Moore22. Matthew Jarvis23. Robbie HenshawGiorgio Sbrocco

08
settembre


Tags
,

Pro 12 – Approccio sbagliato, indisciplina e poca concretezza. L’analisi delle Zebre dopo la sconfitta contro Connacht. By Giorgio Sbrocco

 I commenti dei giocatori delle Zebre dopo la sconfitta contro Connacht (nella foto: Orquera lancia l'azione di attacco, Chillon e Pace in sostegno): Filippo Cristiano (flanker): ”Abbiamo probabilmente sbagliato l’approccio nel primo tempo. Eravamo un po’ troppo contratti, abbiamo fatto tanti errori. Non siamo riusciti a superare la loro difesa che era molto aggressiva soprattutto nei punti d’incontro mentre nel secondo tempo abbiamo subito accelerato cambiando marcia e segnato subito una meta. Credo che i troppi errori abbiano condizionato il risultato finale. Abbiamo preso una meta all’ottantesimo che ci ha tolto anche il punto di bonus. Abbiamo lottato punto a punto per tutta la partita: un peccato. Abbiamo bisogno di crescere. Il risultato non è positivo però bisogna sempre cercare di progredire e migliorare guardando avanti: oggi possiamo dire che rispetto alla gara di Newport l’abbiamo fatto. L’intesa con Mauro Bergamasco in terza linea è stata perfetta, con un giocatore come lui è facile giocare. Temevo che lo stadio e il pubblico di Parma fossero freddi, invece mi sono piaciuti. I tifosi ci hanno sorretto nel secondo tempo facendoci sentire il loro calore.   Carlo Festuccia (tallonatore): ”Ancora una volta abbiamo subito più punti di quelli che meritavamo come la settimana scorsa a Newport.  Abbiamo provato a giocare commettendo diversi errori che loro hanno concretizzato. Connacht ci ha aspettato segnando i punti sui nostri errori.  L’ultima meta che hanno fatto alla fine viene da una bella azione nostra che ha attraversato il campo dopo un'ottima touche; un fallo non visto dall’arbitro, un contrattacco e la meta subita. Purtroppo nel rugby ci sono anche queste situazioni: il direttore di gara fa il suo. Non voglio essere polemico ma è una situazione da affrontare perché sono due partite che le decisioni arbitrali ci mettono in difficoltà. Dobbiamo reagire come squadra in campo e non aspettare che l’arbitro fischi quello che ci spetta altrimenti tutte le partite potrebbero finire così. Comunque ci siamo, abbiamo dimostrato che vogliamo giocare; siamo alla pari nelle fasi di conquista. Oggi abbiamo concretizzato di più con la meta di Samuele Pace e Van Schalkwyk. Rifinendo alcuni errori penso che potremmo toglierci diverse soddisfazioni. Samuele Pace (ala): ”Un primo tempo che ha visto i nostri avversari in vantaggio anche grazie alla nostra indisciplina e alla nostra mancanza tattica nel cercare di andare a giocare nella metà campo opposta.  Dobbiamo migliorare la disciplina e non concedere calci facili agli avversari di questo campionato che difficilmente sbagliano. Un grazie al pubblico dello stadio XXV Aprile che mi aspettavo numeroso allo stadio. E’ stato piacevole giocare davanti a tutta questa gente che ha fatto un bel tifo: buona la prima per Parma” Giorgio Sbrocco  

06
settembre


Pro 12 – Garcia (capitano Zebre): “Bel gioco, se si può…ma anche vincere giocando male non guasterebbe!”. By Giorgio Sbrocco

Il capitano delle Zebre Gonzalo Garcia ha rilasciato la seguente dichiarazione alla viglia del match contro gli Irlandesi della provincia di Connacht :”Fisicamente sto bene. In questa settimana abbiamo preparato la partita molto bene. Secondo me abbiamo lavorato bene sempre pensando al nostro gioco che vogliamo fare: un gioco a più fasi muovendo la palla che sia anche tatticamente intelligente. Speriamo domani di riuscire a fare in campo quello che abbiamo preparato in allenamento. Avremo dell’esperienza in più in mischia col rientro di giocatori come Josh Sole e Mauro Bergamasco. Per noi non cambia niente anche se mi dispiace per l’infortunio di Nicola Cattina. Al mio fianco come centro avrò Alberto Benettin, un giovane promettente che ha giocato poco finora: spero di trovarmi bene con lui in campo come abbiamo già fatto per 20 minuti contro Perpignano in pre campionato. Dello stadio XXV Aprile ricordo bene un pubblico molto partecipe quando sono venuto da avversario con Calvisano e Treviso. Confido sia un’arma in più per noi. Il nostro è un gioco spettacolare, bello da vedere per il pubblico. Poi però se dovessimo vincere anche giocando in modo non gradevole penso che tutti sarebbero contenti ugualmente della vittoria”.Giorgio Sbrocco

06
settembre


Pro 12 - Connacht invariato e ancora senza Dan Parks sfida le Zebre col ventenne Marmion numero 9. By Giorgio Sbrocco

Per la sfida alle Zebre di domani sera al XXV Aprile di Moletolo (diretta su Sportitalia2 ore 19) coach Eric Elwood conferma in blocco la formazione del suo Connacht a sette gironi di distanza dalla sconfitta interna di Galway con Cardiff (9-12) che ha fruttato agli irlandesi solo un punto di bonus difensivo. “Le Zebre, come noi, non hanno cominciato benissimo la stagione” ha dichiarato Elwood. “Ma ho visto giocare la squadra italiana in pre campionato con Perpignano e Northampton. È una squadra tutta nuova, giocano contro di noi la loro prima partita casalinga. Prevedo un buon match, molto combattuto” Rispetto al match dello Sportsground ci sono due cambi in panchina, dove White e Murphy  sostituiscono Bealham e Moore. Confermato il giovanissimo Marmion (1992) nel ruolo di mediano di mischia. Al suo fianco l’esperto neozelandese Nikora, ottimo calciatore. Capitano sarà l’estremo Duffy(105 caps in maglia nero-verde) Fuori per infortunio lo scozzese Dan Parks, giunto in Irlanda nel corso delle’state proveniente dai Cardiff Blues.  CONNACHT15 Gavin Duffy (C)14 Tiernan O'Halloran13 Eoin Griffin12 Mata Fifita11 Fetu'u Vainikolo10 Miah Nikora9 Kieran Marmion8 George Naoupu7 Johnny O'Connor6 John Muldoon5 Mike McCarthy4 Michael Swift3 Ronan Loughney2 Ethienne Reynecke1 Denis BuckleyA disposizione : 16 Adrian Flavin, 17 Rodney Ah You, 18 Nathan White, 19 Dave Gannon, 20 Willie Faloon, 21 Frank Murphy, 22 Matthew Jarvis, 23 Robbie Henshaw. Giorgio Sbrocco

Pro 12 – Mauro Bergamasco in terza linea e Sole in seconda nel pack delle Zebre anti Connacht. By Giorgio Sbrocco

Debutto con la maglia delle Zebre per Mauro Bergamasco che in terza linea prenderà il posto di Cattina, venerdì allo stadio XXV Aprile di Moletolo in occasione della prima partita interna della formazione di Christian Gajan. Fermato da un infortunio nel corso dell’amichevole estiva con Perpignano, il flankler padovano annunciato in ottima forma potrebbe rivelarsi il leader di cui il pacchetto bianconero ha effettivo bisogno, e risultare determinante nella sfida agli irlandesi di Connacht. Fuori anche Caffini (che partirà dalla panchina), che in seconda linea verrà sostituito da Josh Sole, non esattamente uno specialista de l ruolo. Invariato il triangolo profondo, con Sinoti estremo, Venditti e Pace alle ali. Interessante e da seguire l’impiego dell’emergente Benettin che partirà centro in coppia con l’esperto Garcia. Un altro padovano il terzo di giornata) partirà titolare in mediana: Alberto Chillon che condividerà con il confermato Orquera la responsabilità della cabina di regia della formazione italiana. Confermata in blocco la prima linea con Ryan e Perugini piloni e Festuccia tallonatore. Rispetto al XV di partenza del Rodney Park di Newport sette giorni fa i cambi sono quattro e i giocatori di formazione italiana o eleggibili 20 (12+8).ZEBRE15 Sinoti SINOTI14 Giovanbattista VENDITTI13 Alberto BENETTIN12 Gonzalo GARCIA (capitano)11 Samuele PACE10 Luciano ORQUERA9 Alberto CHILLON8 Andries VAN SCHALKWYK7 Mauro BERGAMASCO6 Filippo CRISTIANO5 Josh SOLE4 Quintin GELDENHUYS3 David RYAN2 Carlo FESTUCCIA1 Salvatore PERUGINIa disposizione 16 Davide GIAZZON17 Andrea DE MARCHI18 Luca REDOLFINI19 Emiliano CAFFINI20 Nicola BELARDO21 Tito TEBALDI22 Alberto CHIESA23 Ruggero TREVISAN Giorgio Sbrocco

17
agosto


Pro 12 – L'estremo Duffy capitano di Connacht per il secondo anno consecutivo. By Giorgio Sbrocco

Gavin Duffy, estremo,  è stato riconfermato per la seconda stagione consecutiva nel ruolo di capitano di Connacht. Il 30enne nativo di Ballina, che veste la maglia della Provincia irlandese che ha per capoluogo la città di Galway dal 2007 e che in precedenza aveva disputato quattro stagioni in Inghilterra con gli Harlequins, è reduce dal tour estivo dell'Irlanda in Nuova Zelanda ed è fra i pochi ad aver superato la soglia dei 100 caps con la formazione regionale. “Grande onore per me essere stato nominato un'altra volta capitano. Non c'è niente di meglio che rappresentare la terra dove sei nato su un campo sportivo” ha dichiarato Duffy. Quanto alla squadra: “Ci sono molti elementi che stanno emergendo e, nel complesso, la squadra si presenta forte ed equilibrata. Non vediamo l'ora di cominciare a vincere e di replicare i risultati dello scorso anno che, in Pro12 hanno visto Connacht ottenere il miglior piazzamento di sempre”. Soddisfatto della scelta anche coach Elwood: “Gavin merita di essere capitano. Ha condotto il gruppo con grande passione e professionalità e si è dimostrato determoinante nei momenti crucial idella stagione”. Domani è in programma l'amichevole a Londra con gli Harlequins (15,45 italiane), cui seguiirà un periodo di riposo di due settimane in vista dell'apertura ufficiale della stagione celtica 2012/2013 che vedrà il debutto in casa di Connacht contro i Cardiff Blues.Giorgio Sbrocco

10
agosto


Aviva Premiership – Exeter domani contro Connacht punta sul centro irlandese Whitten. By Giorgio Sbrocco

Sarà il 25enne neoacquisto irlandese (ex Ulster, 2 caps con l’Irlanda in Usa nel 2009) Ian Whitten l’arma in più di Exeter nella imminente stagione di Premiership?  Così pare pensarla il capo allenatore  Rob Baxter che si è detto “particolarmente soddisfato “ del suo comportamento in questa prima fase della preparazione. “Si è allenato con grande impegno e ha fatto vedere davvero ottime cose sul campo. È veloce,  molto tecnico e disciplinato. Un ottimo elemento” ha dichiarato Baxter. “Con i tempi di recupero del centro neozelandese Jason Shoemark reduce da un’operazione, e con l’assenza (Pumas) di Gonzalo Camacho, per lui potrebbe aprirsi un’interessante opportunità di giocare come titolare anche da ala”. Occhi puntati, in casa Chiefs,  sull’amichevole di domani contro il XV irlandese di Connacht (Pro12, che affronterà la Zebre il 7 settembre nella seconda giornata del torneo celtico) al Sandy Park, la prima dei tre test pre stagione inseriti in calendario. “Che nessuno pensi a una partita soft” ammonisce il tecnico. “Perché noi scenderemo in campo per verificare i nostri miglioramenti in vista dell’apertura della stagione” insiste. E ci tiene a far sapere qual è il messaggio con il quale prende commiato dai suoi giocatori in spogliatoio prima dell’inizio di una partita: “C’è una partita di rugby da giocare là fuori. Uscite e andate a vincerla!”Giorgio Sbrocco  

02
agosto


Pro 12 – Connacht sulle ali dell’entusiasmo. Coach Elwood: “Voglia di migliorare l’ottavo posto del 2012”. By Giorgio Sbrocco

Aria nuova in casa Conancht (arrivo dello scozzese Dan Parks a parte), la formazione “regionale” irlandese con base a Galway, avversaria di Benetton e Zebre in Pro 12 (e delle Zebre anche i HC) che dalla prossima stagione parteciperà anche alla British & Irish Cup, il torneo che dall’edizione 2012/2013 vedrà ai nastri di partenza 32 formazioni (12 inglesi, 4 scozzesi, 12 gallesi e 4 irlandesi) composte da giocatori semiprofessionisti e da giovani emergenti. Sono infatti un misto di esperienza e di primi passi nel mondo del rugby pro gli ultimi ingaggi annunciari. Quelli del tallonatore Jason Harris-Wright (ex Leinster e Bristol), dell’ala Matt Healy (da Lansdowne Rfc),  del centro Brian Murphy (Galwegians) e del pilone JP Cooney.  Il capo allenatore di Connacht, Eric Elwood, si è detto particolarmente soddisfatto di come sta procedendo l’attività  di messa a punto del team: “I nuovi arrivati si stanno inserendo molto bene. Tom McLoughlin sta facendo un ottimo lavoro e penso che arriveremo in forma e preparati all’inizio della stagione agonistica. Stiamo vivendo un momento storico per noi molto importante: il secondo anno di HC e la prima partecipazione alla British & Irish Cup che darà ai giovani del nostro vivaio la possibilità di crescere e di farsi notare”. Positivo il giudizio su quanto fatto nel corso dell’estate: “L’anno scorso abbiamo operato grandi cambiamenti e abbiamo chiuso il Pro 12 con la miglior classifica di sempre (ottavo posto, ndr) e non vediamo l’ora di cominciare per vedere fin dove saremo in grado di arrivare". Connacht Rugby 2012/13Piloni:Brett Wilkinson, Ronan Loughney, Denis Buckley, Rodney Ah You, Nathan White, JP CooneyTallonatori:Adrian Flavin, Ethienne Reynecke, Jason Harris WrightSeconde linee:Michael Swift, Mike McCarthy, Andrew Browne, Dave Nolan, Dave Gannon, Mick KearneyTerze linee:John Muldoon, Johnny O'Connor, Willie Faloon, TJ Anderson, Eoghan Grace, Eoin McKeon, George NaoupuM.Mischia:Frank Murphy, Dave Moore, Paul O'DonohoeM.Apertura:Miah Nikora, Matthew Jarvis, Dan ParksCentri:Eoin Griffin, Kyle Tonetti, Danie Poolman, Dave McSharry, Brian Murphy, Mata FafitaAli:Mark McCrea, Fetu'u Vainikolo, James Loxton, Matt HealyEstremi:Gavin Duffy, Tiernan O'Halloran Giorgio Sbrocco

03
luglio


Tags
,

Pro 12: Connacht sempre più forte: dagli Stormers arriva il centro Poolman. By Giorgio Sbrocco

Colpo grosso della rappresentativa regionale irlandese del Connacht (di base a Galway) che ha annunciato oggi di aver ingaggiato il centro sudafricano 23enne Daniel Poolman proveniente dagli Stormers di Città del Capo dove ha giocato nella stessa linea di attacco di Jean de Villiers, Bryan Habana e Gio Aplon. Per lui, autore della meta decisiva nella finale di VodaCon Cup 2012 contro i Griquas,  un contratto triennale Coach Eric Elwood continua quindi l’opera di costruzione di una squadra che possa competere con onore in Pro 12 e in HC. Nel futuro del possente (1.89 x 100 kg) atleta sudafricano, che al termine del contratto potrebbe diventare eleggibile per la nazionale d’Irlanda, l’impiego nel ruolo naturale di centro e in quello di ala. Ha dichiarato Elwood: “Daniel è un giovane su cui è giusto puntare. Ha acquisito grande esperienza ad alto livello conquistandosi  spazio in Super XV. Proviene da un club che ha sempre lavorato molto bene con i giovani in formazione. È molto forte con la palla in mano e assai efficace sia in difesa sia in attacco. Non vedo l’ora di averlo a disposizione e di cominciare a lavorare con lui”. Il diretto interessato si èdetto: “Felice e pronto imparare dagli allenatori e dai compagni di squadra. L’Irlanda rappresenta per me un obiettivo a lungo termine. Al momento punto a dare il massimo per rendermi utile alla squadra in Pro12 e in HC”. Giorgio Sbrocco

Rugby Ball