08
settembre


Zebre – Coach Cavinato dall’Irlanda: “Ci è mancato il furore agonistico”. By Giorgio Sbrocco

Così Andrea Cavinato, capo allenatore delle Zebre dopo la sconfitta nel debutto in Pro 12 a Galway contro Connacht: “Abbiamo fatto una partita troppo timorosa in attacco, regalando troppi punti al Connacht senza avere la giusta rabbia per segnare. Per esempio sull’azione della loro prima meta abbiamo difeso bene, subendo poi un intercetto  nel battere velocemente la rimessa. Anche sulla seconda meta irlandese abbiamo prima regalato il possesso e poi non siamo stati performanti in prima fase, sbagliando il placcaggio in parità numerica. Questo episodio ci ha tagliato le gambe. Non abbiamo avuto il giusto furore agonistico e la volontà di sostenere in modo corretto le azioni offensive; mentre di positivo ci sono sicuramente i primi 20 minuti. Malgrado la stupida meta concessa abbiamo provato a giocare con diligenza ed organizzazione. Molto positivi i cambi che hanno innalzato il nostro livello: un’inversione di tendenza rispetto alle gare del precampionato. Faccio i complimenti al direttore di gara per l’ottimo arbitraggio. L’ultima meta subita in inferiorità numerica è viziata da un passaggio in avanti: un errore che comunque ci sta dopo una buona direzione”.   Giorgio Sbrocco

07
settembre


Rabo Pro 12 – Galway amara per le Zebre. By Giorgio Sbrocco

CONNACHT – ZEBRE  25- 16 (pt 15 – 3)Marcatori: 4’ mnt White, 7’cp Orquera, 29’ m. Healy tr, Patks, 37’ cp Parks, 46’ , 60’ cp Orquera, 62’ cp Parks, 76’ m. Carr tr. Parks, 80’ m. Redolfini tr. Orquera Zebre sconfitte a Galway nella prima uscita della stagione celtica. Irlandesi più concreti e capaci di amministrare meglio i possessi grazie al piede del “vecchio” Dan Parks. Due volte in meta Connacht nel primo tempo con il pilone White in avvio e con l’ala Haley intorno alla mezz’ora. In avi odi ripresa un piazzato di Orquera riduce le distanze. Poi è ancora il piede dello scozzese Parks a operare l’allungo decisivo dalla piazzola. Prima dello scadere arriva la meta dell’ala Fionn Carr ad allungare ulteriormente lo scarto. Sulla sirena la meta dell’onore firmata Redolfini per la formazione di ParmaGiorgio Sbrocco

05
settembre


Zebre – Domani la partenza per l’Irlanda. Cavinato: “Capiremo di che pasta siano fatti”. By Giorgio Sbrocco

Domani mattina le Zebre saliranno a Milano sull’aereo che condurrà la franchigia federale a Dublino e poi a Galway dove sabato aprirà la sua seconda stagione celtica affrontando il Connacht di Pat Lam“Ripartiamo dalla partita contro Munster che ha chiuso il 2012/2013 – ha dichiarato in conferenza stampa il presidente Bernabò – e dagli ottimi segnali che in quella gara la squadra ha mostrato, dall’affluenza di pubblico registrata in quell’occasione. Sono solidale con la squadra, vicino ad uno staff formato interamente da tecnici italiani. L’impianto di Moletolo, profondamente rinnovato, è un piccolo gioiello in linea con gli standard richiesti da due manifestazioni di alto livello. Vogliamo coinvolgere il territorio, i club, le scuole, le università, tutte componenti fondamentali: puntiamo ad ottenere risultati, in campo e fuori”. Andrea Cavinato, alla prima stagione su una panchina celtica: “Per me è una grande opportunità, la più importante della mia carriera. Ringrazio la Fir per avermi messo nelle condizioni di scegliere lo staff con cui lavorare: ci aspettano delle grandi battaglie e sono felice di poterle affrontare con uomini di cui mi fido e di esperienza come Umberto Casellato, Vincenzo Troiani, Silvano Garbin. Sabato contro Connacht capiremo di che pasta siamo fatti – ha detto il tecnico trevigiano – ma posso garantire che andremo sempre in campo per vincere, specialmente contro le avversarie alla nostra portata”.Giorgio Sbrocco

02
settembre


Pro 12 – Bernabò (Zebre) incontra i club del Nordovest. “Causa comune per il bene del rugby”. By Giorgio Sbrocco

In attesa di aprire la stagione celtica a Galway contro il rinnovato  rinforzatissimo Connacht di coach Pat Lam, a due settimane dal debutto sul verde del XXV Aprile di Moletolo il prossimo 13 settembre contro Munster, il neo presidente della franchigia federale Pier Luigi Bernabò ha incontrato a Parma una numerosa rappresentanza di presidenti dei club dell’area Nord-Ovest: “Ho trovato nei club, nei loro vertici, l’entusiasmo di aderire al progetto di collaborazione proposto e la consapevolezza che la presenza di una realtà impegnata in due competizioni di altissimo livello come Pro12 e  Heineken Cup rappresenti, per il rugby del Nord-Ovest, una straordinaria opportunità di promozione del nostro sport sul territorio. La condivisione e la collaborazione con i club devono essere alla base del nostro lavoro” ha dichiarato.Oltre a una serie di agevolazioni per i tesserati dei club del territorio le Zebre promuoveranno un programma di visite e di supporto tecnico con le realtà attive nel campo della promozione del gioco a vari livelli.  Perfettamente in linea con la nuova progettualità della franchigia anche il motto scelto come claim dell’intera stagione sportiva: Rugby, passione italiana: "La Nazionale e gli Azzurri sono diventati un motore di propaganda del nostro sport – ha osservato Bernabò - e oggi il rugby è entrato nelle simpatie e nei consensi del grande pubblico. La funzione della nostra franchigia è di dare continuità a un processo virtuoso, che renda direttamente protagonisti  tutte le realtà a vario titolo attive sul  territorio”. Giorgio Sbrocco

28
agosto


Tags
,

Rabo Pro 12 – Anche Connacht sceglie tre capitani. By Giorgio Sbrocco

Anche la franchigia irlandese di Connacht sceglie la formula dei tre capitani in vista della stagione 2013/20.14. Gavin Duffy, John Muldoon e Michael Swift sono stati designati dal capo allenatore Pat Lam alla carica di capitano. Ruolo al quale concorreranno in perfetta sintonia grazie alla grande esperienza e alla forte leadeship. Sono felice di conferire l’incarico di capitano a Gavin, John e  Michael per l’imminente stagione agonistica” ha dichiarato Lam. “Abbiamo dato oggi la notizia alla squadra che l’ha accolta molto positivamente. Nel rugby professionistico, in squadre all’interno delle quali convivo giocatori provenienti da tutte le parti del mondo e non solo dal territorio della provincia rappresentata, è fondamentale che ognuno capisca e condivida i valori propri di un giocatore di Connacht. La nostra squadra si identifica in  valori importanti come l’impegno, il rispetto e la responsabilità”. Quanto alla scelta operata: “Si tratta di tre uomini che rappresentano perfettamente ciò che a Connacht intendiamo per “fare rugby”. Due di loro sono nati qui, il terzo detiene il record di presenze con la maglia della nostra squadra”.Giorgio Sbrocco

10
agosto


Rabo Pro 12 – Connacht segna cinque mete a Castres. Zebre: avvisate! By Giorgio Sbrocco

I campioni di Francia di Castres si sono imposti in amichevole sulla franchigia irlandese di Connacht al termine di una gara che le cronache (anche quelle francesi) descrivono come molto combattuta e in sostanziale equilibrio. Il punteggio finale ha visto prevalere Castres che ha messo a referto cinque mete (Rallier, Kockott, Martial, Bonnefond e una di mischia) ma altrettante ne ha subite. Le Zebre, che all’apertura della stagione celtica di Pro 12 (7 settembre) saranno impegnati proprio a Galway sono avvisate. “Sono davvero orgoglioso della prestazione della mia squadra” ha dichiarato coach Pat Lam, al suo primo anno sulla panchina degli irlandesi. “Per molti di loro era il debutto con questa maglia. Abbiamo segnato cinque mete e altrettante le abbiamo mancate di poco”. Castres – Connacht 42 – 21 (pt 20-17) Altre amichevoli Top 14Biarritz- Bordeaux  22-15Brive – La Rochelle 17-7Giorgio Sbrocco

04
luglio


Tags
,

Rabo Pro 12 – Un mago neozelandese delle abilità individuali a Connacht. By Giorgio Sbrocco

È il neozelandese Dave Ellis, dal 2002 nello staff della International Rugby Academy  della federazione  (IRANZ) è il nuovo tecnico specialista della linea arretrata della franchigia irlandese di Connacht. Per lui, che raggiungerà il capo allenatore Pat Lam a settembre,  un anno di contratto. Ellis ha allenato la nazionale Usa e la formazione femminile AB delle  Black ferns. “È un grande esperto di abilità individuali e di presa di decisione, un uomo attentissimo ai dettagli e capace di trasmettere competenze come pochi al mondo. L’ho visto all’opera presso l’ IRANZ dove abbiamo lavorato insieme. Sotto la sua guida ho visto migliorare giocatori e allenatori. Si integrerà benissimo con il resto dello staff tecnico compost da Dan McFarland,  Nigel Carolan, Jimmy Duffy e Cory Brown. Una grande risorsa per Connact e per il rugby irlandese” ha dichiarato Pat Lam.Giorgio Sbrocco

20
maggio


Rabo Pro 12 – Il samoano James So'oialo a Connacht per due stagioni. By Giorgio Sbrocco

Il nuovo responsabile tecnico di Connacht - Pat Lam - ha messo a segno un altro importunate colpo di mercato, assicurandosi l’internazionale samoano James So'oialo (fra i convocati per il quadrangolare in Sud Africa cui prenderà parte anche l’Italia in giugno) che ha firmato con la formazione regionale di Galway un contratto biennale. Il 24enne utility back proveniente da Wellington North è fratello del n. 8 AB Rodney e dell’ex mediano di mischia degli Harlquins Stephen. “Si tratta di un ottimo giocatore che può ricoprire tutti i ruoli della linea arretrata tranne quello di apertura” ha detto Pat Lam. “Ha un calcio di oltre 60 metri, E con il vento che troverà a Galway sono certo che potrà ulteriormente allungare la gittata”.Giorgio Sbrocco

15
maggio


Rabo Pro 12 – Ex capitano AB u 20 firma per tre anni con il Connacht di Pat Lam. By Giorgio Sbrocco

Jake Heenan, flanker neozelandese (i siti specializzati lo definiscono “abrasivo”) di 20 anni, capitano degli AB Junior all'ultima WC (finalisti con  il Sud Africa) ha firmato un contratto triennale con la Provincia irlandese di Connacht e giocherà a Galway fino al termine della stagione 2015/20106. Formatosi alla Whangarei Boys' High School, Heenan era inserito nel programma di sviluppo della franchigia di Auckland (i Blues di Jonh Kirwan). Ha detto di lui il nuovo capo allenatore di Connacht Pat Lam: “Lo conosco da quando aveva 17 anni e con la formazione under 18 dei Blues vinse il titolo nazionale di categoria. Mi resi subito conto del suo valore e delle sue caratteristiche di leader. Non vedo l'ora di cominciare a lavorarci insieme”.Giorgio Sbrocco

26
aprile


Rabo Pro 12 – Sfuma la vittoria n.10. Connacht pareggia sulla sirena! By Giorgio Sbrocco

Benetton – Connacht  23-23(pt 3 – 10)Marcatori: 4’ cp Di Bernardo, 18’ m. F. Vainikolo tr. D. Parks, 35’ cp D. Parks, 43’ cp Di Bernardo, 48’ m. Gori tr. Di Bernardo, 51’ cp D.Parks, 60’ cp Di Bernardo, 62’ cp D. Parks, 72’ mT Benetton tr. Di Bernardo, 80' m. O'Donohoe tr. D.Parks Parte forte Treviso al rientro sul terreno di gioco dopo il riposo e in 8’ trova il sorpasso grazie a 5 punti di Di Bernardo e alla meta di Gori. Ma al 51’ è ancora Dan Parks che centra i pali e firma il 13-13. All’ingresso nell’ultimo quarto di gara i Leoni passano nuovamente in vantaggio con Di Bernardo che non sbaglia dalla piazzola. Connacht non molla e al 62’ è ancora l’australiano (di nascita) Dan Parks a riportare Connacht in pareggio. L’equilibrio si rompe al 72’ quando Treviso ottiene una (sacrosanta) meta di penalità che l’arbitro assegna per un’evidente illegalità del pack irlandese. La partita sembra spegnersi. Ma all'80' Connacht trova la meta con il  mediano di mischia O'Donohoe. Dan Parks non sbaglia e allo scoccare dell'ultimo secondo di gara mette dentro la conversione che vale il pareggio. Niente vittoria n.10 per Treviso in una serata con più ombre che luci.  Giorgio Sbrocco

Rugby Ball