06
maggio


Top 14 – Merci Clermont! e conti correnti on line. L'ultimatum di Mourad Boudjellal fa discutere. By Giorgio Sbrocco

Rischia di assumere i contorni della “storia sbagliata” in tutti i sensi quella che era cominciata (forse) come una delle tante boutades che precedono i grandi match ovali. Il presidente del Tolone Mourad Boudjellal (tanto per cambiare!) aveva lanciato il sasso, sostenendo che Clermont (prossimo avversario di Tolone in finale di HC e, forse anche in Top 14) aveva a disposizione mezzi economici illimitati e che da questo traeva la sua indubbia forza. “Quando cerco dagli sponsor io devo vendere un prodotto di qualità e bussare a un sacco di porte” aveva tuonato il “N.1 della Rada”. “Non come Clermont che riceve soldi da clienti di un potente gestore finanziario...”. Pronta la replica dei tifosi di Clermont che su Facebook hanno aperto una colletta denominata Mouradthon (sul modello del noto Telethon benefico televiso) invitando i sostenitori del XV di Verne Cotter a inviare al presidente del Tolone assegni da un centesimo di euro. Potenza della rete! Hanno risposto in 12833! E al club rossonero sono giunti altrettanti assegni (in Francia sono gratuiti e si accettano anche in pagamento di un caffè al bar) che il diabolico Mourad ha mandato prontamente all'incasso. “Fossero stati di un euro l'uno sarebbe stato meglio” ha dichiarato apparentemente divertito. Ma qualcosa deve essergli andato per traverso, dal momento che poco dopo ha comunicato l'intenzione di ringraziare pubblicamente i contributori con una pagina speciale dal titolo “Merci Clermont”...rendendo al conptempo noti i numeri dei loro conti correnti in rete. Dopo aver concesso ai generosi tifosi della Yellow Army “...48 ore di tempo per cambiare numero di conto in banca”.  E qui l'ironia e le smargiassate lasciano il posto a qualcosa di molto meno leggero. Perché un atto del genere è un reato e, nel caso, dovrebbe scendere in campo l'autorità giudiziaria. L'ultimatum scade domani. Quand la blague tourne au vinaigre… Giorgio Sbrocco

29
aprile


Heineken cup – Quarta finale tutta francese. La prima volta di Clermont e Tolone. By Giorgio Sbrocco

La finale di HC del 18 maggio a Dublino fra  Clermont (attualmente al comando della classifica del Top1 4) e Tolone (al secondo posto) è la quarta fra due formazioni francesi  nella storia delle 18 edizioni della Champions league ovale, la seconda che si gioca nella capitale irlandese. Entrambe le squadre transalpine sono alla loro prima esperienza nella sfida finale del torneo. Il vincitore sarà il decimo ad apparire  nell'albo d'oro della competizione. Nelle tre precedenti finali Francia-Francia ha sempre vinto Tolosa: nel 2003 contro Perpignano (22-17), contro lo Stade Francais (18-12) e nel 2010 contro Biarritz a Parigi (21-19).Giorgio Sbrocco

29
aprile


Heineken cup – Paul O'Connell (Munster): “Difficile difendere contro Clermont”. By Giorgio Sbrocco

Niente da fare per Munster (alla sua decima semifinale di una coppa europea) contro Clermont (per la prima volta in finale) nella sfida di Monpellier di sabato che ha mandato la Yellow Army di Vern Cotter in finale a Dublino contro Tolone il prossimo18 maggio. Fra i migliori in campo il capitano degli irlandesi Paul O'Connell (pesantemente e  ripetutamente fischiato dal pubblico francese per via della mancata squalifica) che a fine gara ha datto a tutti l'ennesima dimostrazione di stile e di onestà intellettuale: “Credo che al momento attuale Clermotn sia probabilmente la squadra più forte d'Europa e la naturale candidata a vincere  la finale  chiunque si trovi davanti”. Nello specifico: “I francesi hanno una qualità incredibilmente alta in tutti i reparti, gli avanti sono potenti e capaci di avanzare palla in mano. Dietro di loro c'è una linea arretrata fatta di super atleti”. Il paragone con l'epico scontro del 2008: “Rispetto ad allora Clermont è diventato una squadra imprevedibile, difficile da analizzare. Sanno giocare in maniere molto diverse: nel primo tempo hanno fatto ottimi maul avanzanti, ma ci hanno messo in crisi con gli offload. Possiamo dedicare ore e intere giornate a cercare di decifrare il loro piano di gioco. Senza riuscirci. Sanno fare di tutto e tutto con la massima efficacia. Difendere davanti a una squadra del genere è davvero difficile”.Giorgio Sbrocco

27
aprile


Heineken cup – Super Clermont batte un grande Munster e conquista la sua prima finale. By Giorgio Sbrocco

 Clermont – Munster 16- 10 (pt 13-3)Marcatori: 5’ cp O’Gara, 8’ m. Nialaga tr. Parra, 13’, 17’, 47’ cp Parra, 60’ m. Hurley tr. O’Gara Il Clermont di Vern Cotter sarà in campo sabato 18 all’Avvia stadium di Dublino per la finale di Heineken cup. Questo ha detto la battaglia di Montpellier che ha messo di fronte la corazzata francese agli irlandesi di Munster, discretamente acciaccati, reduci da una stagione celtica non esaltante ma capaci di esprimersi ad altissimi livelli quanto a determinazione, sacrificio e dedizione.Solo Clermont nei primi 20’, dopo il vantaggio firmato O’Gara al 5’. Nialaga viola la meta irlandese all’8’ e poi ci pensa Parra a concretizzare una superiorità che l’Armata rossa non riesce che in minima parte a limitare. Il secondo quarto, però…E le 10 lunghezze di vantaggio dei francesi al riposo non sembrano garanzia sufficiente a dichiarare evasa la pratica e a laureare l’Armata gialla di Clermont (mai arrivata tanto in alto nella storia) prima finalista dell’HC 2013. Avanti di Clermont abrasivi dentro i 22 irlandesi in avvio di secondo tempo, conquistano un calcio in mezzo ai pali che Parr trasforma in punti (16-3) mentre dalle gradinate dello stade de la Mosson di Montpellier (tutto esaurito) si levano le note della Marsigliese. Al 56’ gli irlandesi rinunciano a un calcio da posizione favorevole e giocano al largo. Brock James si intercala nel terzo canale e arpiona il pallone destinato a Hurley. Ed è proprio Hurley (entrato dalla panchina per Earls) che al 60’ firma la meta della speranza irlandese raccogliendo un perfetto calcio a seguire di O’Gara sulla destra del fronte di attacco dopo una bella progressione dell’estremo Jones nel cuore della difesa francese. O’Gara non sbaglia la conversione e si entra nell’ultimo quarto con i francesi avanti di 6.La reazione di Clermont è immediata, i bianchi si installano nei 22 di Munster ma la difesa irlandese non si sbilancia, conquista una rimessa laterale in difesa e allontana con Zebo. Parrà ci prova da posizione molto difficile al 68’ ma allarga tropo la traiettoria e Munster rimane sotto break. Brivido lungo la schiena dei francesi al 70’: calcio lungo di O’Gara e pressione su palla vagante nei pressi della bandierina di sinistra. Meta? No, il giudice di linea non ha dubbi e consiglia Owen di concedere mischia a Clermont. Il replay dice che ha ragione lui. Bravo! Ancora Marsigliese al 73’. Paura di perdere o orgoglio nazionale? Presa a due man idi Munster dentro i 22. Parte il drive ma la difesa di Clermont è spietata: recupero e calcio di liberazione di Parra. Ancora lancio irlandese, stavolta (79’) sulla linea dei 22. Rubata in secondo controllo!! Brock James calcia lontano, Munster contrattacca ma un passaggio (leggermente!) in avanti decreta mischia Clermont e fine della partita.Migliori in campo per Clermont: il flanker Bardy e l’apertura James; per Munster: O’Connell e O’Gara. Domani alle 16 a Twickenham: Saracens-ToloneGiorgio Sbrocco

26
aprile


Heineken cup - Brock James.apertura di Clermont contro Munster. By Giorgio Sbrocco

Risolto il dubbio circa la maglia numero 10 di Clermont alla vigilia della super sfida con Munster in programma domani a Montpellier, prima semifinale di Heineken cup. Mediano di apertura nel XV di partenza disegnato da Vern Cotter giocherà il 31enne australiano Brock James. In panchina  probabile la presenza di David Skrela, fresco di recupero dall'infortunio. Disponibile anche Napolioni Nalaga.Giorgio Sbrocco

25
aprile


Heineken Cup – Munster perde alcuni pezzi pregiati in vista della sfida a Clermont. By Giorgio Sbrocco

Dove non arriva la giustizia (terrena, in questo caso)...arriva la Sf... Graziato (scandalosamente) il “calciatore di teste” di Munster  Paul O'Connell e rifiutato l'ingresso in campo del neozelandese di Clermont Mike Delany dalla “giustizia degli uomini”, tocca al destino pareggiare i conti, sotto forma di una mezza epidemia di indisponibilità che colpisce la formazione irlandese alla vigilia della semifinale di HC con il XV di Verne Cotter. Nell'ordine, mancheranno all'appello dell'Armata Rossa di Limerick: l'AB Doug Howlett (spalla in disordine) e  Donncha O'Callaghan (ginocchio) di sicuro. Mentre è molto probabile che non possano giocare: Peter O'Mahony (piede) e Keith Earls (spalla). Giorgio Sbrocco

24
aprile


Heineken cup – Clermont protesta: Mike Delany fuori dalla Coppa per un cavillo. By Giorgio Sbrocco

Niente semifinale di HC per l'apertura  del Clermont Mike Delany. Il Board dell'Erc ha infatti rifiutato di considerare “eleggibile” il giocatore neozelandese che si è aggregato al club da due settimane con lo status di “ joker médical” e che ha già disputato le partite conto Tolone e Tolosa. Giocando davvero bene, oltretutto! Nel motivare il diniego l'Erc ha richiamato il regolamento che impone la data del 21 marzo come termine ultimo per l'inserimento nelle liste di nuovi giocatori. Termine che Clermont non è stato in grado di rispettare in quanto non ancora in possesso delle documentazione necessaria a formalizzare il tesseramento. Clermont ha protestato ritenendo che, nella fattispecie, si dovesse far riferimento alla norma che prevede la possibilità di inserire in lista un nuovo giocatore entro le ore 12 del martedì precedente la gara. Termine che Clermont ha, in effetti, rispettato. “Si tratta – fanno sapere fonti del club dell' Auvergne – di un evidente vuoto legislativo, che l'Erc (che ha sede a Dublino..., ndr) ha deciso di interpretare d'autorità a nostro sfavore”. E per finire un po' di sana (si fa per dire) demagogia al potere: “Mentre noi, per una questione di interpretazione, dovremo rinunciare a un giocatore, i nostri avversari di Munster potranno schierare Paul O'Connell (quello del pedatone in testa all'ala degli Ospreys, ndr)...”. Osservazione prima di qualsiasi logica (O'Connell non è stato punito) e completamente fuori tema. Ma quando si tratta di accendere il fuoco della polemica e di alimentarlo per impedire che si spenga, i francesi sono riconosciuti maestri! Toccherà a coach Verne Cotter sbrogliare l'intricata matassa, decidendo a chi affidare la maglia numero 10. Tante, ma non tutte immediatamente praticabili le opzioni: Brock James (fuori da tre settimane); David Skrela (infortunato da tempo) o Ludovic Radosavljevic che ha ben impressionato nel quarto di finale con Montpellier. Giorgio Sbrocco

20
aprile


Top 14 – Troppo forte Clermont. Tolosa si arrende. By Giorgio Sbrocco

Clermont distrugge i campioni di Francia di Tolosa nel match di apertura della XXV giornata del Top 14 e sale al primo posto in classifica generale in attesa del risultato del posticipo serale fra Grenoble e Tolone. Partita molto combattuta quella del Marcel Michelin, con i padroni di casa in meta con Fofana (1’), Stanley (29’), Sivivatu (33’ e 79’). Per Tolosa: mete di Dusautoir  (42’) e  Picamoles (69’). Alla luce di questa sconfitta Tolosa deve ora fare i conti con l’eventualità di dover disputare in trasferta il barrage per l’accesso alle semifinaliTop 14 – XXV giornataClermont – Tolosa 39-17 (pt 25-10)Giorgio Sbrocco

15
aprile


Heineken Cup – Il calcione di O'Connell sulla testa di Kearney? Negligenza!. By Giorgio Sbrocco

L'avevamo scritto domenica mattina, commentando la direzione di gara del signor Phillips al Liberty Stadium in occasione di Ospreys-Benetton: se sei irlandese...puoi stare tranquillo. Nulla di male ti potrà accadere. Se sei arbitro, pensavamo. Alla luce della nazionalità degli attuali vertici della categoria. E invece no! La regola vale anche per i giocatori! Prendete il capitano di Munster Paul O’Connell, che nel corso della partita di Pro 12 con il Leinster al Thomond park, al minuto 62, ha giocato a calcio con la testa di Dave Kearney, momentaneamente a terra dopo la ricezione di un pallone alto in due tempi. Per la cronaca (sportiva), Dave Kearney ha abbandonato il terreno di gioco in stato di incoscienza. Per quella nera (di cronaca): Paul O'Connell non sarà neanche citato davanti al giudice e potrà disputare la semifinale di HC contro Clermont il prossimo 27 aprile a Montpellier. Da appendere al muro in bella evidenza il dispositivo con cui la Commissione di disciplina (!), visionato il filmato dell'episodio, ha mandato assolto (con formula piena) il calciatore irlandese. “Si è trattato – ha scritto e controfirmato il giudice investito del caso – di un incidente causato da negligenza e non di un gesto intenzionale”. In Francia si sono incavoilati di brutto, anche perché il Paul O'Connell delle ultime uscite (Harlequins a Londra sporpattutto), averlo contro i campo o seduto in tribuna a scontare una squalifica...Giorgio Sbrocco

14
aprile


Top 14 – Pari a Marsiglia! Wilkinson manca il calcio della vittoria per Tolone. By Giorgio Sbrocco

 È il piede magico (anche se oggi non immune da errori) di Johnny Wilkinson che al 79' (Clermont in 14 per il giallo a Chouly al 75') da 55 metri NON decide la sfida del Velodrome di Marsiglia (39 mila spettatori paganti!) fra Tolone e Clermonta favore dei rossoneri di casa. Il calcio dell'apertura inglese si spegne alla base del palo della porta dei gialloblu di coach Verne Cotter  e l'arbitro, in quel preciso istante, decreta la fine del match. Una grande partita fra due squadre che contanto di rivedersi (solo) in finale. Il punteggio è 26-26. Per Tolone: mete di Mermoz (9') e Palisson (46'). Per gli ospiti: 2 mete dell'ala Nakaitaci (7' e 35'). Tolone mantiene il primo psoto in classifica generale a quota 84, Clermont si conferma secondo a due lunghezze.Top 14 – XX giornataTolone – Clermont 26-26 (pt 13-20)Giorgio Sbrocco

Rugby Ball