08
settembre


Top14 – A Clermont arriva Ma’a Nonu. Per McCaw Championship finito. By Giorgio Sbrocco

 Oltre a dare la notizia del probabile forfait del capitano della Nuova Zelanda Richie McCaw per il resto del Championship 2013 (secondo il ct Steve Hansen l’infortunio patito al ginocchio contro l’Australia lo terrà lontano dai campi di gioco per almeno 4-5 settimane), Rugbyweek.com conferma le voci riguardanti un permesso speciale che la Federazione NZ avrebbe intenzione di concedere al centro Ma’a Nonu (sotto contrato con la Union fino a dopo il Mondiale 2015). Quasi certa la sua destinazione: Francia in Top14 con il Clermont di Vern Cotter. L’ingaggio del giocatore neozelandese sarebbe giustificato dalla prevedibile ridotta disponibilità dei centri Rougerie e Fofana in occasione degli impegni internazionali della Nazionale di Philippe Saint-Andrè.Giorgio Sbrocco

25
agosto


Tags
,

Top14 – Gli applausi di Clermont agli avversari vittoriosi. By Giorgio Sbrocco

L’immagine da consegnare agli archivi della memoria della seconda giornata del Top14 è certamente il corridoio plaudente  che i giocatori di Clermont hanno deciso di allestire all’uscita del campo per onorare gli avversari dell’Oyannax, neo promossi nella massima divisione nazionale, vittoriosi per 30-19. Come hanno scritto molti appassionati francesi sui vari blog ovali: CHAPEAU!Giorgio Sbrocco  

24
agosto


Top 14 – Oyannax travolge Clermont. Che matricola! By Giorgio Sbrocco

Oyonnax – Clermont 30 – 19 (pt 20 – 0)Marcatori: 26’ m Jenneker tr. Urdapilleta, 30’ m. Denos tr. Urdapilleta, 36’, 40’ cp Urdipilleta, 44’ mnt Vosloo, 48’ cp B. James, 50’ cp Urdipalleta, 54’ , 57’ cp B. James, 67’ m. Ursache tr. Urdipalleta, 79’ mnt StanleyGiallo: 54’ Jenneker  (O)Altro colpo di scena nella seconda giornata del Top 14. Dopo i 40 punti che nell’anticipo di ieri sera Tolone ha rifilato al Racing, tocca al neopromosso Oyannax, nell’anticipo delle 15, salire agli onori delle cronache mettendo sotto il titolato (e pronosticato) Clermont grazie a un primo tempo praticamente perfetto che ha visto Jenneker e Denos andare in meta fra il 26’ e il 30’ e l’apertura argentina Urdapilleta centrare per due volte i pali. Nel secondo tempo Verne Cottere manda dentro Parra, Nalaga e Jaquet per provare a risollevare le sorti della squadra. Operazione che sembra funzionare dopo la meta di Vosloo e il calcio di B. James che al 48’ fissano li scarto a 12 punti. Ma Oyannax  ha idee molto chiare, un super tallonatore (il sudafricano Jenneker) e una grande mediana tutta argentina. Al 67’ (TMO) Ursache schiaccia per la meta del 30 – 14, dopo che in 14 Oyannax (giallo a Jenneker al 53’) aveva subito solo due calci. Fra il 68’ e il 70’ Oyannax “rischia” di segnare la quarta meta con Dens e Urdipalleta m,a il TMO giustamente non concede. A giochi fatti arriva la meta di Stanley che non rende meno amara la sconfitta della Yellow Army né meno importante  e storica la prima vittoria in Top14 della matricola in maglia rossa. Quando in pre campionato Oyannax aveva battuto 24-13 Clermont in amichevole, tutti si erano affrettati a specificare che i gialloblu erano scesi in campo in "formazione ampiamente rimaneggiata", sottintendendo che il successo della neo promossa doveva essere considerato alla stregua di un colpo di...sole. E invece!Giorgio Sbrocco

02
agosto


Top 14 – Pareggiano Perpignano e Clermont, vincono Castres, Biarritz e Brive. By Giorgio Sbrocco

Nella altre amichevoli del venerdì, da segnalare il pareggio dell’Aimé Giral fra Perpignano e Clermont e le vittorie  di Biarritz, Castres e Brive.RisultatiPerpignano – Clermont 14-14Biarritz – Oyannax 19-7Aurillac – Brive 14-20Castres – Albi 26-19 Giorgio Sbrocco

28
luglio


Top 14 – La matricola Oyannax batte Clermont! By Giorgio Sbrocco

 Si presentato nel migliore dei modi il neopromosso Oyannax che a Millau ha battuto (23-14, primo tempo 20-0 e meta trasformata di Parra al 78’) il Clermont di Vern Cotter, per l’occasione in campo senza Rougerie, Fofana, Nalaga e Zirakashvili; James, Parra e Vermeulen  dentro solo nel secondo tempo e con qualche problema ancora da risolvere quanto a organizzazione e tenuta fisica. Le due squadre si ritroveranno l’una contro l’altra nella seconda giornata di campionato. Se il buongiorno di vede dal mattino, la matricola dell’Ain non sarà un altro Mont de Marsan.Giorgio Sbrocco

22
luglio


Heineken cup – Qualificazione in discesa per Tolosa e Saracens. Dura per tutti gli altri. By Giorgio Sbroco

 In Francia non sono particolarmente contenti del calendario appena reso noto dall’Erc. Quel Clermont – Racing (girone 4) in calendario domenica 13 ottobre, alla prima giornata…Quanto alla consistenza dei gironi, è abbastanza chiaro che ve ne sono almeno tre che superano tutti gli altri per intrinseco peso specifico e per annunciati contenuti tecnici. Sono: il n.1, dove il ruolo di Cenerentola (in una distribuzione dei ruoli che tenga conto dei risultati della passata stagione) spetta agli Ospreys e nel quale rischiano l’eliminazione uno a caso fra: Castres campione di Francia, Northampton vice campione d’Inghilterra e Leinster vincitore di Challenge; il 4 , con ancora una gallese (Scarlets) destinata a poco più che a un onesto ma dimesso comprimariato; il 5, quello con Treviso, dove l’ambizioso e rafforzato Montpellier rischia l’eliminazione a favore di Ulster e Leicester. Un girone scontato? Il 3, con Tolosa e Saracens candidati di diritto al passaggio del turno. E anche Tolone, sulla carta...Intanto è certo che Racing-Harlequins sarà delocalizzata a Nantes e che la sfida Saracens-Tolosa si giocherà a Wembley.Girone 1: Castres, Northampton, Ospreys, LeinsterGirone 2: Toulon, Glasgow, Cardiff, ExeterGirone 3: Toulouse, Saracens, Connacht, ZebreGirone 4: Clermont, Harlequins, Scarlets, Racing-MétroGirone 5: Montpellier, Treviso Ulster, Leicester Girone 6: Perpignano, Gloucester, Edimburgo, MunsterGiorgio Sbrocco

10
luglio


Tags
,

Top 14 – Capitan Rougerie operato. Salterà la prima di campionato. By Giorgio Sbrocco

 E cominciata sotto i ferri, in sala operatoria, la stagione 2013/2014 del capitano di Clermont Aurélien Rougerie. Il centro della formazione finalista di HC, che soffriva di una sindrome da  neuroma di Norton al piede sinistro è stato operato oggi. Sono previste cinque settimane di prognosi salvo complicazioni. Non sarà in campo nel match di apertura del campionato che Clermont disputerà in trasferta a Biarritz.Giorgio Sbrocco

08
luglio


Tags
,

Top 14 – A Clermont il nuovo presidente si accontenterebbe di un titolo su due. By Giorgio Sbrocco

 Prima uscita ufficiale di Eric De Cromières, nuovo presidente del Clermont alla ripresa dell’attività della squadra di Vern Cotter che l’anno passato raggiunse la finale di HC (persa con Tolone) e la semifinale del campionato di Francia. De Cromières, che è director of Commercial Performance and Member of Executive Committee of Compagnie Generale des Etablissements Michelin SCA, di fatto un altissimo dirigente dell’equivalente per Clermont della Fiat pre Marchionne per Torino, ha subito chiarito che la sua sarà una presidenza nel segno della continuità. “Perché – ha precisato con un’immagine tipicamente francese – il mio compito è mantenere consistente ,la maionese”. Bene Cotter e bene la squadra: “Con la rosa di cui disponiamo possiamo giocare su due tavoli contemporaneamente: quello del Top 14 e quello della Heineken cup. Diciamo che l’obiettivo è vincere una delle due competizioni. Almeno”. Maestro nell’eludere le domande come tutti i grandi manager, il neo presidente ha così risposto a chi gli ha chiesto cosa avesse detto alla squadra in occasione della suo primo incontro con i giocatori: “Passate bene le vacanze?”.Giorgio Sbrocco

07
luglio


Top 14 – Partite storiche. Quella volta che Cardona a Clermont…By Giorgio Sbrocco

In una delle partite della stagione 2012/2013 del Top 14 che Rugby Rama ha inserito nel novero delle più belle dell’annata c’è Clermont – Tolone del 10 novembre. A farne un match da libri di storia, di quelli da tramandare ai posteri, è stato l’epilogo. Non che il resto della partita sia stato “normale”. Anzi: nonostante le numerose assenze degli Internazionali impegnati nella finestra autunnale, ne venne fuori una sfida molto combattuta e in equilibrio. Merito, soprattutto di tale Jonny Wilkinson (ancora lui!), apertura di Tolone, capace di mantenere i suoi a contatto con i padroni di casa nel punteggio grazie a una prova perfetta dalla piazzola e di agguantare il definitivo pareggio (21-21) quando al termine del tempo regolamentare di secondi ne mancavano meno di 30. Tempo regolamentare che spirò nel momento in cui Clermont effettuava il calci di rimbalzo da metà capo per la ripresa del gioco. Palla alta e lunga che arriva dalle parti dell’australiano di Tolone Matt Giteau (uno che di esperienza ne ha tanta, ma tanta davvero). Il quale, in tuffo, ne prolunga la traiettoria tanto da farla uscire dal terreno di gioco. Pareggio che accontenta tutti? Quasi tutti! Non l’arbitro, che è il signor Cardona, quello che di lì a qualche mese avrebbe fatto squalificare Sergio Parisse (a rischio mezzo Sei Nazioni) dopo averlo espulso nel corso di una partita dello Stade Francais per una frase offensiva che solo lui aveva sentito. Cosa fa monsieur Cardona? Ritiene che l’uscita della palla dal terreno di gioco sia stata causata da un intervento volontario con le mani da un giocatore presente in campo (Giteau). Comportamento che il regolamento considera sommamente illegale e che cataloga alla voce “antigioco”. Calcio di punizione a favore di Clermont. Brok James va sulla piazzola e non sbaglia. Clermont 24 – Tolone 21. Certo che un errore del genere da Matt Giteau…Giorgio Sbrocco

29
maggio


Top14 – Cotter scarica Brock James e pretende acquisti. By Giorgio Sbrocco

Vern Cotter, allenatore sconfitto e deluso di Clermont impartisce una lezione che potremmo titolare “Nel rugby si perde tutti insieme ma per colpa di pochi”. Ha dichiarato il tecnico neozelandese: “Abbiamo preparato molto bene la fase finale della stagione. La nostra assoluta priorità è sempre stata la Heineken cup. Il mio rammarico sta nel fatto che, in prospettiva Dublino, abbiamo lavorato molto sulle scelte e sulla gestione del match con i leaders della squadra. Il fatto è che proprio i leaders sono stati clamorosamente assenti. Mi pento di aver dato fiducia a due o tre giocatori. Primo fra tutti: Brock James. Uno che è solito scadere nel rendimento quanto si trova davanti a situazioni problematiche. In campo era lui il responsabile della gestione del gioco, e per quanto ha fatto contro Tolone non possiamo certo dirci soddisfatti. Mi prendo anch'io le mie responsabilità: avremmo dovuto cambiare di spalla al fucile. I soldati erano presenti ma non il comando”. Quando si dice: Clermont ha un problema di leadership e di intelligenza tattica! Concludendo: “Mercato, mercato, mercato!”. E qualche internazionale lasciato andare via senza rimpianti.Giorgio Sbrocco 

Rugby Ball