02
ottobre


Four Nations – Stagione finita per Francois Steyn. Niente All Blacks e niente Tour in Europa. By Giorgio Sbrocco

Anche Francois Steyn si è arreso. Il centro del Sud Africa non scenderà i campo nella giornata conclusiva del Championship e non prenderà parte al tour in Europa di novembre contro Irlanda, Scozia e Inghilterra. Per lui e per la sua caviglia gravemente lesionata sono pronti bisturi e  la sala operatoria. “Abbiamo eseguito un buon numero di indagini strumentali” ha dichiarato il medico dei Boks Craig Roberts. “Ci sono frammenti ossei sparsi all’interno dell’articolazione che generano un dolore insopportabile e che vanno rimossi”. Il ct Heyneke Meyer, nel  ricevere la (ferale?) notizia ha così commentato: “È meglio che risolva il problema alla radice e prima possibile. Ha una lunga carriera davanti a sé e non gli mancherà l’occasione per disputare altri e importanti test”. Nella formazione sudafricana che sabato affronterà gli All Blacks a Johannesburg mancherà sicuramente Jacques Potgieter (stiramento addominale), mentre Jane Kirchner, Johan Goosen, Willem Alberts e Jannie du Plessis sono in forse per infortunio.Giorgio Sbrocco

30
settembre


Four Nations – La Nuova Zelanda vince a La Plata partita e Torneo. By Giorgio Sbrocco

La differenza c’è, c’è sempre stata, e  a La Plata si è vista tutta. Gli AB stravincono, con un punteggio finale che ha poco del confronto fra due potenze ovali di pari rango (54-15), il loro quinto impegno di Championship e mettono nella loro smisurata bacheca un altro importante trofeo. Partita senza storia, con i “soliti” Pumas coraggiosi, determinati (im vantaggio per primi con Landajo al 7’) ma con un serbatoio di energie e di idee troppo poco capace rispetto a quello dei maestri. Quando è Davide a battere Golia finisce giustamente nei libri di storia. Ci sarà un motivo! Argentina – Nuova Zelanda 15 - 54Marcatori: 7' m. Landajo,15' m. A.Smith tr. Carter, 19' cp. Carter, 22' m. Jane tr. Carter, 26' cp. Hernandez, 28' cp. Carter, 30' m. Savea, 36' m. Savea tr. Carter, 47' m. Camacho tr. Hernandez, 50' m. Jane, 58' m. Nonu tr. Cruden, 65' cp. Cruden, 79' m. Jane tr. Cruden Giorgio Sbrocco

29
settembre


Four Nations – Sud Africa troppo forte per questa Australia. Senza storia il match di Pretoria. By Giorgio Sbrocco

Sud Africa – Australia 31 – 8 (pt 14-3)Marcatori: 21’ m. Kirchner tr. Pienaar, 29’ m. Habana tr. Pienaar, 35’ cp Beale, 58’ mnt Louw, 62 m. Habana tr. Pienaar, 66’ mnt Sheean, 79’ mnt Habana Vittoria del Sud Africa a Pretoria (45mila spettatori) sull’Australia nel penultimo turno del Championship ovale. Pronostico rispettato e livello tecnico non eccellente anche per le troppe assenze fra i Wallabies (alla fine mischia no contest per mancanza di…panchina), costretti a rischiare Beale all’apertura (non male, nel complesso). Nel Sud Africa ha debuttato il ventenne Goosen con il numero 10.Due fiammate del Sud Africa e un paio di mete non concesse dal Tmo (forse quella di Goosen c’era) nel primo tempo sostanzialmente dominato dai padroni di casa. In evidenza la mischia comandata ad arte da Pienaar. Ripresa con poche sostanziali differenze rispetto alla prim metà gara. Sud Africa che trova altre due mete con Low di potenza e con Habana (rimessa rapida) di astuzia. Sul finire si rivede l’Australia che con Sheean schiaccia sulla bandierina al termine di una bella azione sugli spazi allargati. Prima della fine un monumentale contrattacco sudafricano fermato (Pienaar) a pochi centimetri dalla linea bianca. Al 79’ Habana firma la sua terza meta personale e appesantisce il passivo australiano oltre i limiti del dovuto.Giorgio Sbrocco

27
settembre


Four Nations – Coach Deans (Australia) gratta il fondo del barile: Kurtley Beale apertura a Pretoria. By Giorgio Sbrocco

Secondo qualche commentatore il ct dei Wallabies Robbie Deans, in vista del match con il Sud Africa a Pretoria, ha…mischiato le carte nel fare la formazione. Operazione più che lecita, sia chiaro. A patto che le carte non siano...tre e che a maneggiarle non sia il magliaro di turno. Perché a tutto assomiglia l’annunciato impiego di Kurtley Beale  nel ruolo di mediano di apertura, tranne che a un sottile gioco di prestigio, ai confini con l’ingegneria ovale. È che di aperture degne di questo nome il povero Deans non ne ha più. E chiedere al buon Beale di sacrificarsi per la causa, pur in assenza di certezze quanto a esito dell’esperimento, è nient’altro che l’ultimo disperato tentativo di dare rigore e credibilità a una squadra afflitta da carenze oggettive di qualità e di efficacia. Certo che con Phipps mediano di mischia e Barnes estremo…Auguri! Australia15 Berrick Barnes, 14 Dominic Shipperley, 13 Adam Ashley-Cooper, 12 Pat McCabe, 11 Digby Ioane, 10 Kurtley Beale, 9 Nick Phipps, 8 Radike Samo, 7 Michael Hooper, 6 Dave Dennis, 5 Nathan Sharpe (cap), 4 Kane Douglas, 3 Ben Alexander, 2 Tatafu Polota Nau, 1 Benn Robinson.In panchina: 16 Saia Fainga'a, 17 James Slipper, 18 Rob Simmons, 19 Scott Higginbotham, 20 Liam Gill, 21 Brett Sheehan, 22 Anthony Fainga'a.Giorgio Sbroc

27
settembre


Four Nations – C’è Dan Carter all’apertura nella Nuova Zelanda anti Pumas. By Giorgio Sbrocco

Sciolti tutti i dubbi circa la formazione della Nuova Zelanda da opporre all’Argentina  nel quinto turno di Championship. Dopo due turni di forzato riposo il grande Dan Carter (Cruden in panchina) torna a comandare l’orchestra dei tuttineri con maglia numero 10, alla testa di una linea arretrata composta dalla coppia di centri Smith - Ma'a Nonu, con Dagg estremo e Cory Jane e Savea alle ali. Numero 9 il fidato e affidabile (di questi tempi) Aaron Smith. I gradi di capitano a MacCaw che, come assicurato dal dg Benetton Vittorio Munari: “Non verrà a Treviso nel suo trimestre sabbatico”. Nuova Zelanda15 Israel Dagg, 14 Cory Jane, 13 Conrad Smith, 12 Ma'a Nonu, 11 Julian Savea, 10 Daniel Carter, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read, 7 Richie McCaw (c), 6 Liam Messam, 5 Sam Whitelock, 4 Luke Romano, 3 Owen Franks, 2 Andrew Hore, 1 Tony Woodcock.In panchina: 16 Keven Mealamu, 17 Charlie Faumuina, 18 Brodie Retallick, 19 Sam Cane, 20 Piri Weepu, 21 Aaron Cruden, 22 Ben Smith. Giorgio Sbrocco

26
settembre


Four Nations – Phelan non cambia. Perché non vuole o perché...non può? By Giorgio Sbrocco

Gli ottimisti diranno che “squadra che vince o poco ci manca non si cambia”. Altri sosterranno che Santiago Phelan ha la coperta corta, anzi, cortissima ed è costretto a chiedere ai suoi pretoriani di ferro ulteriori sacrifici per la causa. Comunque la si voglia vedere, la notizia è che l'Argentina che scenderà in campo a La Plata contro la Nuova Zelanda nel quinto turno di Championship, è la stessa che ha giocato (e quasi vinto) il quarto. Almeno per quanto riguarda il XV titolare, dal momento che in panchina due volti nuovi ci sono, e sono quelli di Marcos Ayerza e Tomas Vallejos.Argentina15 Lucas Gonzalez Amorosino, 14 Gonzalo Camacho, 13 Marcelo Bosch, 12 Santiago Fernandez, 11 Horacio Agulla, 10 Juan Martin Hernandez, 9 Martin Landajo, 8 Juan Martin Fernandez Lobbe (c), 7 Juan Manuel Leguizamon, 6 Julio Farias Cabello, 5 Patricio Albacete, 4 Manuel Carizza, 3 Juan Figallo, 2 Eusebio Guinazu, 1 Rodrigo Roncero.In panchina: 16 Agustin Creevy, 17 Marcos Ayerza, 18 Tomas Vallejos, 19 Tomas Leonardi, 20 Nicolas Vergallo, 21 Martin Rodriguez, 22 Juan Imhoff  Giorgio Sbrocco

26
settembre


Four Nations – Phelan non cambia. Perché non vuole o perché...non può? By Giorgio Sbrocco

Gli ottimisti, quelli del bicchiere (sempre) mezzo pieno diranno che “squadra che vince o poco ci manca non si cambia”. Altri sosterranno che Santiago Phelan ha la coperta corta, anzi, cortissima ed è costretto a chiedere ai suoi pretoriani di ferro ulteriori sacrifici per la causa. Comunque la si voglia vedere, la notizia è che l'Argentina che scenderà in campo a La Plata contro la Nuova Zelanda nel quinto turno di Championship, è la stessa che ha giocato (e quasi vinto) il quarto. Almeno per quanto riguarda il XV titolare, dal momento che in panchina due volti nuovi ci sono, e sono quelli di Marcos Ayerza e Tomas Vallejos.Argentina15 Lucas Gonzalez Amorosino, 14 Gonzalo Camacho, 13 Marcelo Bosch, 12 Santiago Fernandez, 11 Horacio Agulla, 10 Juan Martin Hernandez, 9 Martin Landajo, 8 Juan Martin Fernandez Lobbe (c), 7 Juan Manuel Leguizamon, 6 Julio Farias Cabello, 5 Patricio Albacete, 4 Manuel Carizza, 3 Juan Figallo, 2 Eusebio Guinazu, 1 Rodrigo Roncero.In panchina: 16 Agustin Creevy, 17 Marcos Ayerza, 18 Tomas Vallejos, 19 Tomas Leonardi, 20 Nicolas Vergallo, 21 Martin Rodriguez, 22 Juan Imhoff  Giorgio Sbrocco

26
settembre


Four Nations – Phelan non cambia. Perché non vuole o perché...non può? By Giorgio Sbrocco

Gli ottimisti, quelli del bicchiere (sempre) mezzo pieno diranno che “squadra che vince o poco ci manca non si cambia”. Altri sosterranno che Santiago Phelan ha la coperta corta, anzi, cortissima ed è costretto a chiedere ai suoi pretoriani di ferro ulteriori sacrifici per la causa. Comunque la si voglia vedere, la notizia è che l'Argentina che scenderà in campo a La Plata contro la Nuova Zelanda nel quinto turno di Championship, è la stessa che ha giocato (e quasi vinto) il quarto. Almeno per quanto riguarda il XV titolare, dal momento che in panchina due volti nuovi ci sono, e sono quelli di Marcos Ayerza e Tomas Vallejos.Argentina15 Lucas Gonzalez Amorosino, 14 Gonzalo Camacho, 13 Marcelo Bosch, 12 Santiago Fernandez, 11 Horacio Agulla, 10 Juan Martin Hernandez, 9 Martin Landajo, 8 Juan Martin Fernandez Lobbe (c), 7 Juan Manuel Leguizamon, 6 Julio Farias Cabello, 5 Patricio Albacete, 4 Manuel Carizza, 3 Juan Figallo, 2 Eusebio Guinazu, 1 Rodrigo Roncero.In panchina: 16 Agustin Creevy, 17 Marcos Ayerza, 18 Tomas Vallejos, 19 Tomas Leonardi, 20 Nicolas Vergallo, 21 Martin Rodriguez, 22 Juan Imhoff  Giorgio Sbrocco

26
settembre


Four Nations – Ore piccole per seguire Pumas e All Blacks su Sky

Veglia ovale per gli appassionati di rugby quella fra sabato e domenica. All'una di notte (di domenica 30) su Sky Sport 2 andrà in onda in diretta da La Plata il match valido per il quinto turno del Championship-Four Nations fra Pumas e All Blacks. Sabato, alle 15, da Pretoria verrà invece trasmessa Sud Africa – Australia. Questo il palinsesto ufficialeSabato 29 settembre, ore 15.00 - Sky Sport 3Sud Africa vs. Australia  Domenica 30 settembre, ore 01.00 - Sky Sport 2Argentina vs. Nuova Zelanda

26
settembre


Four Nations – Sud Africa senza Morne e (forse) con Frans Steyn contro l'Australia a Pretoria. By Giorgio Sbrocco

Non c'è Morne Steyn nel Sud Africa che coach Heyneke (lunga vita?) Meyer  ha allestito per la sfida con l'Australia in programma sabato a Pretoria. Apertura giocherà il baby Johan Goosen. Unico dubbio: Frans Steyn o Jaco Taute per la maglia di primo centro. Fuori Morne (bocciatura definitiva?) è ragionevole ritenere che venga preferito lo Steyn Frans, quello col piede da 60 metri di calcio. Questa la formazione annunciata: Sud Africa - 15 Zane Kirchner, 14 Bryan Habana, 13 Jean de Villiers (c), 12 Frans Steyn/Jaco Taute, 11 Francois Hougaard, 10 Johan Goosen, 9 Ruan Pienaar, 8 Duane Vermeulen, 7 Willem Alberts, 6 Francois Louw, 5 Andries Bekker, 4 Eben Etzebeth, 3 Jannie du Plessis, 2 Adriaan Strauss, 1 Tendai Mtawarira.In panchina: 16 Tiaan Liebenberg, 17 Coenie Oosthuizen, 18 Flip van der Merwe, 19 Marcell Coetzee, 20 Elton Jantjies, 21 Jaco Taute/Juan de Jongh, 22 Pat Lambie.  Giorgio Sbrocco

Rugby Ball