29
novembre


Test match – Virus o non virus gli All Blacks in campo a Twickanham per vincere ancora!. By Giorgio Sbrocco

Vogliono chiudere in grande stile (il loro!) il tour europeo 2012 gli All Blacks di coach Hansen che sabato affronteranno l'Inghilterra a Londra. Stagione perfetta, o quasi (pesa il 18-18 con i Wallabies a Brisbane). Minimizzano (Read in testa) la portata e la gravità dell'epidemia di influenza virale che sembra aver colpito tutti (tranne due) i componenti della squadra campione del mondo. “È solo una visita guidata fino alla toilette” ha dichiarato il numero 8 capitano a Roma contro l'Italia. La formazione annunciata (virus permettendo) è comunque il meglio che attualmente si può mettere in campo. Dentro dal primo minuto Carter, McCaw, Mealamu tallonatore (Hore squalificato...) e Retallick  in seconda. Inghilterra avvisata...NUOVA ZELANDA 15 Israel Dagg, 14 Cory Jane, 13 Conrad Smith, 12 Ma'a Nonu, 11 Julian Savea, 10 Dan Carter, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read, 7 Richie McCaw (c), 6 Liam Messam, 5 Sam Whitelock, 4 Brodie Retallick, 3 Owen Franks, 2 Keven Mealamu, 1 Tony Woodcock.In panchina: 16 Dane Coles, 17 Wyatt Crockett, 18 Charlie Faumunia, 19 Luke Romano, 20 Victor Vito, 21 Piri Weepu, 22 Aaron Cruden, 23 Ben Smith.Giorgio Sbrocco

15
novembre


Tags
,

Test match – All Blacks con Read capitano, McCaw in tribuna e Dan Carter in panchina. By Giorgio Sbrocco

A riposo McCaw, debutta nel ruolo di capitano il 27enne terza centro Kieran Read (46 caps).  Siamo rimasti soddisfatti della prestazione di Edinburgo di domenica scorsa – ha detto il CT degli All Blacks – ma sappiamo che ci sono delle aree in cui possiamo migliorare in vista della gara contro gli italiani. Ci aspettiamo una nuova, difficile gara contro l’Italia di fronte ad un pubblico così appassionato come quello azzurro. L’Italia è famosa per il gioco dei suoi avanti, saranno pronti a dare battaglia e noi dovremo fronteggiare la loro fisicità. Non vedranno l’ora di scendere in campo di fronte allo Stadio Olimpico esaurito, davanti al loro pubblico, e questo darà loro ulteriori motivazioni”. In tutto saranno in campo e in panchina 753 caps (534+219). , a testimonianza di una formazione NUOVA ZELANDA15 Beauden BARRETT14 Hosea GEAR13 Conrad SMITH12 Ma’a NONU11 Julian SAVEA10 Aaron CRUDEN9 Aaron SMITH8 Kieran READ (cap)7 Sam CANE6 Liam MESSAM5 Brodie RETALLICK4 Ali WILLIAMS3 Charlie FAUMUINA2 Keven MEALAMU1 Tony WOODCOCKa disposizione16 Dane COLES17 Wyatt CROCKETT18 Ben FRANKS19 Sam WHITELOCK20 Victor VITO21 Tawera KERR-BARLOW22 Daniel CARTER23 Cory JANE Giorgio Sbrocco

27
settembre


Four Nations – C’è Dan Carter all’apertura nella Nuova Zelanda anti Pumas. By Giorgio Sbrocco

Sciolti tutti i dubbi circa la formazione della Nuova Zelanda da opporre all’Argentina  nel quinto turno di Championship. Dopo due turni di forzato riposo il grande Dan Carter (Cruden in panchina) torna a comandare l’orchestra dei tuttineri con maglia numero 10, alla testa di una linea arretrata composta dalla coppia di centri Smith - Ma'a Nonu, con Dagg estremo e Cory Jane e Savea alle ali. Numero 9 il fidato e affidabile (di questi tempi) Aaron Smith. I gradi di capitano a MacCaw che, come assicurato dal dg Benetton Vittorio Munari: “Non verrà a Treviso nel suo trimestre sabbatico”. Nuova Zelanda15 Israel Dagg, 14 Cory Jane, 13 Conrad Smith, 12 Ma'a Nonu, 11 Julian Savea, 10 Daniel Carter, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read, 7 Richie McCaw (c), 6 Liam Messam, 5 Sam Whitelock, 4 Luke Romano, 3 Owen Franks, 2 Andrew Hore, 1 Tony Woodcock.In panchina: 16 Keven Mealamu, 17 Charlie Faumuina, 18 Brodie Retallick, 19 Sam Cane, 20 Piri Weepu, 21 Aaron Cruden, 22 Ben Smith. Giorgio Sbrocco

Rugby Ball