06
giugno


Italian League Eccellenza – Il Calvisano ricomincia da Guidi, Steyn, Cavalieri e Magli. By Giorgio Sbrocco

Prima bozza del Calvisano 2013/2014. Questo quanto comunicato oggi nel corso della conferenza stampa: nuovo allenatore, Gianluca Guidi, ex numero 9 dell’Italia di Coste, attualmente in Cile con la Nazionale under 20 per il Mondiale di categoria. Quanto alla rosa: non ci saranno più Shaun Berne (esytremo), Jaco Erasmus (seconda/terza linea), Andrea Marcato (apertura), Filippo Gerosa (seconda linea), Giacomo Brancoli (mediano di mischia), Marco Coletti (pilone), Emanuele Bellandi (terza linea), Samuela Vunisa (n. 8) e Guglielmo Palazzani (mediano di mischia). Tre i nuovi ingaggi ufficializzati, tutti provenienti dal  interno: il numero 8 Abraham  Steyn ( campione del mondo under 20 con il Sud Africa, per lui una super stagione a Mogliano culminata con lo storico scudetto), la seconda linea Augustin Cavalieri (ex Prato e Petrarca) e il giovane pilone Andra Magli, cresciuto in casa e che ha disputato le ultime due stagioni in serie A con il Banco di Brescia. Giorgio Sbrocco

Italia League Eccellenza – Calvisano avanti al 40'. Ma la strada per la finale è ancora lunga. By Giorgio Sbrocco

Calvisano – Cavalieri Prato 14 - 3Marcature: 2’ MT Calvisano tr. Griffen, 7’ cp Ragusi, 26’ m. Vunisa tr. GriffenArbitro: CalvisanoTMO: MarramaGialli: 23’ Garfagnoli (P) Prato non ha mai subito quattro mete da Calvisano, il cielo sopra il San Michele promette poco di buono, i campioni d’Italia devono rimontare 18 punti e non concedere bonus.Cavinato manda in campo Marcato all’apertura, Visentin centro e Griffen n. 9. In seconda non c’è Hehea (infortunio) e davanti  non c’è Ferraro per scelta tecnica sostituito da Morelli.Tanti tifosi toscani sulle tribune.*Contrattacco di Scanferla (1’) su liberazione di Ngawini. Visentin viene placcato sulla linea di meta. Mischia per Calvisano sui cinque.  Prato cede e Damasco assegna la meta tecnica. 7-0 dopo 2’Prato attacca sul terzo canale con Rufolo (6’) e cerca il calcio cambiando fronte e controllando il possesso. *Lo trova (7’) per un fallo di Costanzo  che non si allontana dal placcato. Dal centro dei pali Ragusi non sbaglia e accorcia le distanze Fallo di Marcato sui 22 di Prato  e rimessa a metà campo per i toscani.Mark di Ngawini sul calcio lungo di Bergamini lanciato da una rimessa veloce . Majstorovich anca un facile passaggio al largo dopo che Prato ha rubato il lanci odi Morelli.Siale (15’) recupera palla su Griffen e Patelli spara in lungo nel deserto dietro la linea. Berne rincorre annulla ma Damasco concede (jQuery15206449463136483348_1368978269778) la mischia a cinque per Prato. Fallo di assetto di Carfagnoli e accenno di rissa.Damasco convoca Saccardo (Prato), lo catechizza e lo perdona.La rimessa laterale dei bresciani (17’) ha tanti problemi. Damasco li amplifica punendo Calvisano su salto anticipato di…PratoFallo di Lovotti (20’) in chiusa sui 30 metri. Ragusi ci prova ma, secondo i giudici di linea, sbaglia la mira. La panchina di Prato protesta e Damasco chiede il parere del TMO che non convalida.Il territorio nei primi 20’ dice: Prato.Vunisa  recupera a terra e rilancia. Garfagnoli (23’) sgambetta Andreotti e si becca il giallo.Calvisano penetra nel secondo canale (25’) dopo un lancio lungo di Morelli. Fallo di Prato e Berne spara a cinque metri.*Conquista a due mani, accenno di drive. La parte chiusa di Prato è sguarnita. Vunisa si stacca e entra in meta (26’) camminando! Griffen non sbaglia e firma il 14-3.Calvisano è a metà dell’opera!Bella difesa di Calvisano su drive di Prato. Andreotti mette le mani sulla palla e conquista il turnover (30’)Il pack di Calvisano distrugge Prato in chiusa e guadagna un fallo. Berne ancora in rimessa laterale (31’)Prato restituisce la cortesia su ripartenza di Vunisa dalla chiusa. Mischia per i toscani poco dentro i 22.Crollo di Prato in prima linea (Pozzi) e Berne porta i suoi a cinque metri.Lancio di Morelli, drive messo a terra regolarmente.  Griffen “perde tempo” secondo Damasco e la mischia è per Prato in parità numerica (34’). Rotazione irregolare di Pratio: turnover Calvisano!Mischia a cinque per i padroni di casa (35’), parte Vunisa, arriva il sostegno e Damasco vede (jQuery15201801580034662038_1368983966360?) un tenuto di Andreotti sotto il mucchio selvaggio. Eccessivo!                Lungo calcio di liberazione di Berne (38'). Vince Prato ma Roan si isola e commette tenuto. Griffen prova a piazzare da 41 metri a sinistra dei pali ma sbaglia la mira. Finisce il tempo con Calvisano e Prato che si insultano. Giorgio Sbrocco

12
maggio


Italian League Eccellenza – Prato schianta Calvisano in gara 1. Finale ipotecata?. By Giorgio Sbrocco

Cavalieri Prato – Calvisano 24 - 6 (pt 12 – 6)Marcatori: 10’ cp Ragusi, 17’ cp Griffen, 19’ cp Ragusi, 38’ cp Griffen, 40’, 41’ cp Ragusi, 47’ mnt Ngawini, 58’ m. Ruffolo tr. RagusiGiallo: 20’ Cicchinelli (C)Arbitro: Blessano (Tv) Prato vince largamente (ma senza bonus) su Calvisano la semifinale di andata nel fango del Chersoni grazie a un secondo tempo di grande efficacia illuminato dalle due segnature di Ngawini e Ruffolo. Sabato match di ritorno al San Michele. Per il Calvisano campione in carica e secondo in stagione regolare, un’impresa che si presenta tutt’altro che agevole.Giorgio Sbrocco

21
aprile


Italian League Eccellenza – Viadana di Super Fenner vince il derby del San Michele e vola in testa. By Giorgio Sbrocco

Calvisano – Viadana 15-18Marcatori: 13’, 16’ cp Griffen, 35’ cp Fenner, 39’ cp Griffen, 40’ cp Fenner, 44’ cp Griffen,  60’ , 64’cp Fenner, 66’ cp Griffen, 73’, 75’ cp Fennerarbitro: Damasco (Na)Viadana ringrazia la sua ottima organizzazione difensiva, erige un altare al suon estremo Fenner capace di centrare i pali da posizione impossibile, ringrazia Calvisano per (almeno) due clamorose occasioni sprecate e sale in testa alla classifica del campionato di Eccellenza a 160’ dalla conclusione della stagione regolare. Al San Michele (sotto la pioggia) si è vista una bella partita, senza i temuti eccessi agonistici e con qualche scampolo di rugby di qualità. Molto probabilmente la prova generale della finale scudetto 2013.LA CRONACA Al 13’ Griffen centra i pali  capitalizzando la superiorità della sua prima linea nei confronti di quella di Viadana. Al 16’ il capitano  (fuori gioco di Pellizzari)  raddoppia ma al 20’ spara fuori il calcio del possibile +9. Al 25’ Erasmus contra Fenner dopo un mark ma Viadana annulla.  Al 27’ Viadana perde  Fondse (caviglia) e il peso delle battaglie aeree passa tutto sulle spalle di Pascu. Clamoroso errore di Vilk che spreca un 3 contro 1 con Visentin e Berne in sostegno. Viadana passa la metyà campo al 31’, al 34’ Castello è pescato in fallo a terra davanti ai pali, Fenner ci riprova da 35 metri e non sbaglia. Minari tallona con le mani (39’) e concede a Griffen la palla del 9-3. Prima del riposo è an Paura al 48: Griffen si sacrifica su Pizarro lanciato che con il gomito (involontariamente) lo colpisce al capo e lo stende. Acqua fresca e di nuovo in piedi! Ancora Fenner che mette il – 3. Al rientro sul terreno di gioco va subito avanti Calvisano (44’) con Griffen.  Un passaggio in avanti di Palazzani per Hehea (52’) vanifica un’ottima sequenza sull’asse Vunisa-Costanzo. Altro in avanti (Visentin) al 55’ a un paio di metri  dalla meta di Viadana. Numero di De Jager (57’) che assiste Berne in una difficile presa al volo sotto pressione e poi si infila nel cuore della difesa mantovana. Ne esce una punizione che Griffen spara in rimessa ai 5. Incredibilmente Ferraro sbaglia il lancio! Damasco (60’) vede un fuori gioco della linea di Calvisano su una palla contestata in ruck. Fenner da oltre 50 metri (e sotto la pioggia battente) non sbaglia. Un tenuto di Lovotti (64’) consegna a Fenner la palla del pareggio. Passano due minuti e un fallo su Vilk consente a Griffen di riportare avanti i suoi. Finale con Viadana che esibisce un ottimo stato di forma fisica. Vunisa (73’) viene pescato davanti a Griffen  al momento del calcio di liberazione. Fuori gioco: Fenner pareggia. Al 75’ (tallonaggio con le mani) Fenner ci prova dalla sua (!) linea dei 10 ed è sorpasso! Al 78’ Griffen non piazza  e cerca la rimessa laterale. Trova la linea di pallone morto (!). Partita finita. Migliori in campo: Berne e Costanzo per Calvisano; Fenner e Pascu per Viadana Eccellenza – XX giornataCalvisano – Viadana  15-18                                                                                                                                                                                                        Lazio – Mogliano 24-32Crociati – FFOO 27-13Prato – Petrarca 33-11Rovigo - L’Aquila 67-3San Donà – Reggio 41-17 Classifica: Calvisano 79, Viadana 81, Prato 77; Mogliano 67, Petrarca 63, Cz Rovigo 57,FFOO 41, Lazio 33, San Donà 32, Reggio 31, L'Aquila 10, Crociati 8Giorgio Sbrocco  

17
aprile


Italian League Eccellenza – Cambia orario il derby del San Michele. By Giorgio Sbrocco

Per consentire la messa in onda in diretta su Raisport 2 del big match della XX giornata del massimo campionato, la Fir ha deciso di spostare l’orario di inizio di Calvisano – Viadana (domenica 21 aprile) alle ore 17.30.Giorgio Sbrocco

Italian league Eccellenza – Domenica a Calvisano è derby che vale il primo posto. By Giorgio Sbrocco

Si giocherà al San Michele (diretta ore 15 su Raisport) l’atteso posticipo domenicale della XX giornata del campionato di Eccellenza che metterà una contro l’altra Calvisano e Viadana. All’andata, allo Zaffanella l’antivigilia di Natale, vinse (di misura) Viadana, Ferraro (non visto dalla quaterna arbitrale) spaccò con un destro lo zigomo a Gilberto Pavan, la postazione di Andrea Cavinato in tribuna venne “assaltata” da alcuni facinorosi che, nella ricostruzione del tecnico dei bresciani, sfondarono la vetrata. Vetrata che secondo il ds dei mantovani Zanichelli era rotta da almeno cinque anni. Intervenne la forza pubblica ma non effettuò alcune fermo. I Miclas, storica sigla del tifo organizzato di Viadana ne uscirono puliti e del tutto incolpevoli. Grazie alla prova televisiva Ferraro beccò una squalifica monstre, che i giudici di seconda terza istanza ridimensionarono notevolmente. Oggi Calvisano guida la classifica davanti a Viadana. Se le posizioni saranno riconfermate il 4 maggio (ultima di stagione regolare), pur se invertite, la possibilità di una finale tutta lombarda come nel 2001 a Rovigo, sarà ipotesi praticabile. Se una delle due dovesse scivolare oltre il secondo gradino del podio si andrà a una semifinale fra corregionali, per una finale lombardo – veneto/toscana. La ruggine che c’era, comunque, c’è ancora. E l’ultimo scambio di opinioni on line (puntualmente riferito dai colleghi di Onrugby.it) fra Cavinato e Zanichelli ne è la scontata conferma.  Parlando di rugby giocato: per quanto visto finora è giusto riconoscere a Calvisano una quota significativa di pronostico favorevole. Anche se, contrariamente alla scorsa stagione, ha denunciato limiti imprevisti in fase difensiva (subisce troppe mete). Pur essendo il rugby sport collettivo per eccellenza, occorre rilevare che i campioni d’Italia in carica, oltre allo scontato vantaggio di giocare in casa, possono contare su alcune eccellenze individuali che ne sostanziano il ruolo di squadra favorita. I nomi: Griffen, Costanzo, Vunisa. E se la partita si dovesse decidere dalla piazzola il piede di Andrea Marcato potrebbe diventare decisivo. Giorgio Sbrocco

10
aprile


Italian League Eccellenza – Raid ladresco nella notte allo stadio San Michele del Calvisano

Crisi economica che in combe o, semplicemente, struttura molto decentrata e sorveglianza praticamente a zero? I fatti: la notte tra lunedì e martedì scorso, ignoti si sono introdotti nelle strutture del centro impianti sportivi del San Michele, sede del Rugby Calvisano, hanno infranto una finestra dello shop, messo a soqquadro il negozio, e fatto razzia di magliette, felpe e gadget di vario genere, orologi, cappellini, sciarpe, per un totale di qualche centinaia di euro. Hanno infranto il finestrino di un pulmino probabilmente cercando le chiavi per aprire il serbatoio e prelevare il gasolio, come già successo altre due volte nel giro di pochi mesi. I malviventi hanno agito indisturbati nella notte e solo al mattino, lo staff del Rugby Calvisano ha trovato la sorpresa. La società Rugby Calvisano ha sporto denuncia presso la stazione dei Carabinieri di Calvisano.Giorgio Sbrocco

04
aprile


Italian League Eccellenza – Moretti (Petrarca): “A Calvisano a viso aperto”. By Giorgio Sbrocco

Vigilia nel segno della volata play off per il Petrarca quarto in classifica che sabato al San Michele sfiderà i campioni d’Italia del Cammi Calvisano con l’obiettivo di non concedere punti alla rimonta del Mogliano che insegue a cinque lunghezze e rende visita ai quasi retrocessi Crociati di Stefano Bordon. “E' il primo degli scontri diretti con le squadre che puntano ai play-off” spiega il tecnico del Petrarca Andrea Moretti. “Calvisano è seconda in classifica, ha uno dei miglior attacchi dell'Eccellenza, è una squadra di esperienza e schiera giocatori di grande livello”. Quanto al piano di battaglia: “A Calvisano andiamo a giocarsi la partita senza tatticismi, ma con lo stesso spirito che ci ha contraddistinto fino ad oggi: passione, entusiasmo e intensità”. Il XV di partenza e la panchina dei padovani saranno annunciate domaniGiorgio Sbrocco

30
marzo


Italian league Eccellenza- Pareggiano nel fango del Quaggia Calvisano e Mogliano. By Giorgio Sbrocco

Mogliano – Calvisano 15 - 15 (pt 9 – 3)Marcatori: 4’, 10’, 28’ cp Fadalti, 34’ cp Marcato, 47’ mnt Canavosio, 50’ cp Fadalti, 56’ m Vilk tr. Marcato, 64’ cp FadaltiGialli: 9’ Ferraro (C), 27’ Castello (C)Arbiro: VivariniFinisce in parità, e il risultato è da considerarsi buono anche per il Mogliano che lotta con il Petrarca per la quarta piazza che vale i paly off, il big match della 17esma giornata del campionato di Eccellenza andato in scena alle 13 per esigenze televisive. Un tempo a testa: nel primo Mogliano in completo controllo delle operazioni ma incapace di concretizzare (2 volte è Onori a mancare la marcatura) trova solo 9 punti dal piede (non precisissimo) di Fadalti cui Calvisano risponde con un calcio di Marcato in una delle rare circostanze in cui i bresciani hanno superato la metà campo. Ma, soprattutto, non capitalizza come avrebbe dovuto i 20’ di superiorità numerica per i gialli a Ferraro e Castello. Nel secondo tempo Calvisano costruisce una meta con Canavosio (8-14 dalla chiusa con la difesa di Mogliano messa veramente male)e ne riceve un’altra in regalo (da Steyn, il migliore in campo!) che al 56’ mette nelle mani di Vilk la palla per filare in mezzo ai pali indisturbato. Sul 15-15 Griffen manca due (facili) calci piazzati. Sul primo scivola e cade al momento di colpire la palla, il secondo lo spara incredibilmente a lato. Tutti contenti alla fine, soprattutto i due cugini sulle opposte panchine, che dal prossimo anno guideranno in coppa le Zebre in Pro 12. Il Petrarca è a sole cinque lunghezze e ha un calendario…Giorgio Sbrocco  

Italian League Eccellenza – Cavinato (Calvisano): “Attenti a Fadalti!”. By Giorgio Sbrocco

Così Andrea Cavinato, tecnico del Cammi Calvisano e futuro capo allenatore delle Zebre in Pro 12 (al suo fianco il cugino Umberto Casellato allenatore del Mogliano) alla vigilia del big match delle 17esima giornata del campionato di Eccellenza in programma domani alle 13 (diretta Raisport) allo stadio Quaggia:  “La giusta gestione del gioco in determinate situazioni sarà fondamentale, la mischia chiusa si dovrà adattare alle disposizioni dell’arbitro, altrimenti il calciatore di Mogliano potrebbe davvero fare la differenza. Rimane ottima la difesa contro Prato e lo spirito è quello giusto”.  Il calciatore in questione è Fadalti, da poco recuperato dopo una lunga assenza per infortunio, che si candida a recitare un ruolo di primo piano nell’attesissima sfida fra cugini.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball