17
agosto


Tags
,

Top 14 – I pronostici di Jaques Brunel: vincono Bayonne, Perpignano e Racing. By Giorgio Sbrocco

Reduce da Siena dove ieri ha assistito (divertendosi parecchio) al Palio dell’Assunta, il ct della Nazionale italiana Jaques Brunel ha accettato di stilare per www.glengrant.com il pronostico delle sfide della prima giornata del Top 14. Premettendo: “Non sono e non sono mai stato un buon pronosticatore”. Brunel si è anche sbilanciato sul nome della squadra che a fine stagione retrocederà in ProD2: “Mon de Marsan”. Tolosa – Castres: vince Tolosa ma faticando parecchioAgen – Racing Metro: vince RacingBiarritz – Mont de Marsan: vince BiarritzBordeaux – Grenoble: vince BordeauxStade Fr – Montpellier: vince lo StadeBayonne – Clermont: vince BayonnePerpignano – Tolone: vince Perpignano Giorgio Sbrocco

17
giugno


Tags
,

Commenti post Canada. Brunel: ”Maggior convinzione ma ancora errori”. Castro: “Problemi nel possesso”. By Giorgio Sbrocco

Il ct Jacques Brunel, il manager Luigi Troiani e il capitano Martin Castrogiovanni hanno incontrato la stampa a conclusione del test-match vinto 25-16 contro il Canada nella seconda tappa del tour estivo.“E’ stata una vittoria difficile – ha detto Brunel – ma sapevamo che sarebbe stata dura. Abbiamo commesso ancora qualche errore di troppo nella trasmissione della palla, abbiamo dovuto ribaltare lo svantaggio ma rispetto a San Juan abbiamo giocato con maggiore convinzione. Sono soddisfatto dell’atteggiamento della squadra che ha dimostrato realmente di essere scesa in campo per vincere e per dare qualcosa in più rispetto alla settimana scorsa”. Quanto alla prestazione del pack: “La mischia è stata  l’arma in più ma sono contento anche di come i due giovani trequarti che hanno iniziato la partita si sono comportati: Andrea Pratichetti dopo aver sbagliato un placcaggio all’inizio ha fatto bene ed Alberto Benettin in fase offensiva ha tagliato la difesa avversaria in modo interessante. Dovranno confermare quanto hanno fatto vedere oggi ma in chiave futura sono contento della loro prova. Sabato prossimo contro gli Stati Uniti non sarà semplice. È l’ultima gara di una stagione lunga, iniziata con la Rugby World Cup, e molti giocatori hanno tante partite nelle gambe. Abbiamo molti infortunati e speriamo di poterli recuperare per l’ultima partita di Houston, penso in particolare a Minto, De Marchi e McLean. Comunque è interessante aver visto molti giocatori nuovi, oggi avevamo in campo pochi giocatori che sono stati titolari nel 6 Nazioni e, ripeto, è importante lo spirito che un gruppo di nuovi giocatori ha saputo dimostrare oggi a Toronto”.“Nel primo tempo non abbiamo tenuto il possesso come avremmo voluto – ha dichiarato Martin Castrogiovanni, alla prima volta da capitano dell’Italia - poi nella ripresa abbiamo migliorato in questo senso, ma abbiamo comunque commesso qualche errore di troppo e dobbiamo lavorare. Le strutture di gioco ci sono e credo che i trequarti abbiano comunque fatto una buona partita, siamo una squadra con tante novità e stiamo lavorando per perfezionare certi meccanismi”.“E’ stata una gara molto fisica, come previsto – ha detto il manager Troiani – ed il Canada ha dato realmente tutto per poter vincere. Nel primo tempo non siamo stati troppo precisi dal punto di vista tecnico-tattico ma nella ripresa siamo migliorati sotto questo aspetto, siamo usciti fuori sul piano fisico ed abbiamo messo i canadesi in maggiore difficoltà”.“Era importante vincere e ci siamo riusciti, era fondamentale farlo dopo la brutta partita di San Juan – ha commentato il flanker Alessandro Zanni, alla 40esima partita consecutiva in Nazionale – ma potevamo essere più concreti, purtroppo abbiamo sbagliato troppo palla in mano. Prendiamo quanto c’è di positivo nella nostra prestazione contro un Canada che si è esaltato davanti al proprio pubblico per andare a chiudere il tour nel migliore dei modi. Credo che oggi a fare la differenza siano stati soprattutto i primi tre uomini del nostro pack, hanno fatto una grande gara mettendo sempre sotto i diretti avversari e questo ha fatto la differenza”. Giorgio Sbrocco

12
maggio


Jaques Brunel in visita al Meyer di Firenza prima di Prato-Calvisano. By Giorgio Sbrocco

Il ct della Nazionale Italiana Rugby Jacques Brunel (che lunedì diramerà la lista dei convocati per il tour in Usa e Argentina) , accompagnato dal presidente del Comitato Toscano della Fir Riccardo Bonaccorsi, visiterà domani mattina l’ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, di cui già sono ambasciatori gli Azzurri Sergio Parisse, Gonzalo Canale e Martin Castrogiovanni. Ad accogliere il CT il direttore generale della struttura, Tommaso Langiano, presidente della Fondazione Meyer. Brunel saluterà i giovani pazienti dell’ Ospedale Pediatrico e, nel pomeriggio, sarà al “Chersoni” di Prato per assistere alla prima gara della serie di finale del Campionato Italiano d’ Eccellenza tra Cavalieri Prato e Cammi Calvisano. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo  

Rugby Ball