11
gennaio


HC – Garcia (Zebre): “Salto di qualità importante. Siamo sulla strada giusta”. By Giorgio Sbrocco

(Ri)chiamato in Nazionale dal ct Jaques Brunel (che lo ha inserito anche in quota calciatori) Gonzalo Garcia parla con molta serenità del match di HC che attende le sue Zebre domani a Moletolo (14.35, diretta su Sky sport) contro Biarritz: “C’è stato un salto di qualità importante nelle ultime due partite, a Treviso ed a Swansea. Siamo sulla strada giusta, sono state gare totalmente diverse rispetto alle tre precedenti. Ora bisogna subito guardare al futuro con fiducia: il futuro si chiama Biarritz. Dobbiamo prendere le cose migliori delle ultime due trasferte per fare una grande prestazione domani allo stadio XXV Aprile davanti al nostro pubblico”.Sulle due ultime partite delle Zebre:”Al di là dei risultati poco soddisfacenti, l’entusiasmo nel gruppo non manca mai. Vogliamo sempre vincere e mettere in campo una grande difesa. Di sicuro dobbiamo ancora mostrare il nostro meglio in attacco con meno palle perse e più possesso. Il Biarritz è sempre una squadra di blasone da temere, ancor più quando ha ancora possibilità di ottenere qualcosa nelle coppe europee che conosce molto bene”.Sulla chiamata per il Sei Nazioni: ”E’ stata una grande soddisfazione ricevere questa convocazione a distanza di più di un anno dalla mia ultima presenza. Merito personale ma soprattutto merito di tutti i miei compagni e di tutto lo staff delle Zebre che mi hanno dato e continuano a darmi tanta fiducia: li ringrazio davvero tutti”.Queste le formazioni in campo domaniZEBRE: Buso, Pratichetti, Garcia (cap), Halangahu, Sinoti, Orquera, Chillon; Sole, Bergamasco, Ferrarini, Van Vuren, Geldenhuys, Ryan, Manici, Aguero. (A disposizione : Festuccia, Redolfini, Perugini, Caffini, Belardo, Tebaldi, Benettin, Trevisan) All.GajanBIARRITZ: Bosch ; Balshaw, Baby, Traille (cap), Brew ;Barraque, Yachvili; Lauret, Lakafia, M.Lund; Taele, Thion ; Van Staden, Genevois, Barcella.(A disposizione: Heguy, Synaeghel, Broster, Dubarry, Harinordoquy, Lesgourgues, Peyrelongue, Burotu) All.FaugeronArbitro: Peter Fitzgibbon (Irlanda)Giorgio Sbrocco

10
gennaio


HC – Zebre con molte novità per la sfida a Biarritz. By Giorgio Sbrocco

 In campo Aguero, Bergamasco, Orquera, Partichetti, Sinoti e Sole nelle Zebre che sabato in Heineken cup ospiteranno il Biarritz al XXV Aprile di Moletolo (ore 14,35). Assenti  Venditti  e Van Schalkwyk, coach Gajan ha deciso, per l'occasione, di rimescolare le carte: in mischia (rispetto alla sfortunata trasferta di Swansea) conferma solo la seconda linea Van Vuren – Geldenhuys, mentre cambia tutto in prima (Aguero, Manici, Ryan) e in terza (Ferrarini-Bergamasco con Sole al debutto con la maglia numero 8). In mediana: ancora Orquera-Chillon 8in meta in Galles), Halangahu centro al rientro in coppia con il neo azzurro Garcia e triangolo profondo con Buso estremo, Sinoti-Pratichetti ali.ZEBRE15 Paolo BUSO14 Matteo PRATICHETTI13 Gonzalo GARCIA (cap)12 Daniel HALANGAHU11 Sinoti SINOTI10 Luciano ORQUERA9 Alberto CHILLON*8 Josh SOLE7 Mauro BERGAMASCO6 Filippo FERRARINI*5 Michael VAN VUREN4 Quintin GELDENHUYS3 David RYAN2 Davide GIAZZON1 Andrea DE MARCHIIn panchina:16 Carlo FESTUCCIA17 Salvatore PERUGINI18 Luca REDOLFINI19 Emiliano CAFFINI*20 Nicola BELARDO*21 Tito TEBALDI22 Alberto BENETTIN*23 Ruggero TREVISAN**Accademia FirGiorgio Sbrocco

12
dicembre


Top 14 – Rodriguez sulla panchina di Biarritz: “Venerdì mi aspetto una reazione di orgoglio”. By Giorgio Sbrocco

Laurent Rodriguez, quando giocava, era uno che non conosceva il significato della formula: “porta chiusa” e ignorava cosa volesse dire “divieto di accesso”. Le porte chiuse le apriva e dei divieti ha sempre fatto a meno. Ora il destino lo ha messo di fronte a un'impresa che assomiglia molto a una di quelle porte chiuse che, da giovane, si divertiva a sbriciolare. Il suo amico ed ex compagno di Nazionale Serge Blanco lo ha chiamato al capezzale del “suo” Biarritz insieme a Mathieu Rourre (ex di Biarritz, Puc, Racing e in precedenza a Worcester come specialista della linea arretrata) per (tentare di) rimettere in piedi una situazione che tanto solida e consistente non sembra. Soprattutto dopo l'inopinata sconfitta in Amlin con gli irlandesi di Connacht che, di fatto, ha estromesso il XV transalpino dal prosieguo della Coppa europea. Messi da parte Jack Isaac e Serge Milhas, Blanco punta molto sul “vecchio” Laurent, che ha già allenato Biarrtiz dal 1997 al 2003 (per lui anche un anno all'Amatori Catania) e che ricopriva il ruolo di direttore sportivo del club. “Prendere il posto di due colleghi che stimo moltissimo non è per niente piacevole” ha dichiarato. “Oltretutto è una situazione che io stesso ho vissuto (2006, esonerato da Brive dopo 8 giornate, nda) Ma ogni presidente sa che quando è ala ricerca di un moto di reazione da parte della squadra, l'unico mezzo conosciuto è sacrificare i tecnici responsabili”. Sulla durata temporale (interim provvisorio o fino a fine campionato?) della soluzione adottata non sono stati forniti particolari: “Hanno chiamato me e Rourre perché conosciamo l'ambiente. Noi siamo la classica soluzione interna. Solo il futuro ci dirà se avrà senso protrarla fino al termine della stagione”. Quanto all'immediato: “Paradossalmente siamo in un momento non particolarmente problematico. I ragazzi sanno che dopo la figuraccia rimediata in Irlanda (14-22 a Galway) non solo non hanno altro risultato possibile che vincere venerdì la gara di ritorno. Ma sono perfettamente consapevoli che la loro prestazione contro Connacht è stata qualcosa di indegno di una squadra che gioca una coppa europea. Se hanno qualcosa di buono da dimostrare lo facciano, e presto!”.Giorgio Sbrocco

27
ottobre


Top 14 – Clermont batte Biarritz senza incantare. By Giorgio Sbrocco

Vince senza convincere il Clermont  di Franck Azéma opposto al Biarritz. Una meta in avvio di partita dell’ala Nakaitaci trasformata da Skrela ha fatto la differenza nell’anticipo del Top 14 disputato al Marcel Michelin. Tutti dalla piazzola il resto dei punti, con l’apertura dei padroni di casa autore di 14 punti personali. Da segnalare i tre cartellini gialli (2 Clermont, di cui uno dubbio a Vermeulen, di Traille quello dei baschi) estratti dall’arbitro Lafon. Grazie ai quattro punti conquistati Clermont supera Tolone eguida la classifica a quota 36, in attesa delle partite in programma oggi.Top 14Clermont – Biarritz 19-12 Giorgio Sbrocco

21
ottobre


Tags
,

HC – Traille dopo Biarritz-Zebre: “Occorreva vincere e ci siamo riusciti. Ma in campionato dovremo fare molto meglio”. By Giorgio Sborcco

Vittoria sulle Zebre con punto di bonus buono per la classifica (girone 3) e per il morale. Dati oggettivi  che, però, nono sodisfano completamente il veterano Damien Traille. Che come deve fare un condottiero di lungo corso e di lunga prospettiva, guarda avanti: “Ci sono ancora troppe cose che non vanno” ha dichiarato alla fine del matc vinto sotto il nubifragio dai suoi 38-17. “Siamo soddisfatti per la vittoria, che in effetti era la priorità della serata. Ma ora ci attendono due trasferte davvero difficili, una a Clermont e l’altra a Grenoble e le cose saranno decisamente diverse. Se vogliamo ben figurare dovremo mettere in campo altre cose”. Non mancano, comunque, gli aspetti positivi, anche nel successo contro la franchigia italiana, a partire dalle cinque mete segnate. “E dal fatto che, dopo, cinque sconfitte consecutive, finalmente abbiamo portato  a casa una vittoria” ammette il 34enne centro della formazione basca.Giorgio Sbrocco     

20
ottobre


Tags
,
,

HC – Biarritz d’autorità nella ripresa chiude sopra di 21 e centra il bonus. By Giorgio Sbrocco

Biarritz – Zebre 38-17 (pt19-9)Marcatori: 6’ m Barcella tr, Barraque, 8’ cp Halangahu, 12’ m.Lesgourges tr. Barraque, 19’ mnt Ngwenia, 25’ cp Halangahu, 29’ cp Garcia, 46’ mnt Taele, 49’ cp Halangahu, 52’ m. Lesgourges tr. Barraque, 61’ m. Heguy tr. Peyrelongue, 79’ mnt Van SchalkwykArbitro: Dudley Phillips (Irl)Gialli: 59’ Caffini (Z) Al ritorno in campo  Gajan manda in campo il reggiano Odiete al posto di Orquera. Per lui un debutto di altissimo profilo.Al 43’ Burotu entra fra Odiete e Trevisan sul lato sinistro del fronte di attacco prima planare in area di meta. L’arbitro vuole vederci chiaro e appalta la decisione al Tmo (Peter Fergusson) che non concede la segnatura.  Ne nasce una tambureggiante azione dei biancorossi cui le Zebre (45’) oppongono una feroce resistenza sulla linea del vantaggio.  Terza mischia davanti ai pali e altro calcio contro (Perugini?). Si ripete, e stavolta la carica dei baschi è davvero selvaggia. Taele (46’) schiaccia, il Tmo dice che è meta. Biarritz incassa il tanto agognato (e meritato) bonus offensivo. Obiettivo centrato. Basterà?Pronta  la reazione Zebre con Halangahu da 40 metri per il - 12, un attimo prima che Biarritz cambi in blocco l’intera prima linea.  Al 52’ drive pesante di Biarritz fermato irregolarmente. Il numero 9 di casa parte su calcio a favore sui cinque metri e segna indisturbato la meta numero 5. Dentro le panchine. Applausi per il veterano Peyrelongue al 56’ che entra in compagnia del Puma Bosh.Al 59’ va fuori Caffini per aver messo le mani dove non avrebbe dovuto. Zebre in  inferiorità numerica e in riserva. Un paio di placcaggi troppo morbidi e in meta ci va Heguy a fianco dei pali.Prima volta delle Zebre nei 22 di Biarritz al 62’. Al 63’ Halangahu perde palla sopra la linea di meta con vantaggio a suo favore finito da una manciata di secondi. Disdetta! La miglior azione delle Zebre.Possesso infinito delle Zebre dentro i 22 francesi che però si perde (67’) per un in avanti di Garcia al largo. Lezione di Biarritz in chiusa alla prima linea italiana.Traille pennella (69’) sulla destra per Baby che serve Burotu in velocità. Buon placcaggio di Odiete e pallone che cade in avanti. Meta salvata! Bella progressione sull’asse Benettin – Tebaldi al 71’: doppio offload e terzo malamente eseguito da Ferrarini che vanifica il tutto.Al 79’ Van Shalkwyk corona una prestazione di alto profilo e firma la meta della bandiera che premia il coraggio e la determinazione di tutta la squadra. Uomo del match viene eletto Burotu. Ma il migliroe in campo è stato l’estremo Balshow. Questione di opinioni. E Ferrarini continua a crescere…Giorgio Sbrocco

19
ottobre


HC – Garcia (Zebre): “Contro Connacht penalizzati dai nostri errori”. By Giorgio Sbrocco

Il capitano delle Zebre Gonzalo Garcia (nella foto di Elena Barbini) sul match di esordio contro Connacht, poco prima della partenza della squadra per Biarritz dove domani (ore 19) la franchigia federale allenata da Christina Gajan sfiderà i biancorossi padroni di casa (4 vinte e quattro perse in Top14, attualmente all'ottavo posto in classifica generale) reduci dalla pesante sconfitta londinese sul campo degli Harlequins: “Era la partita che pensavamo di vincere.  Ma siamo stati penalizzati dagli errori commessi. Non è la prima volta che accade, purtroppo”. Su Biarritz: :”Hanno perso le ultime partite ma per noi quello conta poco e niente:Si tratta di una squadra con giocatori individualmente forti a livello internazionale con grande esperienza. Ci aspettiamo una gara  sicuramente dura a livello fisico  e a livello mentale. Non dobbiamo mollare e alzare il piede dall’acceleratore: dobbiamo ancora migliorare tanto e queste partite sono molto importanti per il nostro processo di crescita.”Quanto a un bilancio provvisorio della squadra “Abbiamo migliorato molto la difesa e abbiamo un attacco che, può ferire l’avversario. Si è visto che quando abbiamo messo in campo un attacco organizzato con molte fasi siamo riusciti  ad avanzare e a risultare efficaci. Un’arma non ancora sviluppata appieno dalla quale c’è molto da aspettarsi a livello di miglioramenti”.Giorgio Sbrocco

19
ottobre


Tags
,
,

HC – La classifica piange: Biarritz vuole vittoria e bonus con le Zebre. By Giorgio Sbrocco

Biarritz in campo contro le Zebre per il secondo turno di Heineken cup con il duplice obiettivo dichiarato di dimenticare gli Halrquins (17-40 al debutto nella competizione) e di rianimare la classifica del girone con cinque punti da conquistare contro la formazione di coach Gajan. Per la serie: nulla di intentato, Biarritz parte con la formazione tipo, schierando fra i titolari anche le stars Damien Traille, Raphael Lakafia, Benoît August e Jean-Pascal Barraque. Biarritz15 Iain Balshaw, 14 Taku Ngwenya, 13 Seremaïa Burotu, 12 Damien Traille, 11 Aled Brew, 10 Jean-Pascal Barraque, 9 Yann Lesgourgues, 8 Raphael Lakafia, 7 Wenceslas Lauret, 6 Magnus Lund, 5 Pelu Taele, 4 Erik Lund, 3 Francisco Gomez Kodela, 2 Benoit August , 1 Fabien BarcellaIn panchina: 16 Arnaud Heguy, 17 Thomas Synaeghel, 18 Eugene van Staden, 19 Thibault Dubarry, 20 Benoit Guyot, 21 Julien Peyrelongue, 22 Marcello Bosch, 23 Benoît BabyGiorgio Sbrocco

17
ottobre


HC – Gajan (Zebre): “A Biarritz sarà durissima. Ma la squadra lavora seriamente e i risultati arriveranno”. By Giorgio Sbrocco

 Christian Gajan parla della trasferta di Heineken cup delle Zebre a Biarritz, in casa di una formazione che non sta attraversando un gran momento quanto a risultati e a qualità del gioco espresso ed è reduce dalla netta sconfitta con gli Harlequins (40-13) nel primo turno di Coppa. “Non vuol dire niente” attacca il tecnico della franchigia federale. “Hanno perso contro squadre molto forti. Mi aspetto certamente una reazione da parte loro in una competizione a cui tengono molto. Tre anni fa erano in finale dell’Heineken Cup e lottano costantemente per il titolo nel campionato francese. Sarà una gara assolutamente difficile per noi”. Sul morale della sua squadra: “ L’umore è come dev’essere quando non siamo soddisfatti. Fortunatamente i giocatori non lo sono e lavorano sempre con voglia: nostro compito è sostenerli sempre per superare questi momenti difficili. Se sabato (contro Connacht, ndr) avessimo messo tra i pali i calci che dovevamo segnare non sarebbe stato così. La nostra difesa è stata orgogliosa e corretta.  Peccato per gli errori individuali, mi dispiace non essere ancora capaci di chiudere le gare quando è ora”. Non mancano comunque le annotazioni positive: “La meta – sottolinea Gajan – che è stata il frutto di un ottimo fraseggio, la buona partita di Van Schalkwyk ormai entrato ottimamente nei meccanismi del pack”. Una nota particolare e una precisazione per i giovani in squadra: “Quando parlo dei giovani la gente non capisce, non ne parlo più! Dirò invece che siamo una squadra nuova che è insieme da tre mesi; non è una scusa, dobbiamo lavorare tanto. Se qualcuno ha piacere nel criticare lo faccia liberamente. In tutti i campionati europei di alto livello nelle rose delle formazioni importanti ci sono massimo 4/5 giocatori di 20-23 anni. Noi ne abbiamo tanti e per di più i nostri ragazzi di questa età hanno meno maturità sportiva perché manca loro esperienza formativa di alto livello nei campionati nazionali. Bisogna farli giocare tanto, accettandone i naturali errori che a questo livello gli avversari ti fanno pagare caro”. Domani è previsto l’annuncio della formazione.Giorgio Sbrocco

13
ottobre


HC – Harlequins sul velluto nella ripresa contro Biarritz. By Giorgio Sbrocco

Dopo un primo tempo equilibrato chiuso in parità sul punteggio di 13-13, gli Harlequins hanno alzato l’intensità della loro prestazione e hanno regolato abbastanza agevolmente la pratica Biarritz, chiudendo il match sul 40-13 che ha fruttato ai campioni d’Inghilterra in carica anche il punto di bonus. Harlequins – Biarritz 40-13 Altri risultati di Amlin cup Wasps - Newport 38-25 Bordeaux - L.Irish 16 - 43 Giorgio Sbrocco

Rugby Ball