06
aprile


Top 14 – La parotite ferma Perpignano-Biarritz. By Giorgio Sbrocco

Neanche il tempo di gioire (fino in fondo) al rientro in patria dalla trasferta a Gloucester che ha fruttato l’accesso alla semifinale di Amlin Challenge, che tutta la squadra di Biarritz è stata messa in quarantena per una settimana. Niente allenamenti e frequenza di luoghi aperti al pubblico ridotta al minimo. Se possibile: azzerata. Il motivo? L’attacco di parotite di cui è stato vittima l’apertura Julien Peyrelongue, patologia tipica della prima e seconda infanzia, rara in età adulta e molto contagiosa. In ragione di una tale drastico ma necessario provvedimento, la Lega Nazionale francese  ha disposto il rinvio (al momento solo di 24 ore) della sfida di campionato con Biarritz. Era già successo un paio di anni fa. Allora (inverno 2011) il numero di partite rinviate fu consistente.Giorgio Sbrocco

05
aprile


Amlin Challenge - Quei 23 placcaggi di Tanguy Molcard (Biarritz). Stellare! By Giorgio Sbrocco

 C'è qualcuno (l'ex ct dell'Inghilterra Brian Ashton fra questi) che non ama particolarmente i numeri e che trova spesso fuorviante leghare la valutazione di una prestazione ai semplici riscontri quantitativi. Opinione del tutto rispettabile (e in buona sostanza condivisibile). Ma né Brian Ashton né altri che ne condividono l'impostazione “idelogoica” troveranno qualcosa da ridire sulla definizione di “eccezionale” con cui la stampa francese  ha definito la prestazione della terza linea di Biarritz  Tanguy Molcard (22 anni), che nella sfifda del Kingholm contro Gloiucester (quarti di Fianale di Amlin cup) di ieri sera (vinta dai baschi 41-31) ha chiuso la partita con un totale di 23 placcaggi effettuati. Anche con i numeri, a volte, basta la parola!Giorgio Sbrocco

04
aprile


Amlin Challenge - Biarritz schianta Gloucester al Kingsholm e vola in semifinale. By Giorgio Sbrocco

 Gloucester – Biarritz 31 - 41  (pt 14-27)Marcatori: 10’ cp Burns, 11’ dr. Traille, 13’ mnt Tindall, 18’ cp Yachvili, 22’ m.T.Thomas tr. Yachvili, 26' cp Burnos, 32' m. T.Thomas tr. Yachvili, 34' cp Burns, 36' m. Heguy tr. Yachvili, 47' cp Burns, 56' m. Baby tr. Yachvili, 73' m. Burotu tr. Yachvili, 79' m. Monahan tr. Burns, 81' m Edmonds tr. BurnsGialli: 17’ Chistolini (G), 29' Britton (G), 77' Harinordoquy (B) arbitro: Lacey (Irl) Il XV basco di Biarritz conquista la semifinale di Amlin Challenge battendo nettamente Gloucester al Kingsholm nella sfida che ha inaugurato la serie dei quarti di finale della secondo delle coppe europee 2013. Inglesi in partita solo nel primo tempo. I secondi 40' sono tsunami Basco. Cherry in vantaggio con il “vecchio” Mike Tindall che al 13’ firma la meta dell’8-3. Il giallo al pilone destro Chistolini (ex Petrarca) lascia Gloucester in inferiorità numerica al 17' e Biarritz ne approfitta per mettere a segno un piazzato con Yachvili e una meta (trasformata) con l’ala Teddy Thomas per il + 5 al 22’. È però l’apertura di casa Freddie Burns che al 26’ riduce le distanze dalla piazzola. Un secondo giallo al 29' al tallonatore Britton spiana però la strada all'allungo dei Baschi che al 32' vanno in meta ancora con l'ala Teddy Thomas (20 anni!). Gloucester non molla, anche in 14 contro 15 si porta in avanti e al 36' Burns trova la pedata per il - 6. Anche Biarritz non molla la presa, sente che può far girare la partita a proprio favore e al 36' è il tallonatore Heguy a schiacciare per la terza volta oltre la linea bianca per il 27-14 in favore degli ospiti che chiude il primo tempo. Al 47' Burns riduce ancora le distanze, prima di mancare il bersaglio al 54'. Passano due minuti e Biarritz chiude la partita: meta del centro Baby, due punti dalla conversione di Yachvili e francesi che doppiano Gloucester alle soglie dell'ultimo quarto di gara. Al 73' il figiano Burotu segna la meta numero 5 per Birritz, che Yachvili trasforma. Ininfluenti le mete inglese di Monahan e di Edmonds allo scadere (fuori Harinordoquy per giallo) per il 31-41 definitivo. Giorgio Sbrocco

04
aprile


Amlin Challenge – Il “vecchio” Tindall in campo stasera contro Biarritz al Kingholm. By Giorgio Sbrocco

Ci sarà anche Mike Tindall (vincitore dell’edizione 2006 della competizione) in campo stasera al Kingholm nel match di apertura dei quarti di finale di Amlin cup che vedrà opposti il Gloucester e il Biarritz di Yachvili e Harinordoquy, detentore del titolo di campione 2012 conquistato nella finale del 18 maggio a Londra contro Tolone (21-18 il sorprendente risultato finale). Per il roccioso 35enne centro dell’Inghilterra campione del mondo in Australia nel 2003, recentemente imparentatosi (per matrimonio) con la Casa reale, sarà il cap numero 61 guadagnato nelle coppe europee. Al suo fianco, con la maglia numero 13, giocherà il 24enne Henry TrinderQueste le formazioni che scenderanno in campo alle 21 italiane agli ordini dell’irlandese John LaceyGloucester: 15 Martyn Thomas, 14 Charlie Sharples, 13 Henry Trinder, 12 Mike Tindall, 11 Jonny May, 10 Freddie Burns, 9 Dave Lewis, 8 Sione Kalamafoni, 7 Akapusi Qera, 6 Tom Savage, 5 Will James, 4 Lua Lokotui, 3 Shaun Knight, 2 Koree Britton, 1 Nick Wood. In panchina: 16 Huia Edmonds, 17 Dan Murphy, 18 Dario Chistolini, 19 Andy Hazell, 20 Gareth Evans, 21 Dan Robson, 22 Billy Twelvetrees, 23 Shane Monahan.Biarritz: 15 Marcelo Bosch, 14 Takudzwa Ngwenya, 13 Benoit Baby, 12 Damien Traille, 11 Teddy Thomas, 10 Jean-Pascal Barraque, 9 Dimitri Yachvili, 8 Imanol Harinordoquy, 7 Raphael Lakafia, 6 Tanguy Molcard, 5 Mathias Marie, 4 Erik Lund, 3 Gomez Kodela, 2 Arnaud Heguy, 1 Eugene Van Staden. In panchina: 16 Benoit August, 17 Thomas Synaeghel, 18 Ben Broster, 19 Pelu Lan Taele, 20 Seremaia Burotu, 21 Yann Lesgourgues, 22 Charles Gimenez, 23 Paul Couet-Lannes.Giorgio Sbrocco

29
marzo


Top 14 – Biarritz supera Grenoble nell’anticipo del XXIII turno. By Giorgio Sbrocco

Biarritz si impone su Grenoble nell’anticipo del 23esimo turno di Top14 grazie a una ripresa dominata dopo che le squadre erano andate al riposo sul 12-10 per i baschi (meta di penalità per Grenoble). Nella ripresa sono arrivate le mete di  Ngwenya al 65’  e di  Lund al 76’, cui si sono aggiunti i punti di piede del cecchino Yachvili.Top 14 – XXIII giornataBiarritz – Grenoble 33-16Giorgio Sbrocco

23
marzo


Top 14 – Biarritz ferma Clermont. In coda Agen è spacciato? By Giorgio Sbrocco

 In attesa del match fra Tolosa e Stade Francais in programma domani sera, oggi si sono disputate sei partite valide per la giornata numero 22 del Top 14 francese. Pronostici sostanzialmente rispettati, con una sola vittoria in trasferta, quella di Montpellier a Grenoble. La sconfitta di Agen a Castres e la contemporanea vittoria di Bordeaux a Mont de Marsan hanno scavato un solco di 11 punti fra e formazioni al 12° e 13° posto. Agen già retrocesso? A quattro giornate dalla fine della stagione regolare: praticamente sì. In serata Biarritz ha battuto Clermont al Parc des Sports Aquiléra 32-28 (2-3 le mete) al termine di una eccezionale battaglia risolta negli ultimi cinque minuti grazie alla meta di Baby trasformata da Yachvili. Questi i risultati:Top 14 – XXII giornataBordeaux – Mont de Marsan 40-7Castres – Agen 20-9Grenoble – Montpellier 9-16Racing – Perpignano 23-19Bayonne – Tolone 33 – 28Biarritz – Clermont 32-28Tolosa – Stade Francais (domani ore 21)Classifica:   Tolone 77, Clermont 75, Tolosa 64*, Castres, Racing 62, Montpellier 59, Perpignano 56, Grenoble 49, Biarritz 47, Stade Francais 46*, Bayonne 45, Bordeaux 36, Agen 27, Mont de Marsan 15*una partita in menoGiorgio Sbrocco

18
gennaio


Top14 – A Tolosa sale la febbre per la sfida con Biarritz. 16mila i biglietti venduti. By Giorgio Sbrocco

Sono già 16mila i biglietti venduti per il match fra Tolosa e Biarritz in programma allo stadio  Ernest-Wallon il prossimo 25 gennaio, valido per la sedicesima giornata del Top 14. Tolosa, campione di Francia in carica, è attualmente al terzo posto in classifica generale (50) a sette punti dalla capolista Tolone. Biarritz si trova al settimo posto (36) ed è reduce dal successo in campionato  su Agen (16-11) lo scorso 4 gennaio. Sedicimila spettatori paganti il nostro campionato di Eccellenza (12 squadre) li fa, se tutto va bene, in 30 partite...Giorgio Sbrocco

12
gennaio


HC – Gajan (Zebre): “Con Biarritz differenze importanti. Male noi in rimessa laterale”. By Giorgio Sbrocco

Prime dichiarazioni dagli spogliatoi del XXV Aprile di Moletolo al termine di Zebre – Biarritz.Christian Gajan:” Si sono viste differenze importanti tra di noi e Biarritz: abbiamo sofferto in rimessa laterale, un fondamentale dove invece stavamo andando bene nelle ultime gare. Questo ci ha tolto molto possesso in occasioni in cui potevamo essere pericolosi. Biarritz ha usato molto bene il possesso al largo mettendoci in seria difficoltà. I francesi si sono confermati una squadra quadrata, seria ed ha giocato in modo corretto. La nostra mischia è stata ottima oggi e il nostro attacco ha dimostrato sempre voglia di giocare quando ha avuto il pallone in mano. Ci è mancato Van Schalkwyk, per noi punto di riferimento nelle rimesse e nei break. Il gioco al piede è stato positivo con Buso che ha portato sicurezza a tutta la squadra. La mischia come detto è stata buona e potevamo assolutamente segnare una meta nel finale del primo tempo: una segnatura fattibile e meritata che però, dopo diversi minuti sulla linea francese, non è arrivata. Riusciamo a creare opportunità ma nei momenti topici non riusciamo a segnare i punti per rimanere più vicini nel punteggio”.Il presidente delle Zebre Daniele Reverberi: “Biarritz si è rivelata una squadra forte fisicamente; noi un po’ più contratti del solito invece, meno lucidi ma anche per merito dei francesi. Il giallo a Buso poteva anche essere considerato diversamente come altre interpretazioni. Di positivo c’è da rilevare la costante crescita della squadra. Potevamo subire una meta in meno e segnarne una noi. Il punteggio finale sarebbe stato diverso.  Auspico che in futuro sia più numeroso sugli spalti dello stadio XXV Aprile”.Gonzalo Garcia, capitano oggi delle Zebre (nella foto di Elena Barbini) :”Oggi siamo migliorati tanto prima di tutto nella disciplina e nel possesso. Ci sono ancora dettagli da limare dove facciamo fatica: la crescita della squadra c’è e siamo sulla strada giusta. Dobbiamo continuare a lavorare così anche se c’è delusione per il risultato”.Totò Perugini :”Oggi era un’occasione per costruire qualcosa di buono. Biarritz ha avuto una buona tradizione di risultati nelle ultime stagioni. Questa coppa credo non sia il loro obiettivo principale, data la classifica, ma hanno dimostrato che quando accelerano riescono ad essere molto incisivi e concreti. Noi abbiamo cercato di tamponare ed esprimerci al nostro meglio, a tratti ci siamo riusciti”.Didier Faugeron (allenatore Biarritz)::” Abbiamo segnato all’inizio della partita, poi però abbiamo avuto troppa foga per segnare le mete del bonus e abbiamo mancato di efficacia e lucidità. Ho visto un ottimo attacco oggi, veloce, profondo e soprattutto aperto al largo dove siamo stati pericolosi. I miei giocatori hanno avuto buone idee in campo, dimostrando il piacere di giocare queste gare. Ottima la vittoria in trasferta, per di più col bonus che ci lascia in corsa nella coppa”.Giorgio Sbrocco  

12
gennaio


Tags
,

HC – Biarritz in bonus sulle Zebre con Burotu al 77’. By Giorgio Sbrocco

Zebre – Biarritz 6 - 32  (pt 6 – 20)  Marcatori: 7’ cp Yachvili, 9’ m. Baby tr. Yachvili, 12’ cp Yachvili, 14’, 17’ cp Orquera, 32’ m. Bosh tr. Yachvili, 58’ m. Bosh tr. Yachvili. 77’ mnt BurotuGialli: 6’ Buso (Z) Fuori Baby per sangue dopo uno scontro con Sole (45’). Garcia (48’) salva su grubber di Brew ma è mischia a cinque. Parte Lakafia dalla base e Bergamasco è grande nel negargli la meta con un super placcaggio laterale. Biarritz ancora in pressione ma le Zebre tamponano e recuperano. Resta a terra Van Vuren che esce dolorante alla spalla. Dentro Caffini.Dentro Perugini e Tebaldi nelle Zebre (54’).*Al 57’ Biarritz tenta il penaltouch da cinque metri sulla sinistra. Avanzamento controllato e poi palla fuori ala velocità della luce. Nel terzo canale arriva Bosh (nella foto di Elena Barbini)  che nessuno, a comnicare da Buso che arriva leggermente in ritardo, riesce a fermare. Dentro la conversione e il tabellone dice 27-6.Dentro Trevisan per Sinoti (60’)Biarritz alla ricerca della meta che vale il punto di bonus. L’impressione è che la lucidità non abbondi nelle fila dei Baschi. Entra anche Peireloungue apertura titolare e Lesgourgues sostituisce Yachvili.Brew (71’) scippa la palla a Garcia e poi vola verso la meta ma non vede Halangahu che recupera, lo mette a terra e gli nega la segnatura.In avanti di Garcia (74’) concede una mischia a Biarritz sui 30 metri. Bergamasco fa buona guardia e calcia lontano.Grande progressione di Burotu (75’) ma il sostegno al largo è piato e inefficace.*Lo stesso figiano (77’) riceve all’interno da Balshaw su una palla al largo e firma la meta numero 4. Quella del bonus. Fuori la trasformazione. Dentro Benettin che al 79’ sotto pressione concede a Biarritz una mischia dentro i 22.Ancora grande Mauro Bergamasco, vero uomo ovunque delle Zebre. Bene anche Ferrarini Giorgio Sbrocco  

12
gennaio


HC – Due mete di Biarritz e due centri di Orquera nel primo tempo a Moletolo. By Giorgio Sbrocco

Zebre – Biarritz 6 – 20   Marcatori: 7’ cp Yachvili, 9’ m. Baby tr. Yachvili, 12’ cp Yachvili, 14’, 17’ cp Orquera, 32’ m. Bosh tr. YachviliGialli: 6’ Buso (Z) Davanti al ct Brunel e all’immenso (oggi anche per dimensioni fisiche) Serge Blanco in tribuna, le Zebre hanno provato a rendere meno agevole del previsto il pomeriggio parmense dei Baschi di Biarritz, formazione di grande passato ma dal presente non esaltante in Top 14, capitanati dal “vecchio” Traille. Si gioca per la gloria, lo spettacolo e, forse, per un posto nei quarti di Amlin, dal momento che il girone 3 è quello dominato dagli Harlequins (19 punti in 4 giornate) che hanno già in tasca il passaggio matematico del turno.*Al 6’ è giallo a Buso che dentro i cinque interviene (secondo l’arbitro volontariamente) su un passaggio  al largo dei francesi che poi mettono fra i pali il primo vantaggio con Yachvili.*Accademia Basca all’8’ e Baby che conclude oltre la linea con dopo un’azione insistita al largo della linea arretrata. Yachvili non sbaglia ed è 10-0*Ferrarini entra di lato nella zona di collisione (11’) e Yachvili allunga a 13-0*Fallo a terra di Biarritz (placcaggio di Garcia al 14’) e Orquera mette i primi punti di giornata per il 3-13*Al 17’ illegalità Biarritz sui drive da rimessa laterale vinta a Van Vuren. Calcia Orquera dai 15 di sinistra fuori da 22 ed è 6-13. Buso torna in campo.Belle ed efficaci le Zebre (28’) sull’asse Garcia – Manici. Orquera prova a centrare i pali dopo un fallo sul suo tallonatore ma la palla non passa.*Buco di Baby (32’) al largo dopo un calcio giocato rapido da Yachvili e sostegno interno dell’estremo argentino Bosh che firma la seconda meta. Dentro la trasformazione ed è 20-6 per BiarritzAl 35’ pasticcio di Barcella a metà campo in chiusa (introduzione Biarritz). Ci prova Garcia da 50 metri. Fuori sulla sinistra.Progressione di Sinoti (36’) lungo l’out sinistro, poi avanza Bergamasco, poi buca Chillon. Calcio veloce al largo, cinque tentativi in sequenza e poi arriva un’ostruzione (di Sinoti?) che passa davanti a Orquera e viene penalizzato con un calcio.Migliori in campo: Bergamasco e Garcia. Nella foto di Elena Barbini: l'estremo BusoGiorgio Sbrocco    

Rugby Ball