31
agosto


Tags
,

Top14 – Rodriguez (Biarritz): “Mi vergogno!”. By Giorgio Sbrocco

Qualcuno dirà che l’uomo in questione è volpe vecchissima e astutissima. Che a dispetto del pelo (inteso come capelli) che non c’è più, il vizio di stazionare, spesso con pieno merito, al centro dell’attenzione dei media  non l’ha perduto. Sia come sia, le parole di Laurent Rodriguez al termine dopo la sconfitta del suo Biarritz e Parigi con lo Stade di Sergio Parisse (38-3) meritano di essere ascoltate. “Come allenatore con qualche anno di esperienza a certi livelli – ha detto l’ex grande di Francia – devo pormi delle questioni sulle modalità con cui la squadra ha preparato questa sfida nel corso della settimana. Da giocatore e da tecnico mi è capitato, a volte, di dovermi vergognare. Stasera è una di quelle volte. Ridicoli in mischia chiusa, inesistenti a contatto, indisciplinati, tre volte puniti con il giallo e senza la necessaria voglia di lottare. Di un tale disastroso stato di cose non posso accusare i miei giocatori. La responsabilità è mia che non sono riuscito a portarli a questa partita con la necessaria condizione”.  Sotto: il link della versione originale. http://video.rugbyrama.fr/rugby/top-14/2013-2014/laurent-rodriguez-biarritz-j-ai-honte_vid292316/video.shtmlGiorgio Sbrocco

31
agosto


Top14 – Esordio con bonus dello Stade al Jean Bouin. By Giorgio Sbrocco

Netta vittoria dello Stade Francais di Sergio Parisse su Biarrtiz nell’anticipo del terzo turno di Top14. Il match, che ha tenuto a battesimo il nuovo impianto Jean Bouin, da oggi la casa del XV parigino, ha visto il netto predominio degli uomini di Gonzalo Quesada che , dopo aver messo a segno una meta nel primo tempo (Rabadan al 25’) hanno dilagato nella ripresa mettendo a referto le marcature di Arias (58’),  Danty (63’) e Vuidrauwalu (70’) che hanno fruttato l’extra punto di bonus. Per Biarritz (3 gialli nell’ultima mezz’ora di gioco) solo un piazzato di Peyrelongue al 9’.Top 14 - III giornataStade Francais – Biarritz O. 38-3 (pt 16-3)Giorgio Sbrocco

09
agosto


Top 14 – Furno terza linea titolare contro Bordeaux. By Giorgio Sbrocco

Josh  Furno flanker nel XV di partenza di Biarritz che oggi alle 19 affronterà Bordeaux (ore 19) nell’ultima amichevole di stagione. L’azzurro nato in Australia, approdato in Top 14 proveniente da Narbonne (ProD2) ha disputato un pre campionato estremamente positivo e si sta imponendo all’attenzione dei tecnici per la versatilità in rimessa laterale, la capacità di giocare negli spazi allargati  e la grande consistenza fisica nella zona di collisione. Ottime notizie in prospettiva Test match di novembre e Sei Nazioni.Biarritz: Couet-Lannes ; Ngwenya, Baby, Traille (cap), Thomas ; (o) Waenga, (m) Yachvili ; Fono, Lakafia, Furno ; E. Lund, Dubarry ; Broster, Genevois, Synaeghel.          In panchina: Heguy, Barcella, Van Staden, Lockley, Marie, Guyot, Molcard, Lesgourgues, Peyrelongue, Gimenez, Buroty, Sella. Giorgio Sbrocco

23
luglio


Top 14 – Laporte contro Blanco. “Biarritz produce deficit da quindici anni!”. By Giorgio Sbrocco

Per la serie: prima di parlare…rifletti a lungo. E quanto al fair play finanziario: articolo quinto. Chi ha la grana ha vinto! Durissima la presa di posizione di Bernard Laporte (Tolone) dopo le dichiarazioni di Serge Blanco (presidente Biarritz) che invitavano i club di Top 14 a limitare i costi di esercizio e gli importi degli ingaggi per non “andare a battere contro il muro”. “Certe lezioni di morale mi fanno ridere” ha ribattuto il manager del club rossonero campione d’Europa e autore di un’altra campagna acquisti stellare. “Soprattutto quando arrivano da realtà come Biarritz, che occupano livelli inferiori nelle gerarchie dello sport e il cui presidente, da quindici anni, continua a creare deficit di bilancio”.Giorgio Sbrocco  

16
luglio


Top 14 – Il neo Leone Berquist nel libro nero dei flops francesi. By Giorgio Sbrocco

Nell’annuale libro nero del Top14 il perfido Rugby Rama mette in fila alla voce “Les plus gros flops 2102/2013” una decina di giocatori da spedire dietro la lavagna per la pessima stagione disputata. Fra i tanti il sito francese ha inserito il neo acquisto della Benetton Matt Berquist di Biarritz, del quale testualmente scrive, ricostruendone le ultime tre stagioni: “Sostituto di Dan Carter ai Crusaders, infortunato con Leinster e non all’altezza a Biarritz. Arrivato in Francia per dirigere le operazioni dei biancorossi, ha disputato solo 3 partite e segnato 6 punti. A trent’anni è partito per Treviso, uscendo di scena dalla pota di servizio. A far compagnia al neozelandese ci sono, fra gli altri:  il suo conterraneo (e AB) Ben Blair, che a Agen non ha giocato un minuto, il pilone destro di Tolone Antoine Guillamon che si è segnalato solo per le difficoltà incontrate a rientrare nel peso forma, l’ex petrarchino Sisa Koyamaibole, cacciato da Bordeaux per la (brutta) storia del morso a un avversario e persino il pilone gallese Gethin Jenkins che, secondo Rugby Rama: “A Tolone ha solo dormito, salvo svegliarsi quanto ha giocato con la sua Nazionale” .Giorgio Sbrocco

14
luglio


Super Rugby – Brad Thorne a 38 anni continua, Damien Traille forse no. By Giorgio Sbrocco

Più di trenta (anni) e non sentirli, o quasi. Anche se non tutti hanno nei confronti del tempo che passa e dell’età che avanza gli stessi parametri di valutazione. Per un Damien Traille (34, 86 caps con la Francia) che non pare del tutto convinto a disputare un’altra stagione di Top 14 dopo che il suo contratto sarà spirato, c’è il quasi quarantenne (38, 59 caps AB) Brad Thorne ha annunciato che giocherà un altro anno con la maglia degli Highlanders in Super Rugby.  “È il mio ultimo anno di contratto con Biarritz – ha detto il centro Traille – e non sono affatto sicuro di voler continuare. Questa potrebbe essere la mia ultima stagione. Vedremo cosa ne penserà il mio fisico, ma non escludo di smettere a fine anno. A una certa età i tempi di recupero si allungano...Nella mia testa non mi sento stanco, ma nella vita bisogna anche sapersi fermare”. Per il “vecchio” Thorne ha parlato il tecnico del XV di Dunedin (Otago) Jamie Joseph: “La presenza di Brad anche per il 2014 è una notizia fantastica. Lui porterà alla squadra importanti iniezioni di professionalità. Il suo denso del dovere, la su esperienza e la sua leadership saranno molto utili per tutti”Giorgio Sbrocco

01
luglio


Top14 – L’allarme di Serge Blanco sui conti in rosso del rugby francese. By Giorgio Sbrocco

Smessi i panni di presidente LNR (Lega delle) e indossati quelli di presidente di un club di prima divisione (il Biarritz), Serge Blanco fa il punto sulla reale situazione economica e gestionale del rugby francese in un’intervista esclusiva concessa a Midol nella quale, e nemmeno troppo metaforicamente, sembra lanciare l’allarme. “Fondamentali economici fragili, masse salariale sovradimensionate rispetto ai proventi delle biglietterie in continuo calo, club vicini al fallimento o sotto stretta osservazione da parte delle autorità, conti perennemente in rosso”. E poi: “Il modello economico del rugby francese è oggi appeso a un filo perché vive al di sopra dei propri mezzi”.  E suo club – Biarritz – che ha chiuso la stagione in gravi difficoltà finanziarie. In un momento di evidente crisi il grande campione francese si appella al buon senso e alla saggezza “di tutte le componenti del nostro movimento”. Un lettore che si firma Cabiste19 così commenta le anticipazioni dell’intervista messe on line da Rugny Rama: “Se la gestione del passaggio al professionismo deve essere il modello imposto da Boudjelall, Lorenzetti e Savare (presidenti di Tolone, Racin, Stade Francais, ndr) è evidente che stiamo tutti andando verso la catastrofe!”. Eccessivo?Giorgio Sbrocco 

27
aprile


Amlin Challenge Cup - Leinster troppo forte per Biarritz. Dublinesi in finale con lo Stade di Parisse. By Giorgio Sbrocco

Leinster – Biarritz  44 - 16 (pt 24- 9)Marcatori: 5’ m. Healsip tr. Sexton, 18’, 24’ cp Yachvili, 28’ cp Sexton, 37’ cp Yachvili, 39’ m. Sexton tr. Sexton, 40’ m. Healsip tr. Sexton, 46’ cp Sexton, 50’ m. Nacewa tr. Maddigan, 65’ m. O’Driscoll tr. Maddigan, 70’ m. Heguy tr. YachviliGialli: 45’ Ngwenya (B) Sarà Leinster di Super star BOD (come da pronostico) a disputare la finale di Amlin cup “in casa” il 17 maggio contro lo Stade di Sergio Parisse. La partita vera è durata un tempo scarso. Leinster superiore in ogni fase di gioco e con Healsip in forma B&I.Leinster in meta al 5’ (fantastico inserimento interno di Nacewa sul fondo di una rimessa laterale) con il n. 8 Healsip e dopo una manciata di minuti incapace (Sexton) di schiacciare in meta su perfetto assist di BOD. Lo scampato pericolo rivitalizza i Baschi che trovano 2 calci facili con Yachvili. A ridosso della mezz’ora Sexton scrive + 4 sul tabellone dal centro dei pali dopo una furiosa sequenza avanzante dei suoi dentro i cinque metri di Biarritz. Al 35’ il sinistro di Yachvili non manca il bersaglio da oltre 40 metri e Biarritz accorcia il distacco fino a – 1.  A un minuto dall’intervallo Kearney trova un angolo interno (e un placcaggio davvero…soft) che brucia la linea di Biarritz, serve Sexton che stavolta firma 7 punti personali per il 17-9  marca il primo allungo del pomeriggio. A tempo scaduto (cp veloce di Boss per Nacewa) Leinster costruisce la meta che uccide la partita: la marca Healsip vicino al palo di destra della porta basca e Sexton mette anche i 2 punti  del 24-9. La ripresa si apre con un intercetto di Maddigan che dai 22 viene bloccato (irregolarmente) da Ngwenya solo a cinque metri dai pali. L’ala di Biarritz prende il giallo e Sexton trasforma in punti il calcio di punizione concesso. Al 50’ delizioso duetto Sexton - Nacewa nel terzo canale. I due si passano la palla quattro volte e alla fine tocca a Nacewa marcare la quarta meta, quella della sicurezza. Leinster decide di dare spettacolo e eccede un po’ nella leziosità di certe azioni troppo involute. Ma al pubblico piace così. E in fin dei conti, gli irlandesi, se lo possono permettere. BOD segna al 65’ e fa sognare i 18 mila del RDS (“one more year” la richiesta che arriva dalle tribune). Il tallonatore di Biarritz Heguy si toglie la soddisfazione (difesa irlandese già al pub) di una meta personale al 70’. Buona per gli annali, non certo per cambiare le sorti del match. Giorgio Sbrocco

25
aprile


Amlin Challenge Cup – Biarritz e la voglia di “partita perfetta”. By Giorgio Sbrocco

Quando si dice: una semifinale di Amlin dall'esito scontato. È quella che si disputerà al RDS di Dublino fra Leinster (2° in Pro 12) e Biarritz(11° in Top 14), detentore del titolo e con tanta voglia di conquistare un'altra volta un biglietto per la HC. Sognare non costa nulla, e i desideri sono free, da sempre. “So che partiamo con tutti i pronostici contro” ha ammesso l'apertura transalpina Julien Peyrelongue. “Ma so anche che sono le stesse persone che ci davano per spacciati contro Gloucester nei quarti...”. Poi, approfondendo il concetto: “Queste (Leinster-Biarritz, ndr) non sono partite che si giocano tutti i giorni, e sono consapevole del fatto che vincere è l'unico modo per poter tornare a fare la HC. La voglia di provare a battere Leinster c'è. Solo che la strada è lunga. Se dovessimo riuscirci, dopo, dovremmo anche vincere la finale”. Dall'album (scaramantico?) dei ricordi: “Nel 2003 giocammo i quarti di HC proprio contro Leinster e perdemmo 18-13. Per batterli dovremo fare la partita perfetta. Una di quelle a errori zero!”Giorgio Sbrocco

23
aprile


op 14 – L'azzurro Furno da Narbonne a Biarritz. By Giorgio Sbrocco

Dopo aver cercato (senza riuscirci) di trovare una squadra di Pro 12 italiana disposta a fargli un contratto e aver trascorso un anno a Narbonne (17 caps, 3 mete) in seconda divisione (ProD2), nel corso del quale si è messo in luce con la maglia della Nazionale di Jaques Brunel nel Sei Nazioni, la seconda linea Josh Furno ha accettato l'offerta di Biarritz e nella prossima stagione sportiva giocherà in Top 14. Pare che ultimamente le Zebre abbiano cercato di convincere Furno a tornare in Italia. Senza riuscirci, evidentemente!Giorgio Sbrocco

Rugby Ball