PRO 12 – BENETTON A SWANSEA CONTRO GLI OSPREYS. A RIPOSO WILLIAMS, APERTURA GIOCA BURTON E DE BERNARDO NUMERO 10. By Giorgio Sbrocco

Benetton di scena a Swansea contro la franchigia degli Ospreys nella giornata numero 19 del Pro 12 celtico. Gallesi lanciato verso la conquista di un posto in semifinale, veneti alla ricerca del risultato di prestigio dopo la rocambolesca sconfitta in terna di sabato contro Ulster. Dirigerà l’incontro l’arbitro internazionale irlandese Alain Rolland e sarà trasmesso in differita alle 22:45 su Rai Sport 2. Rispetto alla sconfitta di Monigo Smith conferma il blocco dei primi cinque del pacchetto e la relativa panchina, con la sola eccezione di Sbaraglini che ha recuperato il malanno della scorsa settimana. In terza, assente Barbieri per infortunio, entra Minto con Filippucci a disposizione. Novità in serie nella linea arretrata: Iannone parte nel ruolo di centro a fare reparto con Sgarbi. Estremo giocherà Burton (Dingo Williams a riposo), con Nitoglia e Benvenuti alle ali. In cabina di regia debutta dal primo minuto De Bernardo all’apertura con Gori numero 9. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo  Questa la formazione annunciata: 15 Kristopher Burton 14 Tommaso Benvenuti 13 Tommaso Iannone 12 Alberto Sgarbi 11 Ludovico Nitoglia 10 Alberto Di Bernardo 9 Edoardo Gori 8 Manoa Vosawai 7 Alessandro Zanni 6 Francesco Minto 5 Corniel Van Zyl 4 Antonio Pavanello (capitano) 3 Lorenzo Cittadini 2 Enrico Ceccato 1 Michele Rizzo   A disposizione: 16 Franco Sbaraglini 17 Matteo Muccignat 18 Ignacio Fernandez Rouyet 19 Valerio Bernabò 20 Gonzalo Padrò 21 Marco Filippucci 22 Fabio Semenzato 23 Luke McLean      

28
marzo


COPPE EUROPEE: LE DUE CELTICHE IN HEINEKEN E LE PRIME QUATTRO DEL CAMPIONATO DI ECCELLENZA IN CHALLENGE. IL TEMUTO TAGLIO NNO C’E’ STATO. PER FORTUNA. By Giorgio Sbrocco

La notizia è ufficiale, a diramarla è la stessa Fir: nulla di nuovo quanto a partecipazione italiana alle coppe europee 2012/2013. Benetton e Aironi (quest’ultima solo nel caso non si avverino  i progetti di smobilitazione/fallimento di cui si parla con una certa insistenza da tempo) prenderanno parte alla Heineken cup, mentre le prime quattro classificate della regular season del campionato di Eccellenza otterranno il pass per la Chalenge cup (e il conseguente contributo Erc di circa 400 mila euro). Destituite quindi di ogni fondamento le voci che volevano (alla luce dei pessimi risultati del campo) la riduzione della nostra rappresentanza a due soli club.  Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo    

PRO 12 – A TREVISO VINCE L’ULSTER CON META DI D’ARCY ALL’80’. BENETTON DA APPLAUSI.  RAISPORT: NON PERVENUTA. By Giorgio Sbrocco

BENETTON – ULSTER  23-27  (pt 13 - 13) Marcatori: 2’ m. Ceccato tr. Burton, 17’ cp Humphreys, 23’ m. Henry tr. Pienaar, 28’ drop Burton, 31’ cp Pienaar, 33’ cp Burton, 45’ drop Burton, 69’ m. Di Bernardo tr. Burton,  71’ m. Wallace tr. PIenaar, 80’ m. D’Arcy tr. Pienaar Treviso –  Grande rugby in Pro 12. Al termine di una partita bellissima (che la TV di stato si è regolarmente persa per… motivi tecnici. Differita  stasera alle 22.30), la Benetton di Franco Smith esce sconfitta da Monigo a opera dell’Ulster  al termine di un match vibrante e dagli elevatissimi contenuti tecnici che a due minuti dalla fine conduceva 23-20, dopo essere andata sul 23-13 a men odi 10’ dalla fine. Pronti: via! E Treviso è già in meta grazie alla poderosa  azione penetrante di Ceccato sugli esiti di una veloce combinazione Vosawai – Williams. Il tallonatore biancoverde schiaccia oltre la linea bianca per la facile trasformazione di Burton che vale il 7-0. La partita è molto combattuta, Benetton e Ulster si danno battaglia a viso aperto e il livello degli impatti è molto elevato. Al 17’ l’Ulster riduce le distanza dalla piazzola grazie al piede del mediano di apertura Humphreys. La meta trasformata della terza linea Henry (38’) opera il primo sorpasso di giornata, prima che Burton (due volte a segno su cp e di drop) e il mediano di mischia ospite Pienaar (fuori al 40’ la palla del possibile +3 Ulster), confezionino il 13-13 dell’intervallo. Al rientro dagli spogliatoi Treviso si installa nella metà campo nordirlandese e Burton (45’) trova ancor ala zampata vincente per il drop che vale  il 16-13. L’equilibrio è costante, in vista dell’ultimo quarto di gara le panchine mandano sul terreno di gioco i rimpiazzi nella speranza di poter ulteriormente alzare il ritmo e l’intensità. Per la Benetton “solito” cambio integrale della prima linea: dentro Muccignat-Rouyet con Vidal tallonatore. In terza entra Padrò per Barbieri e Minto in seconda per Antonio Pavanello. Ultimo quarto d’ora di gloria anche per Di Bernardo che rileva Williams. Al 61’ solo l’arbitro ferma Treviso pescando (?) Iannone in fallo di tenuto a meno di due metri dalla linea di meta. Al 67’ Burton crca il terzo drop da 40 metri ma non lo trova. Ma la meta è nell’aria. La firma Di Bernardo al 69’ perfettamente servito da Iannone.  La reazione dei nordirlandesi no si fa attendere: passano due minuti  e tocca a Paddy Wallace finalizzare in mezzo ai pali una mortifera penetrazione di Pienaar nel cuore della (disattenta, rilassata?) difesa dei veneti. A meno di 8’ al termine, con tutto lo stadio in piedi la partita riparte dal 23-20 per i padroni di casa. Treviso sembra potercela fare: si installa nei 22 avversari e mantiene il possesso nonostante la feroce contrapposizione degli avversari. Ma l’Ulster reagisce alla grande e risale il campo fino a ottenere una mischia a proprio favore sui 5 metri di Treviso. Lo stadio trattiene il fiato e (forse) prega gli dei del rugby di intercedere per i  Leoni. Ma gli dei ovali, purtroppo per Treviso, hanno altro da fare. E all’ultimo secondo di gioco Adam D'Arcy mette a referto la meta del 25-23. Pienaar, a tempo scaduto, trasforma e finisce 27-23. Un’occasione persa. Peccato! Giorgio Sbrocco. Giornalista sportivo  

20
marzo


PRO 12 – Benetton riparte da Monigo contro l'Ulster, by Giorgio Sbrocco

Ripresa di Pro12 fra le mura amiche di Monigo per la Benetton di Franco Smith che sabato (16.15) affronterà l’Ulster per il 18esimo turno di regular season della competizione celtica. Sarà la penultima apparizione casalinga dei Leoni biancoverdi di capitan Pavanello che al momento occupano l’ottava posizione in classifica generale (29 punti) alla pari con i sorprendenti Dragons gallesi di Newport che, nel recupero della scorsa settimana, hanno superato i pronosticati Blues di Cardiff. La formazione nordirlandese è attualmente quinta (47), a una lunghezza da Glasgow, a tre dagli Ospreys e a sei da Munster. Pronostico tutto per la formazione di Belfast, mentre in casa Benetton, prima dio definitre la formazione da mandare in campo, si dovranno quantificare i "danni" (infortuni) e l ostato di affaticamento, della pattuglia azzurra reduce dal 6 Nazioni. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.

Rugby Ball