17
settembre


Championship Four Nations – Nei Wallabies torna in campo James Horwill. By Giorgio Sbrocco

Si rivede capitan James Horwill nell’elenco dei convocati dell’Australia che il ct Ewen McKenzie ha diramato in vista delle ultime due partire del Championship che vedranno i Walalbies opposti al Sud Africa e all’ArgentinaAUSTRALIA Avanti: Albert Anae, Ben Alexander, Dave Dennis, Kane Douglas, Saia Faingaa, Scott Fardy, Michael Hooper, James Horwill (c), Sekope Kepu, Ben McCalman, Stephen Moore, Ben Mowen, Benn Robinson, Rob Simmons, James Slipper, Sitaleki Timani.Linea arretrata: Adam Ashley-Cooper, Quade Cooper, Chris Feauai-Sautia, Israel Folau, Bernard Foley, Will Genia, Tevita Kuridrani, Christian Lealiifano, James O'Connor, Nick Phipps, Joe Tomane, Matt Toomua, Nic WhiteGiorgio Sbrocco

14
settembre


Championship Four Nations - A Perth vince l'Australia. Argentina:occasione sprecata. By Giorgio Sbrocco

Australia – Argentina  14 – 13 (pt 14 – 3) Marcatori: 8’ cp Sanchez, 12’, 17’ cp Lealifano, 28’ mnt Folau, 40’ cp Lealifano, 60’ cp Sanchez, 64’ m. Leguizamon tr. Sanchez Un’Argentina competitiva (sprecona oltre il lecito) e all’altezza dell’avversario si arrende a Perth, dopo aver a lungo lottato, a un’Australia non trascendentale e con qualche problemino in mischia chiusa (Ben Alexander sul banco degli imputati) nella quarta giornata del Championship. In meta con Folau nel primo tempo, i Wallabies (con la grigia accoppiata White-Q.Cooper in mediana) sono andati ai riposo sopra di 11 punti e lo score non è cambiato fino al 60’, quando Sanchez (era ora!) centra i pali e riduce le distanze concretizzando solo in parte il predominio territoriale dei suoi che3 al 64’ trovano con Leguizamon  (ostruzione di Sanchez sul cambio di angolo di Contepomi?) la meta che riapre la partita. Al  69’ arriva un tenuto argentino dentro i  propri 22 che Lealifano (!)manda però a lato dei pali. Al 78’ (fuorigioco di Matera) Lealifano ci riprova ma stavolta è il vento che porta fuori l’ovale.Migliori in campo: Cummins, Folau, Mowen, Matera, Leguizamon, AyerzaGiorgio Sbrocco

11
settembre


Championship Four Nations – Fuori Genia dentro QC nell’Australia che insegue il primo successo. By Giorgio Sbrocco

Will Genia in panchina e il discusso Quade Cooper con la maglia numero 10 dal primo minuto nell’Australia che contro l’Argentina cercherà la prima vittoria del Championship e di abbandonare l’ultimo posto in classifica generale che ora occupa in forza delle tre sconfitte rimediate con NZ e SA.  Numero 9 giocherà (l’orinato e lineare) Nic White mentre i gradi di capitano passeranno a Ben Mowen. Tevita Kuridrani ancora fuori dal XV titolare. Della serie : se non ora, quando?Australia15 Israel Folau, 14 James O'Connor, 13 Adam-Ashley Cooper, 12 Christian Lealiifano, 11 Nick Cummins, 10 Quade Cooper, 9 Nic White, 8 Ben Mowen, 7 Michael Hooper, 6 Scott Fardy, 5 Kane Douglas, 4 Rob Simmons, 3 Ben Alexander, 2 Stephen Moore, 1 James Slipper.In panchina: 16 Saia Faingaa, 17 Scott Sio, 18 Sekope Kepu, 19 Sitaleki Timani, 20 Ben McCalman, 21 Will Genia, 22 Matt Toomua, 23 Tevita KuridraniGiorgio Sbrocco

10
settembre


Australia - I dubbi di coach McKenzie: “Piano di gioco troppo complicato?”. By Giorgio Sbrocco

La stampa australiana ha già cominciato a definirlo “the winless coach” dopo le tre sconfitte di fila rimediate nei primi turni del Championship 2013. E lui risponde (indirettamente) prendendo atto dei problemi esistenti e tentando di metterli in fila  allo sportello delle soluzioni. “Dobbiamo cambiare il nostro gioco di attacco” ha dichiarato il ct Ewen McKenzie, succeduto al neozelandese Robbie Deans in luglio (solo perché australiano come sostengono molte malelingue?) e attualmente titolare di un poco confortante 1 su 5 quanto a test vinti (contando la Serie cin i B&I che gli ha portato l’unico successo stagionale). A preoccupare sono anche le 12 mete concesse a AB e SA nei primi tre turni del Four Nat e a pesare psicologicamente sulla valutazione della nuova gestione è anche la vittoria di Brisbane del SA arrivata dopo 42 anni e 8 precedenti tentativi andati a vuoto. “Non lasceremo nulla di intentato per cercare di migliorare il nostro record” ha detto McKenzie alla vigilia dell’impegno con l’Argentina di sabato. “Sono stati gli errori di valutazione e le decisioni prese sul campo, più che quelli esecutivi, ha determinare i nostri insuccessi”. Ha detto il tecnico di Melbourne, giudicando eccessivamente “rischioso” per le forze a sua disposizione il pian odi gioco attuato contro AB e SA. “Ho fiducia nelle nostre capacità di sviluppare il gioco – ha aggiunto – ma devo ammettere che siamo molto distanti dal livello di qualità che in questo momento della stagione avremmo dovuto raggiungere”. In conclusione: “Commettiamo tropi errori per poter pensare di vincere e non posso continuare a dirlo ogni settimana. Non serve a nulla. Quel che ci serve è capire i motivi per cui commettiamo così tanti errori. Se il nostro gioco è troppo complesso per il livello delle nostre abilità forse sarà il caso di semplificarlo e di abbassarne il livello. Ma questa è un’operazione che non vorrei fare. I buoni giocatori non ci mancano. Si tratta solo di reagire un po’ meglio sotto pressione”. In vista del match con i Pumas McKenzie ha convocato il flanker Dave Dennis.  Giorgio Sbrocco

07
settembre


Championship Four Nations - Il Sud Africa distrugge l'Australia e vola in vetta. By Giorgio Sbrocco

 Australia – Sud Africa 12 - 38 (pt 6 – 16)Marcatori: 6’ m. Oosthuizen tr. M. Steyn, 8’ cp Lealifano, 13’ cp M. Steyn, 23’ cp Lealifano, 28’ , 34’ cp M. Steyn, 42’ cp Lealifano, 51’ cp M. Steyn, 53’ cp Lealifano, 61’ mnt De Villiers, 66’ m. Kirchner tr. M. Steyn, 68’ m. Le Roux tr. M. SteynArbitro: Clancy (Irl)Gialli:8’ Alberts (SA), 50’ Hooper (A)Super Sudafrica! Vince a Brisbane, ottiene il bonus, vola al primo posto in classifica generale e si prepara nel migliore dei modi alla sfida decida con gli All Blacks. IL FILM DELLA PARTITA41’ SA nei guai per un errore di M. Steyn in ricezione che frutta una mischia a cinque. Al largo sul lato dell’introduzione. Calcio per l’Australia. Che stavolta piazza e riduce le distanze con il solito Lealifano. Aus – 750’ Hooper placca duramente Habana dopo il fischio di Clancy. Il Tmo conferma che si tratta di un placcaggio illegale. Decisione ineccepibile. Vaccata colossale del flanker australiano Fuori 10’. M. Steyn piazza e lo score dice +10 SA52’ Van der Merwe colpisce con una spallata Ashley Cooper senza palla. Solo calcio contro e niente giallo. Discutibile. Lealifano cerca i pali da 40 metri e li trova. Aus a – 757’ Fardy innesca la penetrazione di Folau e Lealifano ma un in avanti sul contatto salva il Sud Africa60’ Grande Sud Africa! Vermeulen recupera e porta fuori la palla, Habana sulla sinistra sprinta, ridicolizza Folau e calcia a seguire, Cooper lo stende senza palla, ma il sostegno c’è e de Villiers vola oltre la linea per la meta del trionfo. SA + 1266’ Palla fuori per Le Roux che in velocità riceve e serve l’estremo Kirchner all’interno. Meta! Anche per il Tmo68’ Scatenato il SA. Buco di Willie Le Roux che segna la meta del bonus e del primato in classifica generale72’ O’Connor si libera sulla destra, sprinta e calcia seguire ma Le Roux salva in area di meta e calcia fuori. Sulla rimessa laterale Ashley Cooper manca la meta per un in avanti a contatto Migliori in campo: Hooper, Genia, Ashley-Cooper, Vermeulen, Pienaar, Mtawaira, De VilliersGiorgio Sbrocco  

07
settembre


Championship Four Nations - Il Sud Africa domina e chiude il primo tempo sopra di 10. By Giorgio Sbrocco

Australia – Sud Africa 6 – 16Marcatori: 60 m. Oosthuizen tr. M. Steyn, 8’ cp Lealifano, 13’ cp M. Steyn, 23’ cp Lealifano, 28’ , 34’ cp M. SteynArbitro: Clancy (Irl)Gialli:8’ Alberts (SA)Folla delle grandi occasioni a Brisbane (dove il Sud Africa non ha mai vinto) per la partita che l’Australia “vuole” vincere per tornare a frequentare da protagonista le alte vette del pianeta ovale. C’è Quade Cooper che promette spettacolo e mentalità vincente. E ci sono gli Springboks decisi a mantenere intatte le possibilità di vittoria finale del torneo. Che tutta una Nazione vuole e pretende di giocarsi nella doppia decisiva sfida con i campioni del mondoIL FILM DELLA PARTITA2’ Primo fischio di Clancy dopo 1’50” dal calcio d’invio. Calcio contro il SA per “tuffo” in ruck6’ Oosthuizen (sostituto di Yannie Du Plessis) cade oltre la linea bianca con il pallone in mano, lanciato sugli sviluppi di una rimessa vinta a cinque metri. Clancy non assegna la meta e lascia il compito al Tmo che conferma la segnatura8’ Avanti volontario di Alberts su Genia (grande contrattacco sull’asse Genia-Folau) e giallo al flanker SA. Lealifano piazza da posizione centrale. Australia a – 413’ Fuori gioco di Genia ( c’era?) in mischia ordinata. Morné Steyn da quasi metà campo non sbaglia. SA + 716’ Partita elettrica e ruvida. Buon la voro Mr Clancy!17’ Buco di Cummings (che scivola) e poi recupero fantastico di Hooper. Numero di magia di Habana che intercetta palla e salva i suoi.22’ Hooper placcato ma non “rilasciato” dalla difesa SA appena dentro i 22. Calcio di Lealifano e Australia ancora a -1424’ O’Connor riceve il calcio d’invio e (dopo!) mette fuori un piede. Il giudice di linea vede male e assegna la mischia a metà campo in favore dell’Australia28’ Fuori gioco di linea dell’Aus (che difende alla grande!). Altro calcio per Steyn che da poco più di 30 metri centra i pali per il + 733’ Accenno di scazzottata fra prime linee dopo un’introduzione storta di Genia punita da Clancy.34’ Fallo australiano in sostegno a Folau a terra, davanti ai pali sui 22. Per M. Steyn: un rigore senza portiere ed è +1037’ O’Connor in rimessa sui cinque metri. Presa davanti. Tentativo di trasformazione al largo, ritorno verso i pali e tenuto di Hooper. Gran lavoro della difesa Springboks! Forse, con uno come Lealifano in squadra,  sarebbe stato meglio piazzare!39’ Quasi meta del SA vicino alla bandierina destra. Recupero Aus che però commette fallo sul placcaggio a Kirchner. Morné Steyn piazza a tempo scaduto ma stavolta l’ovale passa a destra del palo esterno.Giorgio Sbrocco    

06
settembre


Australia – Picchia un giudice di linea. Squalificato per 15 anni! By Giorgio Sbrocco

Si chiama Daniel Mailata, ha 19 anni e giocava a rugby con la formazione dei Petershame Colts nel campionato australiano del NSW. Giocava.. perché, come riferisce il quotidiano di Sydney The Telegraph,  nel corso di una partita del torneo regionale contro Barker Old Boys (disputata sabato scorso) ha aggredito un guardialinee. Il giudice di linea vittima del giovane Mailata aveva contraddetto la decisione dell’arbitro che aveva giudicato “non meta” un’azione dei Barker Old Boys conclusa (all’80’) oltre la linea bianca  ma, secondo il direttore di gara, senza il necessario “toccato”.  L’arbitro, convinto e rassicurato dal suo collaboratore, ha invertito la decisione originale concedendo la segnatura e con essa negando ai Petershame Colts l’accesso alla serie finale di post season. Esemplare la pena inflitta dal giudice: 15 anni! Che supera di gran lunga il precedente “record” di quattro risalente al 2011 (Fairvale Rc, campionato di quinta divisione). Scontata la pena Mailata potrà tornare in campo all’età di 34 anni. Se troverà una squadra disposta a tesserarlo.Giorgio Sbrocco

05
settembre


Italia – Pre vendita per i Test con Australia e Fiji. Prezzi popolari. By Giorgio Sbrocco

Da giovedì 12 settembre  (ore 12) sul nuovo sito Listicket (www.lisclick.it),nelle ricevitorie LIS e tramite call Center (892.982) sarà possibile acquistare i biglietti per le partite che l’Italia disputerà a novembre contro: Australia (Torino) e Fiji (Cremona) Prezzi a partire da 9 euro (Torino) e da 8 (Cremona), mentre per entrambi gli appuntamenti i biglietti di maggior pregio non supereranno i 55. "I Cariparma Test Match di novembre - ha dichiarato il presidente Fir Alfredo Gavazzi -rappresentano per il nostro movimento un importante mezzo di promozione sul territorio. Tre settimane in cui gli Azzurri si muoveranno  lungo la penisola sfidando avversari di prestigio e avvicinandosi direttamente alla base e ai nuovi appassionati. Abbiamo voluto attuare una politica dei prezzi in linea con la nostra volontà di portare il grande pubblico sugli spalti, di rendere sempre più le partire della Nazionale un'occasione per giovani e famiglie di conoscere o di appassionarsi al rugby e agli Azzurri". I tagliandi per Italia-Argentina a Roma sono in vendita da luglio.Questi i prezzi dei biglietti per Italia - Australia e Italia - Fiji:Italia - Australia (Torino, Stadio Olimpico – 9 novembre) – intero/ridotto U16-O65Poltroncine - 55€/44€Tribuna Granata (ovest) – 55€/44€Distinti Granata (est) - 35€/28€Tribuna Granata parterre (ovest) – 25€/20€Distinti Granata parterre (est) – 25€/20€Curva Nord/Sud ospiti – 20€/16€Curva Nord/Sud ospiti parterre – 12€/9€ Italia - Fiji (Cremona, Stadio “Zini” – 16 novembre) – intero/ridotto U16-O65Centrale coperta – 55€/44€Laterale coperta – 30€/24€Distinti – 30€/24€Curva Nord/Sud – 15€/12€Parterre tribuna – 10€/8  Giorgio Sbrocco

05
settembre


Australia – Fuori capitan Horwill. I gradi a Will Genia. By Giorgio Sbroco

L’Australia dovrà fare a meno del proprio capitano James Horwill sabato a Brisbane contro il Sud Africa nella gara valida per il terzo turno di Championship. Horwill è stato messo ko fa un problema  muscolare che, con ogni probabilità, lo terrà lontano dai campi di gioco anche in occasione della sfida ai Pumas del 14 settembre. In seconda linea, accanto a Rob Simmons, giocherà Kane Douglas (24 anni, Waratahs) e Ben McCalman andrà in panchina. Capitano sarà Will Genia.Australia:15 Israel Folau, 14 Nick Cummins, 13 Adam-Ashley Cooper, 12 Christian Lealiifano, 11 James O’Connor, 10 Quade Cooper, 9 Will Genia (cap), 8 Ben Mowen, 7 Michael Hooper, 6 Scott Fardy, 5 Kane Douglas, 4 Rob Simmons, 3 Sekope Kepu, 2 Stephen Moore, 1 James Slipper.In panchina: 16 Saia Faingaa, 17 Scott Sio, 18 Ben Alexander, 19 Ben McCalman, 20 Jake Schatz, 21 Nic White, 22 Matt Toomua, 23 Jesse MoggGiorgio Sbrocco

03
settembre


Sud Africa – Il ct Meyer stravede per Q. Cooper e per Folau. By Giorgio Sbrocco

Chissà se lo pensa davvero. Certo è che le dichiarazioni del ct del Sud Africa Heyneke Meyer prima della sfida con l’Australia per il terzo turno di Four Nations sembrano messe lì apposta per guadagnare stima e simpatia nel campo nemico. E, forse, per accreditarsi presso l’opinione pubblica australiana come un sincero “amico dei Wallabies”. E perché no? Un futuro allenatore. Due i giocatori che secondo il tecnico degl iSpringboks sono da considerarsi determinanti: Quade Cooper e Israel Folau (giocherà estremo?). “Penso – ha detto Meyer della talentuosa apertura che il precedente ct poco considerava – che sia solo una questione di tempo. E che prima o poi riconquisterà il posto da titolare. Spero che non lo faccia in occasione della partita contro di noi. Quade è il tipo di giocatore che mi piacerebbe avere in squadra. Sono convinto che se lui gioca bene e gioca bene anche Genia, è l’Australia che gioca bene!”. Stessa musica (violini?) per Folau: “Non conta quale sia il tuo paese e come si chiami la squadra alleni, veder giocare uno come lui è un piacere assoluto”.By Giorgio Sbrocco

Rugby Ball