06
novembre


Italia – Sergio Parisse: “Con l’Australia per vincere e entrare nella storia. Ma anche…”. By Giorgio Sbrocco

Si è tenuta oggi al teatro Regio di Torino la presentazione ufficiale del triplo appuntamento internazionale che vedrà l’Italia di Jaques Brunel scendere in campo contro Australia, Isole Fij e Argentina. Ufficializzato l’accordo con Sky per la trasmissione delle partite (la cui mancata stipula aveva indotto la Fir a rinviare la presentazione prevista lo scorso mercoledì), della sfida all’Australia ha parlato il capitano Sergio Parisse:  "Sabato dovremo fare 80' di grande rugby per poter essere vicini nel punteggio fino alla fine. Possiamo vincere, ma anche prendere 40-50 punti al passivo. Noi, però, vogliamo un risultato storico". Su Torino (nuova?) capitale del rugby azzurro si è espresso il presidente Alfredo Gavazzi: "Torino ha una grande potenzialità per il rugby, anche in ottica della nostra volontà di candidarci a ospitare la Coppa del mondo 2023". Azzardato, forse velleitario ma finalmente : qualcosa di non banale e stucchevolmente stereotipato. Era ora!Giorgio Sbrocco

05
novembre


Australia – Fuori Scott Fardy. Wallabies “obbligati” a vincere. By Giorgio Sbrocco

 La terza linea dei Brumbies Scott Fardy (29 anni) non sarà in campo sabato a Torino contro l’Italia. Un brutto colpo al capo rimediato a Twickenham nel corso della sfida (persa) con l’Inghilterra ne ha imposto l’esclusione dalla squadra. È ragionevole ritenere che il ct Ewen McKenzie rimescoli abbondantemente le carte in vista del match con gli azzurri, che giunge alla vigilia del trittico terribile che attende i downunder di Quade Cooper nel Regno Unito. È anche vero, però, che dopo la sconfitta di Londra, stampa e opinione pubblica australiane mal digerirebbero una sconfitta contro l’Italia. Al punto che, paradossalmente (nel senso che alla vigilia nessuno ci pensava) , quella dell’Olimpico  “rischia” di essere la partita più importante del Tour. O, quantomeno, la più...delicata. Sono in tanti, a Sydney e dintorni, a ricordare la faticatissima vittoria dei Wallabies un anno fa a Firenze. Occorre però ammettere che quella vista all’opera contro l’Inghilterra di Stuart Lancaster è una linea arretrata mostruosamente talentuosa e consistente. Niente a che vedere con quella che un anno fa confezionò il +3 all’Artemio Franchi.Giorgio Sbrocco

05
novembre


Italia – Domani a Le Gru (Torino) sessione di autografi. By Giorgio Sbrocco

Sessione di autografi congiunta Italia – Australia domani (ore 15 fino alle 16) a Torino presso lo Shopville - Le Gru (via Crea 10). Interverranno in rappresentanza delle due squadre: Leonardo Ghiraldini, Alberto Sgarbi, Tommaso Benvenuti, Leonardo Sarto e Davide, James Horwill, Scott Fardy, Christian Lealiifano, Ben McCalman e Ben Alexander.Giorgio Sbrocco

04
novembre


Italia – A Torino è...Australian job. By Giorgio Sbrocco

Primi allenamenti torinesi nello stadio intitolato a Primo Nebiolo per l’Italia di Jaques Brunel che sta preparando la sfida di sabato all’Olimpico contro l’ Australia. Folta la cornice di pubblico, con moltissimi studenti delle scuole torinesi. Nel menu approntato dallo staff tecnico: lanci del gioco e numerose variazioni di formazione attuate dal ct.  “Abbiamo trovato una magnifica accoglienza a Torino – ha detto il manager dell’Italia, Luigi Troiani – e non possiamo che essere felici di aver avuto tanti giovani e tanti appassionati al primo allenamento della settimana. Speriamo sia solo l’inizio, l’affetto ed il sostegno del pubblico saranno fondamentali per spingerci ad una grande prestazione sabato”.Sulla sfida di Twickenham che ha visto gli australiani sconfitti dell’Inghilterra:  “Abbiamo visto una partita molto impegnativa dal punto di vista fisico e credo che anche per la gara dell’Olimpico sia lecito aspettarsi ottanta minuti di grande intensità. Dovremo usare le stesse armi usate dall’Inghilterra, aggressività e pressione, per non dare modo agli australiani di innescare i loro trequarti, dove le individualità di alto livello non mancano. Non concedere spazi ed essere concentrati in ogni istante in difesa saranno le chiavi della nostra partita”.La formazione dell’Italia sarà annunciata giovedì.Giorgio Sbrocco

03
novembre


Australia – La pacatezza di McKenzie e gli errori arbitrali: quando la classe c’è e si vede! By Giorgio Sbrocco

C'è stato chi (come racconta Georgina Robinson inviata del Sydney Morning Herald a Londra), si è presentato in conferenza stampa post partita con l’immagine ingrandita dei piedi dell’estremo inglese Brown chiaramente sulla linea laterale al momento di ricevere il pallone da cui è generata la prima  meta inglese e l’ha prontamente consegnata al ct australiano pe un commento: “Era un calcio che aveva ribaltato il fronte di 90 metri” è stata la prima osservazione di un flemmatico McKenzie. “e che ci è invece costato 7 punti…Teoricamente avremmo avuto una rimessa a nostro favore a 5 metri dalla meta inglese. Difficile dire che cose del genere non abbiamo un ricaduta sulle sorti della partita. Ma tutto sommato penso che si tratti dei…capricci (vagaries) di questo gioco”. Stesso atteggiamento distaccato sulla presunta (mica tanto) ostruzione del tallonatore  Dylan Hartley ai danni di Stephen Moore che ha consentito a Owen Farrell l’accelerazione vincente in occasione della seconda meta. Un blocco cieco, sia detto a uso e consumo dei lettori che masticano un po’di basket, che è considerato illegale anche nella pallacanestro. Questa la risposta di McKenzie: “Possiamo discutere all’infinito di situazioni come questa e di altre a essa simili fino all’esaurimento (letteralmente: fino a diventare blu in faccia) ma il risultato non cambierebbe. Oltretutto sulla seconda meta il TMO ha potuto decidere senza la pressione del momento. Perciò...”. Una lezione di equilibrio, saggezza e stile a pochi minuti dalla sconfitta che ha negato ai Wallabies ogni prospettiva di grande Slam europeo. Quanto gli sarà costata?Giorgio Sbrocco

03
novembre


Australia – Per il ct McKenzie il bicchiere è mezzo pieno. By Giorgio Sbrocco

Il ct dell’Australia Ewen McKenzie dopo la sconfitta di Twickenham vede il bicchiere mezzo pieno, ritiene che i suoi debbano migliorare nella gestione dei momenti critici e aggiunge: “Nonostante qualcuno parli di passo indietro io ritengo che la squadra sia stata competitiva e che avrebbe potuto vincere o pareggiare”.  In generale: “Non siamo particolarmente indietro rispetto all’Inghilterra, ci servono 80’ di massima concentrazione da parte di 23 giocatori. Nel secondo tempo abbiamo avuto un paio di momenti negativi che hanno deciso la partita”. Sulla prestazione di  James Horwill che ha perso i gradi di capitano: “La sua è stata un’ottima partita, ha vinto una mezza dozzina di rimesse laterali ed è sempre stato nel cuore dell’azione”. Il discusso Quade Cooper (nominato vice capitano), rigoroso in regia e autore del passaggio a Folau da cui è nata la meta australiana ma “colpevole” di due errori dalla piazzola nel secondo tempo: “Stavamo inseguendo con un occhio al tabellone segnapunti, cosa che non avremmo dovuto fare”. E infine la difesa, tallone d’Achille del recente Championship: “Abbiamo placcato bene contro i loro portatori di palla che conoscevamo poco”.Giorgio Sbrocco

01
novembre


Inghilterra – Tomkins al debutto con i Wallabies. By Giorgio Sbrocco

Dicesi: abbondanza. L’Inghilterra messa in campo da Stuart Lancaster  nel super test match contro l’Australia di domani a Twickenham (ore 15 diretta Sky) è la fedele rappresentazione di  un movimento di base che produce talenti a ciclo continuo. E che quando proprio non li produce di suo…li importa. Secondo orma e regole comunic a tutto il pianeta ovale. Stavolta il proscenio è per il centro Joel Tomkins al debutto assoluto ma al suo fianco Billy Vunipola e Marland Yarde in campo dal primo minuto dicono a quanto ammonti la (smisurata) ricchezza del rugby inglese. Beati loro! Inghilterra15 Mike Brown, 14 Chris Ashton, 13 Joel Tomkins, 12 Billy Twelvetrees, 11 Marland Yarde, 10 Owen Farrell, 9 Lee Dickson, 8 Billy Vunipola, 7 Chris Robshaw (c), 6 Tom Wood, 5 Courtney Lawes, 4 Joe Launchbury, 3 Dan Cole, 2 Tom Youngs, 1 Mako VunipolaIn panchina: 16 Dylan Hartley, 17 Joe Marler, 18 David Wilson, 19 Dave Attwood, 20 Ben Morgan, 21 Ben Youngs, 22 Toby Flood, 23 Ben FodenGiorgio Sbrocco

30
ottobre


Australia - Stirling Mortlock sprona il ct McKenzie: “Occorre lavorare sulle combinazioni 10-12-13”. By Giorgio Sbrocco

Alla viglia dell’apertura ufficiale del Tour dell’Australia in Europa (sabato a Twickenham contro l’Inghilterra) l’ex capitano dei Wallabies Stirling Mortlock fa sapere come la pensa circa il gioco della line arretrata della sua Nazionale con particolare riferimento ai centri. È tempo, fa sapere l’ex stella dei Brumbies, che il ct Ewen McKenzie cominci a lavorare alle combinazioni tattiche in vista dei mondiale 2015. Il modello da seguire, suggerisce, è quello degli All Blacks che grazie alla presenza spesso in coppia di Ma’a Nonu e Conrad Smith hanno dato consistenza e sicurezza al gioco oltre il mediano di apertura. Nello specifico: “Sono anni che l’Australia non dispone di combinazioni vincenti che coinvolgano il n. 10, il 12 e il 13”. Quanto a Kuridrani: “Si tratta di un giocatore dal grande futuro e che al debutto con la Nuova Zelanda ha fatto vedere quanto vale. Ora ha bisogno di giocare per migliorarsi”. Quanto ai Test con le squadre britanniche: “Penso che l’Australia abbia la possibilità di portare a casa il grande Slam. Per il nuovo allenatore sarebbe la perfetta opportunità per dare risalto al lavoro svolto e per motivare i ragazzi in vista del Mondiale”. Giorgio Sbrocco

30
ottobre


Italia – Brunel scioglie la riserva: ecco i 30 per l’Australia. By Giorgio Sbrocco

ITALIAPiloniMatias AGUERO (Zebre Rugby, 19 caps)Martin CASTROGIOVANNI (Toulon RC, 98 caps)Lorenzo CITTADINI (Benetton Treviso, 24 caps)Michele RIZZO (Benetton Treviso, 8 caps)TallonatoriLeonardo GHIRALDINI (Benetton Treviso, 56 caps)Davide GIAZZON (Zebre Rugby, 12 caps)Seconde lineeValerio BERNABO’ (Benetton Treviso, 21 caps)Marco BORTOLAMI (Zebre Rugby, 97 caps)Joshua FURNO (Biarritz Olympique, 10 caps)Quintin GELDENHUYS (Zebre Rugby, 38 caps)Antonio PAVANELLO (Benetton Treviso, 21 caps)Flanker/n.8Robert BARBIERI (Benetton Treviso, 30 caps)Mauro BERGAMASCO (Zebre Rugby, 94 caps)Sergio PARISSE (Stade Francais, 98 caps) - capitanoRatu Manoa Seru VOSAWAI (Benetton Treviso, 12 caps)Alessandro ZANNI (Benetton Treviso, 77 caps)Mediani di mischiaTobias BOTES (Benetton Treviso, 16 caps)Edoardo GORI (Benetton Treviso, 26 caps)* Mediani d’aperturaTommaso ALLAN (USAP Perpignan, esordiente)Alberto DI BERNARDO (Benetton Treviso, 3 caps)Luciano ORQUERA (Zebre Rugby, 35 caps)CentriMichele CAMPAGNARO (Benetton Treviso, esordiente)*Gonzalo CANALE (Stade Rochelais, 84 caps)Luca MORISI (Benetton Treviso, 4 caps)*Alberto SGARBI (Benetton Treviso, 26 caps) Ali/EstremiTommaso BENVENUTI (USAP Perpignan, 28 caps)*Tommaso IANNONE (Zebre Rugby, 3 caps)*Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 49 caps)Leonardo SARTO (Zebre Rugby, 1 cap)*Giovambattista VENDITTI (Zebre Rugby, 17 caps)**Accademia FirGiorgio Sbrocco  

30
ottobre


Inghilterra – I 23 che sabato sfideranno l’Australia. By Giorgio Sbrocco

Tutto pronto a Twickenham per il test match fra Inghilterra e Australia (diretta SkySport3  alle 15.30) che apre il novembre europeo delle potenze dell’emisfero sud. Il ct Sturart Lancaster ha ufficializzato i 23 che andranno in campo e in panchina. I non compresi nella lista faranno ritorno ai club per la disputa della giornata di Premiership in programma nel week end INGHILTERRA Avanti  David Attwood (Bath Rugby)Dan Cole (Leicester Tigers)Dylan Hartley (Northampton Saints)Joe Launchbury (London Wasps)Courtney Lawes (Northampton Saints)Joe Marler (Harlequins)Ben Morgan (Gloucester Rugby)Chris Robshaw (Harlequins)Billy Vunipola (Saracens)Mako Vunipola (Saracens)David Wilson (Bath Rugby)Tom Wood (Northampton Saints)Tom Youngs (Leicester Tigers) Linea arretrataChris Ashton (Saracens)Mike Brown (Harlequins)Lee Dickson (Northampton Saints)Owen Farrell (Saracens)Toby Flood (Leicester Tigers)Ben Foden (Northampton Saints)Joel Tomkins (Saracens)Billy Twelvetrees (Gloucester Rugby)Marland Yarde (London Irish)Ben Youngs (Leicester Tigers)Giorgio Sbrocco

Rugby Ball