03
settembre


Championship Four Nations – Rientra Lobbe, fuori Contepomi nei Pumas anti AB. By Giorgio Sbrocco

Fuori Senatore per squalifica e  Contepomi, Amorosino, Galarza in panchina nell’Argentina che il ct Phelan ha allestito per la ripresa del Championship contro la Nuova Zelanda. Fra le novità nel XV di partenza: il capitano Fernandez Lobbe, Carizza, Hernandeze e Fernandez.Argentina15 Juan Martin Hernandez, 14 Gonzalo Camacho, 13 Marcelo Bosch, 12 Santiago Fernandez, 11 Horacio Agulla, 10 Nicolas Sanchez, 9 Martin Landajo, 8 Juan Manuel Leguizamon, 7 Pablo Matera, 6 Juan Martin Fernandez Lobbe, 5 Julio Farias Cabello, 4 Manuel Carizza, 3 Juan Figallo, 2 Eusebio Guiazu, 1 Marcos Ayerza.In panchina: 16 Agustin Creevy, 17 Nahuel Lobo, 18 Juan Pablo Orlandi, 19 Mariano Galarza, 20 Benjamin Macome, 21 Tomas Cubelli, 22 Felipe Contepomi, 23 Lucas Gonzalez Amorosino.Giorgio Sbrocco

30
agosto


Championship Four Nations – Senatore (Pumas) riconosciuto colpevole. Nove settimane fuori. By Giorgio Sbrocco

 Nove settimane di sospensione per la terza linea dei Pumas Leonardo Senatore, che la speciale commissione disciplinare del Sanzar ha ritenuto colpevole di comportamento (reg. 10.4) antisportivo nel corso della sfida di Mendoza fra Argentina e Sud Africa valida per il secondo turno di Championship. Secondo la ricostruzione dei giudici il giocatore argentino ha morso (61’) la seconda linea Springboks Etzebeth. Nell’occasione fu lo stesso arbitro Steve Walsh a interrogare il TMO circa una probabile azione illegale dello stesso Senatore. Ma l’arbitro addetto alla moviola non rilevò immediata evidenza di alcuna infrazione. Evidenza che la commissione invece rilevato e  pesantemente sanzionato.Giorgio Sbrocco

29
agosto


Argentina – Assolto Matera. Non ci fu eye gouging a Mendoza. By Giorgio Sbrocco

Assolto Pablo Matera. Non infilò volontariamente le dita nell’occhio di Francis Louw nel corso (45’) di Argentina – Sud Africa a Mendoza valida epr il secondo turno del Four Nations. Così ha deciso la commissione disciplinare del Championship che ha sentito il giocatore argentino in video conferenza e, successivamente, analizzato le immagini. Se ci fu contatto non fu volontario. Perciò: assoluzione piena. Giorgio Sbrocco

25
agosto


Argentina – Senatore e Matera deferiti per antigioco. By Giorgio Sbrocco

Due Pumas, le terze linee Senatore e Matera (entrambi fra i migliori in campo sabato a Mendoza), sono stati citati davanti ala commissione di disciplina (data dell’udienza non ancora cominciata) con l’accusa di gravi scorrettezze commesse nel corso del match contro gli Springboks valido per il secondo turno del Championship Four Nations. Per Senatore l’imputazione riguarda un presunto morso ai danni della seconda linea Eben Etzebeth, mentre per Matera  l’accusa è di “eye gouging”, il famigerato gesto di infilare volontariamente le dita nell’occhio dell’avversario che è considerato (a ragione) uno dei più gravi fra quelli contemplati dal regolamento di alla voce “antigioco”. Se riconosciuti colpevoli i due giocatori rischiano una lunga squalifica. Per informazioni: chiedere a Mauro Bergamasco che nel 2008 venne sospeso per 13 settimane in quanto ritenuto colpevole proprio di un “eye gouging” ai danni dell’estremo Lee Byrne nel corso di Galles-Italia (47-8) del Sei Nazioni. Per quanto riguarda il morso, per trovare un precedente in casa nostra bisogna risalire al  1976, quando il tallonatore del Brescia (e della nazionale), il frascatano Paoletti fu accusato di aver staccato coi denti un pezzo del padiglione auricolare del pilone (romano) di Reggio Calabria Monacelli. Allora, per una stortura procedurale che ha (per fortuna) pochi eguali nel mondo dei paesi civili e democratici, Paoletti (che poi divenne arbitro div serie A) fu arrestato e imprigionato per qualche giorno a Reggio Calabria su ordine della locale procura della repubblica.Giorgio Sbrocco

25
agosto


Championship Four Nations – I numeri della sfida di Mendoza. By Giorgio Sbrocco

Argentina superiore per mete segnate, metri percorsi, palloni portati, superamento della LV e numero di offloads. Sud Africa perfetto nelle fasi statiche e decisamente più disciplinata. Questo dicono i numeri della partita di Mendoza, non a caso vinta dagli Springboks che, non  a caso, hanno mandato fra i pali 5 dei 12 calci a favore loro assegnati da Steve Walsh.ARGENTINA – SUD AFRICAMete segnate 2 – 1Metri percorsi palla in mano 306 – 257Palloni portati avanti 98 – 70Difesa battuta 17 – 10Superamento LV 5 – 3Offloads 13 – 4Turnover concessi 12 – 18Rimesse laterali vinte su proprio lancio 90% (9/10) – 9/9 (100%)Mischie vinte su propria introduzione 66% (6/9) – 100% (9/9)Placcaggi effettuati 79 – 98Placcaggi mancati 10 – 17Palloni recuperati su PI 8 – 9Cp concessi 12 – 7Giorgio Sbrocco

24
agosto


Super Rugby – I calci di Monrné Steyn guidano il Sud Africa alla vittoria. By Giorgio Sbrocco

Argentina – Sud Africa  17-22 (pt 17 – 13)Marcatori: 2’ m. Leguizamon tr. Contepomi, 8’ cp M. Steyn, 11’ cp Contepomi, 14’ m. Bassons tr. M. Steyn, 38’ m. Bosh tr. Contepomi, 40’ , 45’, 72’, 80’ cp M. SteynIL FILM DELA PARTITA45’ fallo a terra dell’Argentina (sostegno in…tuffo) e Steve Walsh che chiede notizie al TMO di un fallo  su Louw (dita negli occhi). Nessun provvedimento aggiuntivo. Morné Steyn trasforma il “calcio di rigore” davanti ai pali e porta i suoi a -149’ esce Contepomi sostituito da Santiago Fernandez55’ Fantastica difesa avanzante dell’Argentina che costringe Etzebeth al fallo a terra62’ Bosh prova un calcio dal oltre metà campo. A lato di poco71’ fuori gioco Argentina(millimetrico!) davanti ai 22. Morne Steyn non perdona. Springboks avanti di 279’ Morné Steyn calcia in rimessa laterale a cinque metri. Presa a due mani e drive di mantenimento. Fallo dell’Argentina e stavolta il SA chiede i pali. Dalla linea dei 15 con i 22 a destra della porta a H l’apertura  non sbaglia e firma il definitivo + 5.Migliori n campo: Bosh, Senatore e Leguizamon per l’Argentina; Louw, Morné Steyn, Pienaar, Etzebeth per il Sud Africa. L’Argentina ha dato tutto e ha sfiorato la storica prima vittoria. Se vuole davvero creare problemi alla NZ il Sud Africa deve alzare di molto il livello dell’azione offensiva e la qualità della conquista nelle fasi statiche. In classifica: NZ, SA 9, Argentina 1, Australia 0 Giorgio Sbrocco

24
agosto


Super Rugby – Non è l’Argentina di Soweto! Pumas avanti di 4 al riposo. By Giorgio Sbrocco

Argentina – Sud Africa 17 - 13Marcatori: 2’ m. Leguizamon tr. Contepomi, 8’ cp M. Steyn, 11’ cp Contepomi, 14’ m. Bassons tr. M. Steyn, 38’ m. Bosh tr. Contepomi, 40’ cp M. Steyn Non c’è l’atteso tutto esaurito sulle gradinate dello stadio Malvinas Argentinas di Mendoza. I 70 e passa punti si Soweto hanno molto raffreddato gli entusiasmi dei tifosi. IL FILM DELLA PARTITA2’ Rimessa laterale ridotta dell’Argentina a 5 metri. Presa a due mani e palla dalla chiusa per Leguizamon che travolge Bassons e schiaccia. Dentro la conversione di Contepomi ed è 7-07’ Prima mischia. Introduce l’Argentina ma subisce la spinta e Walsh concede il turnover. Sulla ripetizione a introduzione Springboks i Pumas perdono assetto e commettono fallo. Morné Steyn da meno di 30 metri a destra dei pali no sbaglia e accorcia le distanze. SA a – 311’ Contepomi prova da 40 metri (fuori gioco su calcio nel box del SA)e non sbaglia. Argentina +714’ Dopo una lunga difesa argentina nei pressi della meta, Contepomi recupera palla ma viene placcato mentre tenta il calcio di spostamento. Palla al largo e Bassons segna in netto soprannumero. Dentro la conversione di Monré Steyn ed è 10 pari16’ Il Tmo annulla la meta di Kurger per precedente in avanti del Sud Africa su ricezione del calcio d’invio23’ Morné Steyn cerca e trova una rimessa a 5 metri su cp per fallo a terra dei Pumas. Presa a due mani, tentativo di drive e Pumas che reagiscono, distruggono il raggruppamento e conquistano un calcio a favore34’ Fuori gioco di Louw sul lato di un raggruppamento. Contepomi sbaglia da 45 metri da posizione centrale38’ Travolgente Argentina! Lungo possesso avanzante dentro i  22 che porta Bosh a sfondare su Engelbrecht e a schiacciare per la meta del vantaggio sulla sinistra dei pali. Due punti di Contepomi portano i Pumas avanti di 740’ Morne Steyn infallibile da quasi metà campo. Sud Africa al riposo sotto di 4Giorgio Sbrocco

23
agosto


Super Rugby – Pichot: “L’Argentina ha assoluto bisogno di entrare nel Super Rugby”. By Giorgio Sbrocco

Scende in campo Augustin Pichot, indimenticato n.9 dei Pumas, attualmente consigliere Uar , per perorare la causa dell’ammissione del rugby argentino nel Super Rugby dalle colonne di rugbyweek.com. Pur riconoscendo le difficoltà legate a un eventuale ingresso di una franchigia argentina nel Super campionato australe, dal momento che la gran parte dei giocatori di alti livello giocano in Europa, Pichot disegna uno scenario a suo modo di vedere possibile. “È fondamentale entrare in una competizione internazionale. Anche se partecipare non significa essere automaticamente competitivi. Al  momento ciò che più ci manca è una franchigia”. Quanto al Championship: “Quello che è accaduto la scorsa settimana a Soweto non deve più accadere. Non si possono concedere 70 punti di scarto al Sud Africa. Non è realistico. Come poco realistico fu il pareggio dell’anno scorso  (16-16) a Mendoza. Credo che la vera differenza, al momento, sia fra i 20 e i 30 punti”. Quanto all'ipotesi di un allargamento del Super Rugby a 18 squadre: “Trovo possibile la soluzione a due gironi, con Argentina e Sud Africa in uno e NZ e Australia nell’altro. Se le tre Nazioni attuali più l’Argentina insieme non dovessero arrivare a 18 franchigie, perché non cercare qualche partecipante altrove? Difficile pensare a Giappone o Usa, ma qualcosa nel Sud Pacifico si potrebbe trovare, anche se la gran parte dei giocatori di alto profilo gioca in Nuova Zelanda e in Australia. Noi siamo disponibili ad accettare qualsiasi format il Sanzar decida di mettere in campo. Siam pronti a tutto. Una coda è certa: senza franchigia argentina la nostra Nazionale è condannata a disputare solo sei partite di alti livello a stagione. E i giocatori fuori dal giro dei Pumas nemmeno quelle. Finché non ci sarà questa franchigia i nostri migliori giocatori continueranno a emigrare presso grandi realtà come Tolone, Saracens e Leinster. La Vodacome cup non basta. L’anno prossimo parteciperemo alla Pacific Nations cup, è vero. Ma ciò di cui abbiamo bisogno è il Super Rugby. Non è un gioco da ragazzi!”.Al momento sia Nuova Zelanda sia Australia non hanno alcuna intenzione di aumentare il numero delle loro franchigie. Solo il Sud Africa sembra disposto a farlo, visto che di fatto ne ha 6. Certo che se l’Argentina di franchigie ne allestisse due…Arrivare a 18 non sarebbe tanto difficile.Giorgio Sbrocco

22
agosto


Championship Four Nations – Phelan annuncia la formazione dei Pumas per la sfida di Mendoza. By Giorgio Sbrocco

Il ct Santiago Phelan ha annunciato la formazione dell'Argentina che sabato affronterà a Mendoza il Sud Africa nella seconda giornata del Championship Four Nations. Cinque i cambi operati rispetto alla formazione della tremenda sconfitta di Soweto: Amorosino sostituisce Juan Martin Hernandez, infortunato, Agulla gioca al posto di Imhoff (che partirà dalla panchina)  Cabello e Galarza rilevano Patricio Albacete e Manuel Carizza e Ayera parte titiolare a sinistra della prima linea.Argentina: 1-Ayerza, 2-Guiñazu, 3-Figallo, 4-Farías Cabello, 5-Galarza, 6-Matera, 7-Leguizamon, 8-Senatore, 9-Landajo, 10-Sánchez, 11-Agulla 12-Contepomi (cap), 13-Bosch, 14-Camacho, 15-Gonzalez Amorosino. In panchina: 16-Creevy, 17-Lobo, 18-Diaz, 19-Lavaninni, 20-Macome, 21-Cubelli, 22-Fernández, 23-ImhoffGiorgio Sbrocco

20
agosto


Championship Four Nations – I 26 Springbocks per Mendoza. By Giorgio Sbrocco

 Due nomi nuovi nei 26 convocati (15 avanti) del Sud Africa in vista della gara di ritorno con l’Argentina i programma sabato a Mendoza. Dentro Lourens Adriaanse al posto del pilone Trevor Nyakane  messo fuori rosa per non specificate questioni disciplinari e Piet van Zyl (debutto in giugno contro la Scozia) per il mediano di mischia Fourie du Preez che, come anticipato, non parteciperà alle trasferte della squadra. Fuori anche il tallonatore Chiliboy Ralepelle infortunato, In lista anche il flanker Marcell Coetzee e il mediano di mischia Jano Vermaak.SUD AFRICAAvanti: Lourens Adriaanse, Willem Alberts, Marcell Coetzee, Bismarck du Plessis, Jannie du Plessis, Eben Etzebeth, Siya Kolisi, Juandré Kruger, Francois Louw, Tendai Mtawarira, Coenie Oosthuizen, Gurthrö Steenkamp, Adriaan Strauss, Flip van der Merwe, Duane Vermeulen.Linea arretrata: Bjorn Basson, Jean de Villiers (captain), JJ Engelbrecht, Bryan Habana, Patrick Lambie, Willie le Roux, Ruan Pienaar, Jan Serfontein, Morné Steyn, Piet van Zyl, Jano Vermaak.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball