17
ottobre


Amlin cup – Direzione tutta italiana per il big match del Kingsholm. By Giorgio Sbrocco

Sarà il fischietto italiano Marius MItrea (sezione CNAr di Treviso) a dirigere domani il bug match del secondo turno di Amiln cup fra Gloucester e Bordeaux in programma al Kingsholm stadium. Italiani anche il Tmo dell’incontro che sarà il padovano Alan Falzone e i giudici di linea designati: Carlo Damasco e Claudio Blessano.Giorgio Sbrocco

16
ottobre


Amiln Cup – I pronostici di Giacomo Mazzocchi. By Giorgio Sbrocco

Giacomo Mazzocchi, firma storica del rugby nazionale, a giorni nelle librerie con il suo “Gli eroi siamo noi” (ed. Minerva) si cimenta nei pronostici della seconda giornata di Amlin cup. Vittoria di Calvisano  in Romania e dello Stade di Sergio Parisse nel derby francese con Grenoble. fra le sue più interessanti previsioni.Amiln Cup II giornataGloucester – Bordeaux: vince BordeauxAgen – Bath: vince BathBucarest (Rom)– Calvisano: vince CalvisanoCavalier Prato – London  Welsh: vince London WelshLondon Irish – Mont de Marsan: vince London IrishWorcester – Rovigo: vince WorcesterPerpignano – Guernika (Esp): vince PerpignanoNewport – Bayonne: vince NewportSt. Francais – Grenoble: vince Stade FrancaisMogliano – Wasps: vince Wasps Giorgio Sbrocco

16
ottobre


Amlin Cup – Le sconfitte figlie di un'inferiorità oggettiva. Perciò il doppio bonus di Calvisano merita applausi!. By Giorgio Sbrocco

Ci risiamo! Nella patria del “nulla è come sembra” , cioè in casa nostra, a tenere banco (tanto per cambiare) sono le bastonate che tre delle quattro formazioni italiane  in lizza (Rovigo, Prato e Mogliano) hanno rimediato nella giornata inaugurale della fase di qualificazione della Amlin cup. Niente di nuovo sotto il sole, occorrerebbe dire. Meglio: cosa rende eccezionali o inattese le sconfitte di Rovigo con Perpignano (79-12), di Mogliano a Bayonne (71-7) e di Prato a Grenoble (59-3)? Nulla, a ben vedere. Perché fra le sue tante peculiarità il rugby ne ha (o ne dovrebbe avere) una in grado di evitare la solita penosa ricerca delle cause scatenanti di un fenomeno (l'inferiorità delle nostre squadre rispetto a francesi e britanniche) che di dotte e approfondite analisi non ha/avrebbe alcun bisogno. Perché, parliamoci chiaro: ma su che presupposti potrebbe mai poggiare un ragionamento sensato in base al quale le nostro formazioni di Eccellenza dovrebbero risultare competitive con formazioni del Top14? E perciò, tanto per banalizzare: giocarsela con Perpignano, Bayonne e compagnia? O con le loro riserve? Come si fa a sostenere che “c'è qualcosa che non va nell'approccio organizzativo alla Amlin Cup delle nostre squadre di club” senza aggiungere che “la cosa che non va e che non quadra, la persona fuori posto nella foto, l'imbucato alla festa è, purtroppo, proprio il nostro rugby di club. Quello che ci ostiniamo a definire di Eccellenza ma eccellente non è. Quello che disputa una Coppa europea decisamente fuori della sua portata per contenuti tecnici e qualità complessiva del gioco espresso. Una Coppa che però conferisce (almeno formalmente) dignità e rango a un campionato nazionale che, privato dei (pochissimi) talenti, traslocati in massa in Pro 12 con Zebre (pochini) e Benetton (il grosso), rischierebbe di apparire poco più di un torneo amatoriale se privato della sua fin europea. Con annesso sostanzioso (e per alcuni: salvifico) assegno di partecipazione. Piuttosto che interrogarsi ciclicamente sul “perché ne prendiamo tante contro quelli veri”, sarebbe invece il caso di applaudire il Cammi Calvisano di Andrea Cavinato che si è battuto fino in fondo contro Agen, uscendo dal campo sconfitto di misura (36-31) ma con i tasca (in classifica) due punti di bonus: uno per il distacco sotto il minimo, l'altro per le quattro mete segnate. Bravi. Tanto per gradire e per non smentirsi, i primi commenti on line sui siti francesi hanno parlato di “Agen in formazione ampiamente rimaneggiata”. Così, tantp perché non si pensi male del loro rugby! Anche epr questo: grazie Calvisano! E sabato a Bucarest provate a vincere! Giorgio Sbrocco

16
ottobre


Amlin cup – C'è anche l'ex petrarchino Koyamaibole fra i cattivi del primo turno. L'accusa è: morso a un avversario. By Giorgio Sbrocco

A Padova i tifosi del Petrarca ne serbano un ricordo indelebile. Quello di un giocatore tecnicamente e fisicamente fortissimo ma, sopra ogni cosa:generoso, leale e corretto. Chissà cosa penseranno nel venir a sapere che l'ex numero 8 della formazione bianconera, ora in Francia nel Bordeaux, è fra i giocatori citati davanti alla commissione di disciplina della Amlin cup per fatti avvenuti nel corso del primo turno della competizione continentale. Sisa Koyamaibole, per tutti Sisa per ovvie ragioni di pronuncia, quello che quando segnava una meta si faceva il segno della croce e salutava “qualcuno lassù in cielo”, comparirà infatti davanti ai giudici del torneo con in capo un'accusa di una gravità inaudita: aver morso Declan Danaher dei London Irish nel corso della partita di sabato”. Se riconosciuto colpevole rischia di dover chiudere anzitempo la stagione sportiva. E forse anche la carriera.Giorgio Sbrocco

15
ottobre


Amlin cup – Calvisano salva l’onore del rugby italiano. Francesi pronte a replicare il dominio del 2012? By Giorgio Sbrocco

Squadre francesi sugli scudi nella prima giornata di Amlin cup che ha visto 5 delle 7 formazioni transalpine vincere la gara di apertura con il bonus offensivo. Uniche sconfitte sono state Mont de Marsan (in casa con Gloucester) e Bordeaux (in casa con i London Irish). Per il resto: vendemmiate e parziali ai limiti dell’umiliazione. Come quelli imposti a: Rovigo, Prato, Mogliano, London Welsh, Bucarest e Guernica. Unica eccezione: il Calvisano. Sconfitto di cinque punti al San Michele e capace di andare in doppio bonus contro Agen. Per il resto: 5 vittorie e una sconfitta (London Welsh in casa con lo Stade di Parisse) per le squadre inglesi. Si profila una replica dell’edizione 2012 che portò in semifinale quattro squadre del Top14? Risultati I giornataMont de Marsan – Gloucester 6-11Grenoble – Prato 59-3Bayonne – Mogliano 71-7Rovigo – Perpignano 12-79Bucarest – Bath 17-40L.Welsh – Stade Fr. 19-68Guernica – Worcester 5-85Calvisano – Agen 31-36Wasps – Newport 38-25Bordeaux-L.Irish16-43Giorgio Sbrocco    

12
ottobre


Amlin Cup – Settanta punti di Bayonne alla matricola Mogliano. Di Barbini la meta della bandiera. By Giorgio Sbrocco

Bayonne – Mogliano 71 - 7 (pt 35 -0)Marcatori: 2’ m. Manukula tr. Boyet, 10’ m. O’Connor tr. Boyet, 13’ m. Bernard tr. Boyet, 25’ m. Gerber tr. Boyet, 32’ mnt Boutaty, 49’ m. Barbini tr. Padovani, 53’ m. Carrillo tr. Ugalde, 62’ mnt O’Connor, 68’ m. Lacroix tr. Ugalde, 73’ mnt Rokocoko, 80’ m. Ugalde tr. UgaldeGialli: 3’ Guarducci (M) Tariffa d’altri tempi per il malcapitato Mogliano nel debutto europeo  sul campo dei baschi di Bayonen. Partenza shock per i trevigiani, sotto di tre mete al 13’ e con un uomo in meno (Guarducci) dal 3’.  Cinque mete dei francesi nel primo tempo e quattro (contro l’unica di Mogliano firmata da Barbini al 49’) nella ripresa. Giorgio Sbrocco

12
ottobre


Amlin Cup – Della Rossa n.10 a Grenoble nel debutto dei Cavalieri in coppa. By Giorgio Sbrocco

Berryman estremo e Majstorovic centro accanto a McCann nel Prato che apre la sua stagione di Amlin Cup a Grenoble (18.30) contro il XV neo promosso in Topo 14.  Apertura giocherà il friulano Della Rossa, mentre il folletto Ngwaini partirà all’ala. I francesi schierano Nicolas Laharrague numero 10.Queste le formazioni annunciate Grenoble:15 Joaquim Tuculet, 14 Matthieu Nicolas, 13 Rudolf Coetzee, 12 Aloisio Butonidualevu, 11 Florian Ninard, 10 Nicolas Laharrague, 9 Clement Darbo, 8 Flavein Nouhaillaguet, 7 Fabien Alexandre, 6 Florent Fourcade, 5 Andrew Farley, 4 Thibault Rey, 3 Karim Kouider, 2 Vincent Campo, 1 Romain David,In panchina: 16 Anthony Hegarty, 17 Gregory Fabro, 18 Albertus Buckle, 19 Alexandre Pollard, 20 Ronald Cooke, 21 Viliame Waqaseduadua, 22 Jonathan Pelissie, 23 Florian FaureCavalieri Prato15 Dion Berryman, 14 Filippo Vezzosi, 13 Denis Majstorovic, 12 Ross Mccann, 11 Billy Ngwaini, 10 Riccardo Della Rossa, 9 Pino Patelli, 8 Marco Pelizzari, 7 Diego Delnevo, 6 Alberto Saccardo, 5 Rome Nifo Tautua, 4 Agustin Cavalieri, 3 Cosma Garfagnoli, 2 Lorenzo Giovanchelli, 1 Nicolas De GregoriIn panchina:16 Alessandro Borsi, 17 Andrea Lupetti, 18 Alessandro Boscolo, 19 Giacomo Bernini, 20 Marco Frati, 21 Simone Ragusi, 22 Michele Sepe, 23 Andrea Pozzi Giorgio Sbrocco

12
ottobre


Amlin Cup – Gloucester vince di misura la battaglia (!) di Mont de Marsan. By Giorgio Sbrocco

Battaglie senza esclusione di colpi (in tutti i sensi, purtroppo) nel match che ha aperto ufficialmente la stagione 2013 di Amiln Challenge cup fra  Mont de Marsan (neopromossa ma combattiva cenerentola del Top 14) e gli inglesi di Gloucester (D’Apice in campo nel finale), conclusasi 11-6 per gli ospiti .  A pesare in maniera determinante sullo score finale è stata la meta di dell’ala Clark alla mezz’ora del primo tempo (segnata in superiorità numerica per il giallo a Scott Murray). Da segnalare che al 55’ il Gloucester è rimato in 13 uomini per la doppia espulsione di Matt Cox (giallo) e Andy Hazell (rosso diretto). In totale: tre gialli e un rosso. Se questo è (solo) l’inizio… Amlin Cup – Girone 1Mont de Marsan – Gloucester 6 - 11  Giorgio Sbrocco  

11
ottobre


Amiln cup – Si apre stasera a Mont de Marsan l'edizione 2013. By Giorgio Sbrocco

Saranno Mont de Marsan (ultimo in classifica del Top 14) e Gloucester (quinto nel campionato inglese) a tenere a battesimo stasera l'edizione 2013 della Amlin Challenge Cup (detentore: Tolone e l'anno passato quattro francesi in semifinale). In panchina con la squadra inglese ci sarà il tallonatore D'Apice. Tutte contro formazioni francesi le nostre quattro rapresentanti che scenderanno in campo a cominciare da domani   Amlin Challenge Cup – I giornataLe partite in programma Mont de Marsan - Gloucester Grenoble - I Cavalieri Prato Bayonne - Mogliano Rovigo - Perpignan Bucharest - Bath London Welsh - Stade Français Gernika - Worcester  Calvisano - Agen L.Wasps - Newport Dragons Bordeaux v L. Irish Amlin Challenge Cup - I gironiPool 1: Bordeaux, Gloucester, Mont de Marsan, London IrishPool 2: Bizkaia Gernika RT, Rovigo, Worcester Warriors, PerpignanPool 3: Bayonne, Mogliano, London Wasps, Newport DragonsPool 4: Agen, Bath, Calvisano, Bucharest WolvesPool 5: Grenoble, I Cavalieri Prato, London Welsh, Stade Français Giorgio Sbrocco

Rugby Ball