03
luglio


Aviva Premiership: Harlequins - è già record di abbonamenti venduti. Superata quota 7mila! By Giorgio Sbrocco

A due mesi dall'inizio della stagione regolare (il calendario è atteso per domani alle 14), i campioni d'Inghilterra degli Harlequins comunicano di aver superato la soglia dei 7000 abbonamenti venduti. Il record precedente (6900) risaliva alla passata stagione. Entuisiasta l'amministratore delegato del club David Ellis : “Debutteremo al Twickenham Stoop nel week end 7-9 settembre. Vogliamo cominciare la nostra difesa del titolo davanti a quanti più tifosi Harlequins sarà possibile. Aver superato il record di abbonamenti venduti già ai primi di luglio è una grande notizia. Soldi freschi che entrano per tempo nelle casse del club. La cosa ci incoraggia e ci sprona a fare ancora meglio da qui all'inizio del campionato”.Giorgio Sbrocco

03
luglio


Avivia Premiership: Gloucester si rinnova. Paul Moriarty specialista della difesa. By Giorgio Sbrocco

Procede spedita l'opera di (ri)costruzione del Gloucester. Ieri il director of Rugby Nigel Davies ha annunciato l'ingresso nello staff tecnico del club di Paul Moriarty come responsabile della difesa. Una settimana fa era stata la volta di  Mike Tindall,che ha sottoscritto un contratto “misto” da atleta e da allenatore della linea arretrata. Moriarty e Davies hanno lavorato insieme nel passato con gli Scarlets, ai tempi del successo nella stagione 2003/2004 dei gallesi in Celtic league. Entrambi hanno cominciato la carriera a Swansea prima di arrivare alla convocazione con la nazionale del Galles. Per Moriarty anche un passaggio nel Rugby XIII con  Halifax e Widnes, coronato dalla vittoria della World Cup 1989 e due partecipazioni(10995 e 2000) alla World cup con il Galles. Ultimamente è stato assistente di Alan Tait. Nello staff dei Newcastle Falcons. “Una delle ragioni della nostro insuccesso nell'ultima stagione di Premiership – ha spiegato Davies – è stata la mancanza di efficacia difensiva.La sua permanenza con i Falcons lo ha aiutato a conoscere ben le squadre di Premiership che dovremo affrontare quest'anno. Le sue competenze ci saranno di grande aiuto. Paul è un maestro di tecnica di placcaggio,  comportamento nell'area di impatto, linee di corsa  aspetti organizzativi legati a queste cruciali fasi di gioco”. Per completare lo staff, Davies è alla ricerca di uno specialista della mischia ordinata. “Il suo nome – ha assicurato Davies- verrà annunciato nelle prossime due settimane”.Giorgio Sbrocco

Premiership: Ken Moss compra i London Wasps e li salva dal fallimento. By Giorgio Sbrocco

Trovato un compratore per i London Wasps (che hanno conquistato il diritto di rimanere in Premiership vincendo l’ultima partita di regular season con Newcastle) e scongiurato lo spettro del fallimento e della conseguente scomparsa dall’alto livello del rugby inglese. In un comunicato diffuso in mattinata si riferisce che il club londinese, già proprietà di Steve Hayes: “…è felice di confermare che il contratto di vendita è stato definito e che il club è ora proprietà di un consorzio che ha a capo l’ex giocatore Ken Moss e che gli aspetti particolareggiati della transazione saranno definiti entro metà luglio”. Nella seconda parte della nota si parla di “attuale priorità del club”. Che sono: “completare i vari passaggi legati al cambio di proprietà e la definizione della futura struttura operativa del club”. Giorgio Sbrocco

Premiership: La prima volta degli Harlequins campioni d’Inghilterra. Davanti agli 82mila diTwickenham battute le Tigri. By Giorgio Sbrocco

Harlequins – Leicester Tigers 30-23 (pt 14-13) Marcatori: 3’ cp Evand, 10’ mnt Williams, 15’ cp Ford, 23’ cp Evans, 27’ cp Ford, 30’ m. MAfi tr. Ford, 38’ cp Evans, 44’, 48’ cp Evans, 58’ m. Robshaw tr. Evans, 66’ cp Evans, 68’ m. Allen tr. Ford, 71’ cp Ford Il titolo di campione d’Inghilterra 2012 si ferma nella capitale. E va a impreziosire la gloriosa bacheca degli Harlequins, titolari del club londinese sorto nel 1870 dalle ceneri del disciolto Hampstead Football Club (1866) che ha sede a un passo dal tempi ovale di Twickenham. Per la formazione multicolore di capitan Robshaw (in meta per il 27-13 che al 58’ aveva virtualmente chiuso la partita) si tratta della prima finale giocata e della prima finale vinta. Le Tigri di Leicester, sconfitte con onore (grandi nel riaprire la partita negli ultimi 12’), si confermano squadra di grande sostanza, abbonata alle finali (otto consecutive quelle disputate) ma non altrettanto produttiva (solo 3 le vittorie). La partita ha visto gli Harlequins controllare le operazioni nel corso del primo tempo, chiuso avanti di un solo punto a causa di un clamoroso errore in rimessa laterale che ha consentito la volata di Mafi e la meta del samoano dell’unico vantaggio Tigers (13-11 al 30’). In superiorità numerica dal 38’ (giallo a Waldrom) gli Harlequins hanno capitalizzato la situazione con un parziale di 9-0, che ha fatto da prologo alla meta del capitano (errore di Castro in posizione di guardia?) e al calcio (fallo in chiusa ancora di Castro) di Evans che ha scritto 30-13 sul tabellone. Quando tutto faceva presagire una facile vittoria dei “padroni di casa”, ecco che il mediano di mischia Youngs (fino ad allora poco incisivo e nettamente superato nel duello  fra numeri 9 dal collega di Nazionale Care), trova due guizzi da campione che mandano in meta Allen (68’) e generano il calci odi punizione del – 7 al 71’. Ultimi minuti di grande tensione, con le Tigri alla ricerca della meta per l’over time e gli Harlquins votati al controllo senza rischi. Finisce con Leicester  che apre da una mischia a 5 metri e con Hamilton che commette tenuto davanti ai pali. Il calcio in curva del neo entrato Twelvetree è il segnale che la festa dei tifosi dei Quins può cominciare. Mentre le Tigri escono a testa alta dal campo con il pensiero fisso della prossima finale che li attende. Fra un anno esatto, alla stessa ora. Forse. Migliori in campo: Evans, Care e Robshaw per i campioni; Chuter, Mafi e Youngs per Leicester. Giorgio Sbrocco

23
maggio


Finale Premiership – Per 14 scuole inglesi viaggio premio nel rugby dei grandi. By Giorgio Sbrocco

Ci saranno i ragazzi di 14 formazioni scolastiche (under 13) domenica a Twickenham in occasione della finale 2012 di Premiership fra Harlequins e Leicester Tigers. Tante sono infatti le scuole invitate dall'organizzazione (una per ogni città delle 12 formazioni partecipanti al campionato, più due di Norfolk), che avranno l'incredibile opportunità di esibirsi davanti a 82mila spettatori prima dell'inizio della partita che assegnerà il titolo di campione d'Inghilterra. L'iniziativa si  inquadra nel progetto  “Aviva Premiership Rugby Schools Programme” e darà modo ai ragazzi delle formazioni invitate, di dimostrare il livello degli apprendimenti e delle abilità acquisite nel corso dell'anno scolastico. “Questo ragazzi sono diventati tutti amanti del rugby – ha spiegato uno degli organizzatori – e anche se, probabilmente, uno solo di loro diventerà un giocatore di alto livello, l'obiettivo della nostra campagna promozionale può dirsi completamente raggiunto”. “All'inizio non pensavo che saremmo arrivati fino a Twickenham – confessa Sean Wright, insegnate di educazione fisica della North Wootton Community School  - ma da quando ci hanno prospettato un tale traguardo, abbiamo lavorato solo con questo importante obiettivo. Domenica scenderemo in campo con una squadra di 10 elementi, cinque maschi e cinque femmine”. La dimostrazione sul glorioso terreno di gioco londinese avverrà secondo le regole del “rugby senza contatto”. “Per la loro età questo è il modo migliore di avvicinarsi al gioco – afferma il professor Wright – in quanto consente di imparare le abilità di base, prima di immergersi nel gioco completo che si pratica nelle scuole superiori”. Giorgio Sbrocco

Premiership –Le tigri sbranano i Saraceni e volano per l’ottava volta consecutiva in finale. By Giorgio Sbrocco

Ottava finale consecutiva per le Tigri di Leicester (Castro in campo dal 60’, Nieto dal 62’ ma subito fuori per infortunio) che al Welford road superano 24- 15 (pt 13-12) i tradizionali rivali londinesi dei Saracens al termine di una gara decisa dalla meta del flanker tongano Steve Mafi al 50’ sugli esiti di un grande break di Ford sostenuto da un immenso Newby e dal piede del mediano di apertura del XV di casa capace di 14 punti personali. Di Alesana Tuilagi l’ altra meta delle Tigri al 21’. Fra due settimane a Twickenham la finale sarà quindi Harlequins – Leicester, che hanno rispettivamente chiuso la stagione regolare al primo e al secondo posto. Giorgio Sbrocco   Semifinali Premiership Harlequins – Northampton Saints 25 – 23 Leicenster Tigers – Saracens 24 - 15

Premiership – Quins in finale grazie alla meta del pilone Marler e alla trasformazione di Evans. Northampton da applausi. By Giorgio Sbrocco

Super Rugby al Twickenham Stoop. Grazie alla meta segnata dal pilone Marler al 76’ e alla susseguente conversione dell’apertura Evans, gli Harlequins (vincitori dela stagione regolare) si aggiudicano 25-233 la semifinale di Premiership contro Northampton e attendono il risultato di Leicester- Saracens di stasera per conoscere il loro avversario nella finale per il titolo 2012 in programma il 26 maggio. Partita molto combattuta, di grandi contenuti tecnici e in costante equilibrio. Northampton avanti 12-9 alla fine del primo tempo grazie a 4 centri del numero 10 Lamb (uno in inferiorità numerica per il giallo al n.8 Wilson al 30’) cui i Quins hanno opposto tre calci di Nick Evans. Al 66’ è la meta del mediano di mischia Dickson a portare i Saints avanti 23-15 e a illudere i tifosi di Northampton. La partita prosegue senza esclusione di colpi, finché, a quattro minuti dal termine, Marler schiaccia oltre la linea bianca e il solito (infallibile) Evans firma il sorpasso che vale la finale. Giorgio Sbrocco

08
maggio


Premiership – Le condizioni di Toby Flood e di Ben Youngs preoccupano le Trigri di Leicester che contano di schierare la loro mediana titolare nella semifinale di sabato con i Saracens. By Giorgio Sbrocco

Sono le condizioni fisiche del mediano di apertura Toby Flood e del suo collega di reparto, il numero 9 Ben Youngs, a turbare i sonni del director of rugby dei Leicester Tigers Richard Cockerill alla vigilia della semifinale di Premiership contro i Saracens. Young ha saltato l’ultima di campionato contro Bath per un problema muscolare, mentre Flood, in campo in quella circostanza, dovette uscire alla fine del primo tempo con una caviglia di disordine. Cockerill è però ottimista e confida, almeno pubblicamente, di avere entrambi I mediani in campo per la terza consecutiva rincorsa al titolo nazionale. “Ben avrebbe potuto giocare ma abbiamo deciso di concedergli un altro turno di riposo  per maggior sicurezza e per non rischiare” ha dichiarato il capo delle Tigri che, fra le altre cose, confida di recuperare in tempo utile altri due infortunati eccellenti: il flanker Julian Salvi e la seconda linea George Skivington. Il vincitore di Leicester – Saracens in calendario sabato a Welford Road, incontrerà la vincente di Harlequins – Northampton nella finalissima di Twickenham. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.

Premiership: Northampton non fa regali e Exeter paga dazio in casa Saracens. Sabato le due semifinali. By Giorgio Sbrocco

La vittoria di Northampton su Worcester e la contemporanea (peraltro ininfluente) sconfitta di Exeter in casa dei già qualificati Saracens ha completato (senza soprese) il tabellone play off della Premiership 2012. Sabato prossimo si disputeranno (partita unica) le semifinali: Harlequins – Northampton e Leicester – Saracrens. Questi i risultati dell’ultima giornata della regula season Leicester – Bath 28 - 3 L. Irish – Gloucester 52 - 18 L. Wasps – Newcastle 10 - 14 Northampton – Worcester 42 - 14 Sale – Harlequins 10 - 24 Saracens – Exeter 40 – 22 Giorgio Sbrocco

Premiership – I Falcons di Newcastle vincono in casa delle Vespe ma retrocedono. By Giorgio Sbrocco

London Wasps – Newcastle 10 – 14 (pt 10-0) Marcatori: 36’ cp Robinson, 39’ m Wade tr. Robinson, 55’ m. Fitzpatrick tr. Robinson, 77’ m. Stringer tr. Gopperth Grazie a una terza linea davvero verde e di qualità (19, 20, 21 anni) comandata da un fantastico Billy Vunipola (il più giovane dei tre!) e a un Wenzel (ex Treviso) vero padrone della rimessa laterale, i London Wasps limitano i danni all’Adams Park la partita della vita con i Falcons e salvano la loro travagliatissima stagione, condannando alla seconda divisione i Falcon di (un opaco) Peter Stringer. Primo tempo equilibrato con Newcastle che arriva tre volte in zona di attacco ma spreca (un piazzato in mezzo ai pali, una rimessa e una mischia a cinque) consentendo ai Waps di salvarsi. Negli ultimi due minuti del primo tempo un calcio da 40 metri di Robinson (due errori gravi per lui nel corso del match)e una meta di Wade, lanciato dal contrattacco dell’estremo Haughton davvero mal coperto dalla salita dei Falcons, fissano lo score su un 10-0 che virtualmente condanna Newcastle alla retrocessione. Nella ripresa, col samoano Taiasina Tuifua numero 8 (giallo al 70’ per placcaggio killer su Robinson)i Falcons si fanno più intraprendenti ma la qualità complessiva dell’azione non migliora un granché. Al 54’ i Wasps perdono il pilone Broster (professionale in ruck - giallo) e dalla mischia davanti ai pali segnano  col centro Fitzpatrick (e con il Tmo) e si portano sul 7-10. Ultimi minuti nel segno del disperato tentativo di Newcastle di violare la meta dei londinesi, più per l’onore che per la classifica. Al 73 (ancora!) il Tmo non concede la meta a Swinson sulla destra dei pali che avrebbe prodotto il sorpasso dei bianchi. Stesso copione al 77’ su Stringer che, sbucando dal mucchio, tocca astutamente il palo col pallone. Stavolta il Tmo di ce sì ed è 14-10 per Newcastle. Per il miracolo occorrerebbero altre due mete. Ma anche i miracoli hanno bisogno di tempo. E all’Adams Park, di tempo non ce n’è più. Stagione finita per Newcastle. Wasps salvi. E se troveranno qualcuno che rilevi il club e paghi i (tanti) debiti accumulate dalla passata gestione, allora sarà giusto e sensato  festeggiare. Giorgio Sbrocco

Rugby Ball