04
giugno


Italia – 32 Cdf, 9 Accademie territoriali e una nazionale. La Fir programma il futuro del rugby italiano. By Giorgio Sbrocco

Niente 17enni “importati” dal Sud Pacifico, almeno per il momento, nel futuro del progetto di  formazione riservato ai talenti che saranno chiamati a vestire la maglia della Nazionale nel prossimo futuro. La Fir (nella sua ultima seduta di consiglio in Puglia) ha istituito 32 Centri di Formazione (CdF) per atleti under 16 presso i club. I 140 migliori, selezionati da staff tecnici individuati dalla stessa federazione, saranno avviati presso una delle 9 Accademie under 18 presso i club (su base geografica). Il meglio di un tale capillare percorso di individuazione e cura delle individualità, entrerà all’ Accademia federale under 19 che avrà sede a Parma (non più a Tirrenia, dove è attiva dal 2006). "Dobbiamo essere consapevoli – ha dichiarato il presidente Alfredo Gavazzi -  che non tutto andrà da subito come ci aspettiamo e che sarà necessario intervenire per apportare delle migliorie ma non abbiamo dubbi circa i principii che sono alla base dell'intero progetto: interazione diretta tra FIR e Società, pianificazione della crescita del giocatore a lungo termine, centralità della formazione umana, incremento della cultura della formazione per tutto il movimento. E' un progetto che non darà solo atleti migliori alla nostra Nazionale, ma che avrà una ricaduta benefica su tutto il rugby italiano. Questo è l'aspetto fondamentale".Giorgio Sbrocco

Italia – Il consiglio federale domani e sabato a Torre Canne. By GiorgioSbrocco

Primo consiglio federale della storia della Fir in Puglia. Il presidente Alfredo Gavazzi ha infatti convocato per domani e sabato il governo del rugby italiano presso l’Hotel Levante di Torre Canne (Brindisi) per la terza seduta del della sua presidenza.Questo l’ordine del giorno::- Comunicazioni del Presidente Onorario- Comunicazioni del Presidente - Affari Amministrativi- Segreteria Federale- Attività Rugby di base- Attività alto livelloVarie ed eventualiE per chi poco o nulla sa di Torre Canne, arriva in soccorso Wikipedia: Torre Canne è una frazione del comune di Fasano (BR), a circa 8 km dal capoluogo comunale e a circa 50 km da Brindisi.Località marina con spiagge di finissima e bianca sabbia che rientra nel Parco Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo istituito nel 2006.Torre Canne è conosciuta per le salutari terme;la conoscenza delle virtù terapeutiche delle acque di Torre Canne risale ad oltre un secolo fa; con tali acque è possibile effettuare ad es. trattamenti di fangobalneoterapia e balneoterapia.Simbolo della frazione è il Faro che illumina a intermittenza la costa, le scogliere e tutto il mare.Dagli anni 80 , la frazione è cambiata , si è ingrandita . Si sono cominciate a costruire case da affittare ai bagnanti, è stata costruita una chiesa[1] ed è quindi cresciuta anche come localita balneare.Giorgio Sbrocco

17
maggio


Italia – Alfredo Gavazzi nominato nella Commissione fiscale del Coni. By Giorgio Sbrocco

Il presidente Fir Alfredo Gavazzi martedì è diventato membro della Commissione Fiscale varata dalla Giunta Nazionale del Coni. Nell'assumere il nuovo e delicato incarico ha rilasciato la seguente dichiarazione: "Tutti conosciamo bene il difficile momento economico che il nostro Paese sta attraversando e le ricadute che la crisi comporta ad ogni livello, soprattutto nei confronti delle Società Sportive. Lo sport è portatore di valori, svolge una grande azione sociale sui giovani e permette, con la pratica diretta, di abbattere anche i costi della sanità. Per questo ritengo importantissimo incentivare le aziende che sostengono ed investono nello sport, impegnandoci per garantire loro una più conveniente detraibilità fiscale".Giorgio Sbrocco

Italia – In edicola il n. 24 di Rugby Club. By Giorgio Sbrocco

È in edicola il n. 24 di Rugby Club, la rivista trimestrale edita dalla trevigiana FriLeTa e diretta da Silvano Piazza. In questo numero: intervista esclusiva al presidente Fir Alfredo Gavazzi, Mission impossible (Stefano Bettarello), Sotto pressione (Antonio Raimondi), Zanni: consistenza pura (Ronald Giammò), l’Italia alla ricerca del quarto elemento (Ivan Malfatto). E inoltre: il reportage di Marco Pastonesi da Padova (Valsugana: molto più che un club) e la rubrica Punto d’incontro di Domenico Calcagno. Tutto sull’impresa nella Nazionale italiana di Rugby in carrozzina che ha battuto l’Irlanda e l’intervista al neopresidente del Comitato veneto della Fir Marzio Innocenti.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball