15
agosto


Four Nations – Hernández apertura dei Pumas nello storico debutto di Newlands contro il Sudafrica. By Giorgio Sbrocco

Resa nota la formazione  dell’Argentina per lo storico debutto in Four Nations-Championship in calendario sabato a Newlands (Città del Capo). In mediana (Contepomi è rimasto in Francia con il suo Stade Fancais in vista dell’imminente Top 14), dopo tre anni di assenza  e dopo la WC 2011 persa per infortunio, si rivede Juan Martín Hernández all’apertura, che condividerà la cabina di regia con Nicolás Vergallo allamischia. Capitano e numero 8 Martín Fernández Lobbe. In panchina, fra gli altri, l’ex pilone di Rovigo Juan Pablo Orlandi e il numero 8 Leonardo Senatore, protagonista della vittoria argentina sull’Italia nel test di giugno.Argentina: Lucas González Amorosino, Gonzalo Camacho,  Marcelo Bosch,  Santiago Fernández, Horacio Agulla, Juan Martín Hernández, Nicolás Vergallo, Juan Martín Fernández Lobbe (c),  Álvaro Galindo, Julio Farías Cabello, Patricio Albacete, Manuel Carizza, Juan Figallo, Eusebio Guiñazú, Rodrigo Roncero. In panchina:  Bruno Postiglioni, Marcos Ayerza, Juan Pablo Orlandi,  Tomás Leonardi,  Leonardo Senatore,  Martín Landajo,  Martín Rodríguez. Giorgio Sbrocco

15
agosto


Four Nations – Nuovo il n.8, Habana a destra e il neo sposo Frans Steyn a sinistra, negli Springboks contro i Pumas. By Giorgio Sbrocco

Ci sarà Keegan Daniel al centro della terza linea nella formazione degli Springboks che aprirà il Four Nations 2012 sabato a Newlands contro l’Argentina. L’infortunio di Pierre Spies (in totale sono sei le terze linee infortunate!) e l’assenza di sostituti di ruolo nel gruppo dei convocati ha imposto la chiamata del giocatore di Western Provence e il suo immediato impiego nel XV di partenza. “È l’occasione per dimostrare che può giocare a livello internazionale” ha dichiarato il ct Heyneke Meyer nel commentare la chiamata.  “Potrebbe essere lui il giocatore con l’ X.-factor giusto per il reparto” ha poi azzardato. Saranno in totale  cinque le facce nuove nel Sud Africa rispetto all’ultima uscita ufficiale (giugno, Port Elizabeth, pareggio con l’Inghilterra): oltre a Daniel, in mischia si rivedranno Albert nel ruolo di flanker e  Andries Bekker in seconda. Sull’altro lato, dopo la licenza matrimoniale, giocherà Frans Steyn che, nell’occasione, conquisterà Il cap n.50. Partiranno dalla panchina i due debuttanti Pat Cilliers (pilone al quale verrà concesso quasi sicuramente un quarto di gara contro la mischia dei Pumas per verificane l’effettiva tenuta in chiusa) ) e  JJ Engelbrecht (centro/ala dei Bulls).Springbok: Zane Kirchner, Bryan Habana, Jean de Villiers (cap), Frans Steyn, Lwazi Mvovo, Morne Steyn, Francois Hougaard, Keegan Daniel, Willem Alberts, Marcell Coetzee, Andries Bekker, Eben Etzebeth, Jannie du Plessis, Bismarck du Plessis, Tendai Mtawarira. In panchina: Adriaan Strauss, Pat Cilliers, Flip van der Merwe, Jacques Potgieter, Ruan Pienaar, Pat Lambie, JJ Engelbrecht. Giorgio Sbrocco  

Four Nations – I numeri di 16 anni di Tri Nations dicono: Nuova Zelanda. Da sabato si riparte in quattro. By Giorgio Sbrocco

Si apre sabato con Sud Africa – Argentina  a Newlands (Cape Town) e Australia – Nuova Zelanda a Sydney, la prima edizione del rinnovato Tri Nations, il torneo australe che con l’allargamento all’Argentina è diventato Championship.  È bene specificare che la dizione Four Nations, che capiterà di trovare su organi di stampa e siti on line (anche in questo!), è solo una semplificazione giornalistica. Tale denominazione, infatti,  non è stata assunta dal borad della competizione in quanto già esistente nel mondo del Rugby XIII dove, dal 2010, si disputa un torneo con quel nome cui partecipano Australia, Inghilterra, Francia e Nuova Zelanda. Di seguito alcuni dati che riassumono le prestazioni delle tre storiche Nazionali partecipanti al torneo istituito nel 1996   AUS L’Australia è detentrice del titolo che ha conquistato  vincendo l’ultima edizione del Tri Nations (2011) prima dello storico allargamento all’Argentina. I Wallabies hanno chiuso le loro 16 stagioni del vecchio format  con un bilancio di 29 vittorie, 42 sconfitte e un pareggio. Oltre a quella del 2011 hanno vinto le edizioni 2000 e 2001. I confronti con la NZ assegnano annualmente la Bledisloe Cup. Quanto alle sfide con gli Springboks che mettono in palio il trofeo intitolato a Nelson Mandela, l’Australia si è aggiudicata 6 delle 9 edizioni. Un solo Cucchiaio di legno, quello dello sfortunato 2003. Miglior marcatore: Matt Burk con 271 punti (7 m., 19 tr., 65 cp, 1 dr. NZ Fatta eccezione per il 1998 (l’anno in cui gli Springbocks tornarono a vincere in Nuova Zelada dopo 17 anni), gli All Blacks hanno di fatto dominato la competizione dall’anno della sua prima edizione vincendola per 10 volte. Lo dicono i numeri: 50 vittorie e 22 sconfitte il bilancio complessivo, con una differenza fra punti segnati e subiti di + 523, mentre l’Australia denuncia – 192 e il Sud Africa -349. LA NZ ha vinto edizioni di tutti i format, da quello del 2003 (6 test) a quello dl 2009 (9 test). Ha lasciato all’Australia (dal 1932) solo 8 Bledisloe Cup e detiene la Freedom Cup. Dan Carter (giocatore ancora in attività) è il giocatore più prolifico: 461 i punti realizzati, frutto di 6 mete, 61 trasformazioni, 100 cp e 3 drops. SA Il bilancio del Sud Africa nelle 16 edizioni dl Tri Nations parla di 28 vittorie, 43 sconfitte e di un solo pareggio. Tre le edizioni del torneo vinte: 1998, 2004, 2009. Gli Springboks detengono il record mondiale di punti inflitti in una sola partita a Nuova Zelanda (46) e Australia (61) ma sul loro recente passato pesa come un macigno la sconfitta (52-16) nell’edizione 2003 (quella del Cucchiaio di legno, la peggior fra quelle disputate) a Pretoria il giorno dopo il compleanno di Nelson Mandela. I confronti AB-SA mettono in palio la Freedom Cup, mentre quelli AUS-SA assegnano il Nelson Mandela Challenge plate. Il miglior marcatore è Percy Montgomery con 210 punti (4 m., 26 tr., 43 cp, 3 dr). Giorgio Sbrocco  

Four Nations – SBW giocherà con gli All Blacks le due partite contro l’Australia. By Giorgio Sbrocco

Tutto come previsto. Tempi di soluzione (un po’allungati, giusto per dare l’impressione che sotto sotto ci sia stata una dura trattativa) della controversia compresi. Sony Bill Williams è da ieri a disposizione del ct Steve Hansen che lo utilizzerà per la doppia sfida di Four Nations contro l’Australia in programma il 18 e il 25 agosto che, fra le altre cose, assegnerà anche la Bladisloe cup 2012. Il nulla osta all’operazione-prestito (generata dall’infortunio al centro titolare Conrad Smith) è arrivato quindi, come previsto, firmato dalla proprietà dei giapponesi Panasonic Wild Knights, la formazione di cui il talentuoso SBW (fresco di titolo del Super Rugby con Waikato) giocherà nelle prossime due stagioni nella lega nipponica, prima di tornare (a Sydney?) al Rugby XIII, suo vecchio, munifico e indimenticato amore. Il tutto in tempo per giocare il Mondiale 2015 in Inghilterra da All Blacks. Sempre che i tuttineri lo rivogliano con loro.Giorgio Sbrocco  

Four Nations – I Pumas vendicano la sconfitta di Buenos Aires. Stade Francais battuto a Santa Fe. By Giiorgio Sbrocco

Il ct dell’Argentina Santiago Phelan è stato di parola. I suoi Pumas non hanno ripetuto gli errori del match perso a Buenos Aires sette giorni fa e si sono imposti per 31-17 nel secondo test amichevole contro lo Stade Fancais di Sergio Parisse, sportivamente e prontamente vendicando la sconfitta 21-25 subita nella capitale. Decisive le mete di Agulla (71') e di Imhoff (77'). Per la i francesi: mete di Bonneval e Williams, il resto dal piede di Fillol.La Nazionale biancoceleste è attesa (18 agosto) dal debutto nel Championship – Four Nations contro gli Springboks Sudafricani. Nella stassa data lo Stade aprirà la sua stagiione di Top 14 contro Montpellier all ostadio di Charléty.Giorgio Sbrocco

10
agosto


Top 14 – Contepomi in campo con lo Stade Francais contro i Pumas a Santa Fe. By Giorgio Sbrocco

Ci sarà Contepomi all’apertura (almeno così è scritto nel comunicato ufficiale del club) che avrà al suo fianco in cabina di regia il numero 9 Warwick, nel secondo test match dello Stade Francias in Tour in Argentina contro i Pumas che si giocherà domani (mezzanotte ora italiana) a Santa Fe. Numerosi i cambiamenti operati dallo staff dei parigini nel XV di partenza. Solo Papé, Lavalle, Doumayrou e Vuidravuwalu vengono infatti confermati nel ruolo di titolari. Questa la formazione che scenderàù in campo dal primo minuto: Bonneval; Vuidravuwalu, Sinzelle, Doumayrou, Contepomi, (o) Warwick; (m) Fillol; Burban, Lavalla, Parisse; Flanquart, Papé, Wright, Bonfils, Zhvania. Per i Pumas si annuncia un incontro dai contenuti e dalle implicazioni che, a una settimana dall’inizio del Four Nations, potrebbero generare qualche polemica in caso di seconda sconfitta. Il ct degli argentini Phelan è stato in proposito molto chiaro: “Gli errori commessi a Buenos Aires (sconfitta 25-21) fanno parte del passato, non si ripeteranno e non sono disposto a tollerare altre prestazioni così lontane dal nostro standard”.Giorgio Sbrocco

Four Nations - Eben Etzebeth in via di guarigione. Bakkies Botha può restare a Tolone. By Giorgio Sbrocco

 Pericolo scampato, pare, per il Sud Africa, Tolone, Bernard Laporte e il vulcanico presidente Mourad Boudjellal che, c'è da giurarci, non avrebbe accolto con il sorriso sulle labbra la chiamata del suo veterano. La seconda linea Bakkies Botha non dovrà rispondere alla convocazione degli Springboks in occasione dei due match con l'Argentina (18 e 25 agosto) che apriranno la prima storica edizione del Four Nations australe allargato ai Pumas. Così ha comunicato lo staff medico della nazionale sudafricana dopo aver sottoposto ad approfondita indagine diagnostica il giovane Eben Etzebeth (Stormers, inserito nel Best XV del Super Rugby redatto da Planetrugby) infortunato all'anca e, secondo i sanitari, in via di sicura guarigione. Confermata, invece, l'indisponibilità dell'ala (e all'occorrenza estremo e centro) Pietersen, che ha riportato la frattura di un dito della mano nel corso della finale Chiefs-Sharks di Hamilton.Giorgio Sbrocco

Four Nations – Gli Springboks richiamano (forse) Bakkies Botha. Il presidente del Tolone ringrazia? By Giorgio Sbrocco

La notizia è stata battuta dalle agenzie nel primo pomeriggio e ancora non è dato sapere cosa ne pensi Mourad Boudjellal . Ma c'è da giurare che non sarà, in queste ore, del suo umore migliore. Nell'attesa di leggerne la reazione resta da riferire il fatto: il ct del Sud Africa Heyneke Meyer ha fatto sapere che, nel caso l'infortunio a  Eben Etzebeth (problemi alla cartilagine dell'anca) si riveli più grave del previsto, è sua intenzione convocare nel gruppo degli Springboks che debutteranno nel Four Nations con il doppio scontro con l'Argentina, Bakkies Botha (32 anni, 76 caps, ultima apparizione in Nazionale alla WC in Nuova Zelanda nel 2011)). Che gioca a Tolone! Per la gioia, dovesse accadere, del vulcanico numero uno del club rossonero che si vedrebbe privato di uno dei pilastri del suo pacchetto di mischia alla viglia dell'inizio del campionato  con la prospettiva di perderlo (dovendo continuare a pagarlo)  per un buon numero di settimane. “D'altra parte – ha dichiarato Meyer – non è che possiamo andare in guerra contro le Nazionali più forti del mondo con una squadra under 21!”. A ore, molto probabilmente, la prossima puntata. Giorgio Sbrocco

Four Nations - L'Australia perde O'Connor per il doppio match con gli AB. By Giorgio Sbrocco

Non comincia sotto una stella particolarmente buona la stagione internazionale dell'Australia. Il giovane talento James O'Connor dei Melbourne Rebels (ala, estremo, 22 anni, 37 caps) salterà le prime due partite del Four Naiotns-Championship 2012 contro la Nuova Zelanda (in palio la Bladisloe cup) a causa di un infortunio alla coscia. Il selezionatore dei Wallabies Rfobbie Deans, che non ha ancora deciso se sostituirlo con un nuovo convocato, conta di riaverlo a disposizione e in campo per il match contro il Sud Africa in calendario l'8 settembre. Giorgio Sbrocco

06
agosto


Four Nations – Fuori McCabe, dentro tre debuttanti nell’Australia anti AB. By Giorgio Sbrocco

Fuori per un mese il centro McCabe, richiamato in servizio l'estremo Drew Mitchell, coach Robbie Deans ha ufficializzato la lista dei giocatori convocati per le prime due giornate del Four Nations contro gli All Blacks (Bladisloe cup in palio). Tre le (prime, altre ne seguiranno) facce nuove inserite nell’elenco dei convocati: Nick Cummins (25 anni, ala), Mitch Inman (22, ala/centro) e Paddy Ryan (22, pilone)AUSTRALIAKurtley Beale (Melbourne Rebels), Adam Ashley-Cooper (Waratahs), Drew Mitchell (Waratahs), Lachie Turner (Waratahs), Nick Cummins (Western Force), Cooper Vuna (Melbourne Rebels), Rob Horne (Waratahs), Mitch Inman (Melbourne Rebels), Pat McCabe (Brumbies), Bernard Foley (Waratahs), Berrick Barnes (Waratahs), Nick Phipps (Melbourne Rebels), Nic White (Brumbies), Ben Mowen (Brumbies), David Pocock (Western Force), Michael Hooper (Brumbies), Dave Dennis (Waratahs), Kane Douglas (Waratahs), Cadeyrn Neville (Melbourne Rebels), Hugh Pyle (Melbourne Rebels), Sitaleki Timani (Waratahs), Sekope Kepu (Waratahs), Benn Robinson (Waratahs), Ben Alexander (Brumbies), Paddy Ryan (Waratahs), Stephen Moore (Brumbies), Tatafu Polota-Nau (Waratahs).Giorgio Sbrocco

Rugby Ball